Banner-testa del sito di fumettomania del 2011-12

Settembre  è stato, fino ad oggi, un mese caldissimo, e tutti noi gente del sud, quando abbiamo potuto, siamo andati al mare. È stato un mese caldissimo, ma non solo per la alte temperature ma anche per le prime tre fiere fumettistiche autunnali che lo hanno animato ed infuocato.
La cosa che mi è piaciuta e, sono sicuro, avrà incuriosito gli appassionati che vi hanno partecipato è la posizione geografica dei tre eventi.

Terni

è in  Umbria, ed lì che si è svolta Narniafumetto (nella nuova location del centro storico), è arrivata alla sesta edizione e leggendo le parole di Andrea Mazzotta, nel suo blog , e gli altri commenti sul web, è stata sublime, ricca di autori, di incontri. Anche se si svolge all’inizio di settembre, 2-3 e 4 settembre, Narnia si è saputa ritagliare la sua visibilità nel panorama fieristico italiano.

Immagine tratta dal sito : http://pianetafumetto.blogosfere.it/2011/09/narnia-fumetto-2011-fotogallery.html
Immagine tratta dal sito : http://pianetafumetto.blogosfere.it/2011/09/narnia-fumetto-2011-fotogallery.html © degli aventi diritti, per gentile concessione

Catania,

invece, è in Sicilia  ed il caldo infernale insieme al fumetti è stato protagonista della kermesse che si è svolta al Centro Fieristico le Ciminiere il fine settimana del 9-11 settembre.
Etnacomics, alla sua prima edizione, è stato l’evento di questo mese, a tal punto da mandare in tilt un povero giornalista regionale che illustrando l’evento sul TG3 con tante belle immagini di Copsplay ( e i fumetti? e gli autori?) ha indicato 100mila presenze , invece che le ventiduemila presenze reali ed indicati da tutti gli altri giornalisti che hanno scritto articoli sull’evento. Il caldo fa questi scherzi 🙂
L’evento organizzato da Medea Communications Srl, con la collaborazione dell’associazione culturale Rakuen Cosplay, e con il patrocinio della Provincia Regionale di Catania, del Comune di Catania e di Lucca Comics & Games è partita con il piede giusto, con  tantissimi eventi, incontri,  autori, area comics, area giochi, area artisti e concerti.
Parlando con alcuni amici di Messina, con un titolare di una fumetteria, e con alcuni autori di fumetti, Etnacomics è stato un bell’evento, con qualche piccola sbavatura, perché gli autori erano tanti ed organizzare tutti gli incontri e tutti gli spazi per loro non è stato facile; gli standal chiuso erano sprovvisti di aria condizionata per cui il caldo è stato fastidioso; c’erano poche fumetterie, ed in alcuni stand c’erano dei giovani, degli standisti del luogo, e non il personale proveniente direttamente dalla casa editrice e/ dal distributore,  con il risultato che i visitatori alla richiesta di delucidazioni su questo o quel fumetto hanno avuto risposte vaghe o non hanno trovato la giusta risposta, semplicemente perché gli standisti non lo conoscevano.
Ma a parte le cose prima elencate, che sono delle problematiche normali che una giovanissima manifestazione affronta al suo debutto, sono tutti unanimi nel dire e nello scrivere che è stata una grande manifestazione, totalmente positiva. Bene.
La Sicilia aveva bisogno di questo input, 22mila presenze sono tante, ed anche se siamo consapevoli che i Cosplay siano stati un elemento trainante, come sono in tutte le altre manifestazioni fieristiche italiane, bisogna proseguire su questa strada. Complimenti agli organizzatori.

Immagine tratta da https://www.facebook.com/etnacomics?sk=photos
Immagine tratta da https://www.facebook.com/etnacomics?sk=photos © degli aventi diritti, per gentile concessione
Locandina di Lamezia Comics &Co 2011

Lamezia Terme,

è in Calabria, a metà strada tra Reggio C. e Cosenza, in un location non facile da raggiungere se Trenitalia ci mette del suo con un bel sciopero dei treni e se i bus navetta sono pochi.
Organizzata da tre giovani e dalla loro associazione culturale “ATTIVAMENTE”, nei vasti spazi dell’Istituto Magistrale T. Campanella, la manifestazione è a livello regionale, sostenuta dalla passione dell’associazione e dal patrocinio comunale.
Questa terza edizione, svoltasi dal 15 al 18 settembre, con ingresso gratuito, ha visto  la partecipazione di 11 autori italiani e di 3 scuole del Fumetto: Pierdomenico Sirianni Andrea del Campo, Classe 1978 – Fabrizio Galliccia, nato a Marino (Roma) il 22121979 – Luca Maresca, Classe 83. –  Ciro Cangialosi, nato a Palermo nel 1987 – Lucio ParrilloPasquale Qualiano, nato a Torre del Greco il 16 aprile 1974 –  Lelio Bonaccorso , nato a Messina il 02/08/1982 – Andrea ScoppettaAnna Leotta, disegnatrice-illustratrice di Messina, nata il 17 gennaio 1972 – Vincenzo Raimondi – nato a Paola (CS) in Calabria nel 1987  – Scuola Reggