28 novembre 2012 : Reportage

Stamattina piove, il cielo è grigio scuro come se fosse notte.
Appena alzato mi affaccio in balcone e mi rendo che sarà una brutta giornata, proprio oggi che gli studenti di alcune Scuole Medie di Barcellona P.G. devono partecipare all’incontro di Fumettomania. Che disdetta!
Alle 9:30 sono all’Oasi e scarico tutto il materiale dalla mia auto. Giunto al primo piano noto come il Palazzo G. Spagnolo (Ex Monte di pietà) ha i suoi acciacchi, in vari punti gocciola acqua  dentro la sala, nel corridoio e nella scala.
Fuori non piove più, c’è un pallido sole, dico a me stesso : <<forza che ce le facciamo>>.


Continuo a preparare il pannello, lo riempio di alcune foto ed  illustrazioni del 2010, del 2011 e del 2012, di Fumettomania. Ora il pannello mi piace, riesce a trasmettere il messaggio che ho in testa, cioè quello di un’associazione culturale che ha un passato ma anche un futuro. Ed il futuro arriva intorno alle 10:30 con una classe dell’Istituto comprensivo  “Ugo Foscolo”, i ragazzi sono vivaci, rumorosi, l’insegnate li tiene a bada facendoli girare attorno al pannello per poi farli entrare nella sala Auditorum che, nel frattempo, è stata sistemata per l’incontro.


Anche il tavolo è pronto, oltre il proiettore sono in bella mostra alcuni volumi di fumetti: “Grandville : Mon Amour” di Bryan Talbot, di “Houston abbiamo un problema” di Vanna Vinci, di “Peppino Impastato” di Lelio Bonaccorso-Marco Rizzo, la copia autografata del n.ro 1 del comic book Airboy scritto da Gianluca Piredda, “La Morte di Superman” della Mondadori-Lion, una copia dello Skarabeo la nostra pubblicazione milazzese di satira e vignette e i numeri 1 e 18 della rivista Fumettomania.

L’ultimo problema da superare è quello audio, l’impianto di amplificazione della sala ha qualche problema ma ,con l’aiuto di alcuni ottimi elementi (Francesco Parisi, Gaetano Recupero e Ambrogio Isgrò), riusciamo a far funzionare tutto; ora possiamo proiettare le slide nella porzione della sala con un po’ di penombra e lasciare il resto della stanza illuminata a giorno! Nel frattempo è arrivata un’altra classe, quella dell’Istituto comprensivo “L. Capuana-G.Verga”.
Alle 11:20 telefono per l’ennesima volta due istituti scolastici che avevano dato la conferma della loro presenza, che non sono ancora arrivati, e ricevo la spiacevole sorpresa che non hanno inviato le loro due classi. Io e l’Assessore restiamo un po’ stupiti, perché fuori comunque il maltempo è passato, pazienza.
Dentro la sala ci sono due classi in trepidazione, tutti i soci dell’associazione, alcuni giornalisti, e l’Assessore, manca qualcuno dei giovani che riceveranno l’attestato di socio onorario, ma so già che arriveranno entro mezzogiorno, si comincia.

Inizio lentamente, parlando della genesi del nostro gruppo e di tre elementi importantissimi senza i quali oggi (dopo ventuno anni) non ci sarebbe nessuna associazione e nessuna rivista: AMICIZIA, PASSIONE, FUMETTO.

L’amicizia ha permesso nel 1989-90 a quel piccolo gruppo di 7/8 ragazzini, barcellonesi e non, di trovare dei punti di affinità, di  restare uniti e di fare a loro volta amicizia con tanti altri appassionati di fumetti in giro per l’Italia.
La passione, deve essere un fuoco che alimenta ognuno di noi e che ci spinge a trovare sempre nuovi, e più belli, obiettivi, quali lo studio, il lavoro, gli hobby, etc. Grazie alla passione è stato possibile, per tanto tempo, realizzare, distribuire e promozionare, una pubblicazione dedicata ai fumetti con testi e disegni, che quasi ogni anno viene da noi prodotta.
Fumetto. Il fumetto è una forma d’arte, la più giovane rispetto alle altri forme d’arte avendo poco meno di 120 anni, ma di uguale dignità. Nel mio intervento ho detto: << se voi studenti avete sentito dire, anche a scuola, che il fumetto non è arte o lo sentirete dire in futuro potete rispondere che non è vero, che il fumetto è la nona arte, un’arte sequenziale, perché costituita da una sequenza di parole e disegni, amalgamati  dentro dei riquadri (le vignette). Ecco noi oggi vi racconteremo la storia di un gruppo di persone che sono legati dall’amicizia, dalla passione e dai fumetti>>.

L’ora seguente è scandita dalle tante slide sui ventuno anni dell’associazione, durante le quali il sottoscritto ha dovuto un po’ correre nelle spiegazioni.
La proiezione si conclude con dei preview di quelli che saranno i progetti dei prossimi due anni : la rivista, gli incontri con degli autori nazionali ed internazionali sia a Barcellona P.G., sia ad Etnacomics  a Catania ( se riusciamo a convincere l’organizzazione di quella manifestazione) e qualche laboratorio e workshop qui nella nostra città.

Dopo la lunga sequenza di slide  hanno preso la parola : il giornalista Fabrizio Scibilia, che ha parlato della rivista Lo Skarabeo che cura e pubblica su Milazzo dallo scorso ottobre; a seguire Salvatore Di Marco e Antonino Pirrotta che hanno presentato la Scuola del fumetto di Palermo e la Grafimated Cartoon, con i quali l’anno prossimo tenteremo di realizzare un workshop sul tema dell’integrazione, nell’ambito del progetto civico “Città bene comune“; ed infine è intervenuta l’Assessore Raffaella Campo che, visibilmente colpita dalla mole di informazioni ricevute dalla nostra associazione, ha tentato di far capire ai ragazzi l’importanza del linguaggio dei fumetti, nella scuola, nella loro crescita, nella loro formazione.

Dopo l’intervento dell’Assessore è arrivato il momento più gioioso ed emozionante, anticipato dalla visione del videoclip su Lucca comics 2012 (con la consegna dei primi 7 attestati di socio onorario dell’associazione culturale), cioè  la consegna di altri 7 attestati ad alcuni amici e collaboratori dell’associazione. Questo il link su YouTube del video: https://www.youtube.com/watch?v=hRUms2KJQhQ&feature=plcp, dedicato a Lucca comics ed alla consegna dei primi 7 attestati di socio onorario dell’ass. culturale Fumettomania Factory.

In ordine oggi hanno ricevuto l’attestato:
– Giuseppe Salvo, per l’aiuto nella riorganizzazione l’associazione che rischiava la scomparsa;
– Francesco G. Sottile, che nei primi anni della fanzine ha curato le traduzioni di tanti testi, lettere ed email;
il disegnatore palermitano Giovanni Brusca, da me chiamato Giov Brusca, un grande amico che ho conosciuto nel 1993, con lui abbiamo vissuto dei momenti fumettistici  importanti tra il 1995/96 e Giov è stato uno dei pilastri di fumettomania;
– un altro grande amico fraterno, l’illustratore barcellonese Giuseppe Orlando, che ritirando l’attestato ha ribadito l’importanza della sua esperienza con noi, fino al momento in cui la casa editrice Salani, dopo averlo scoperto sulla copertina del n. 17 di Fumettomania, gli ha dato la possibilità di realizzare delle copertine per i suoi libri;
– l’autrice messinese Michela De Domenico, che dal 2003 collabora con fumettomania e che cerca di proporre tanti progetti su Messina;
– un’altro grande amico, Salvatore Famà, direttore artistico della Tipografia Litofast di Venetico, che  ha permesso alla rivista di essere stampata in maniera impeccabile dal 2000 al 2008; fosse per lui noi potremmo ancora stampare su carta la pubblicazione.
– ed infine il dott. Salvatore Bonanzinga ( arrivato da Giarre con qualche minuto di ritardo all’incontro a causa del maltempo), uno dei co-fondatori della rivista, che ha scritto tanti articoli sul fumetto americano della Dc Comics in un periodo in cui i fumetti della casa editrice di Superman, Batman & Co.  non venivano neanche pubblicati in Italia.

Ha chiuso l’incontro il Presidentissimo dell’Associazione, l’avv. Luigi Bambaci, che simpaticamente  ci ha definito un gruppo di matti che ama il fumetto e che vuole trasmettere questo amore alle nuovi generazioni barcellonesi.
Una foto di gruppo (con tutti i nuovi soci onorari, con l’Assessore Raffaella Campo e con i soci presenti), il taglio di una torta ed un brindisi hanno chiuso la bella giornata del 28 novembre 2012.
Fumettomania se desta, l’avventura ricomincia.

Mario Benenati

P.S.: In sala alcuni giornalisti si sono intrattenuti con l’Assessore e con il sottoscritto, le insegnati mi hanno chiesto degli incontri anche presso i loro Istituti, Salvo Di Marco ha chiacchierato con Giovanni Brusca e con Michela De Domenico…Ed infine un piccolo gruppo composto dai soci extrabarcellonesi ha raggiunto la casa di Mario&Angela per pranzare insieme. La giornata è finita a sera inoltrata, siamo stanchi ma felici.

RASSEGNA STAMPA

http://it.paperblog.com/a-messina-fumettomania-in-festa-il-28-novembre-a-messina-1486887

http://www.lospaziobianco.it/59900-messina-fumettomania-festa-28-messina

http://www.comune.barcellona-pozzo-di-gotto.me.it/ecm/?9668=126&profilo=&id=news&catnews=1&recnews=26&ref=sala-conferenze-giardini-oasi–presentazione-guida-dei-servizi-sociali-del-distretto-socio-sanitario.htm

https://24live.it/2012/11/28/fumettomania-festeggia-i-suoi-21-anni-rilanciando-la-propria-attivita/

http.//www.24live.it/20228‐fumettomania‐festeggia‐i‐suoi‐21‐anni‐rilanciando‐la‐propria‐attivita

http://fumettandoblog.altervista.org/fumettomania-in-festa/?doing_wp_cron=1355298179.6373538970947265625000

ALBUM FOTOGRAFICO

P1060583
P1060534
P1060499
DSCN1269
DSCN1207
Copia di P1060481
Copia di P1060456

COMMENTI

12/12/2012 alle 06:27
supermario
[email protected]

In risposta a micgin65.
Grazie michele. Nella giornata metterò pure i link con la rassegna stampa.

12/12/2012 alle 04:45
micgin65
sonoioche.blogspot.comx
[email protected]

Ottimo!
Rilancio sul profilo FB del CFapaz!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.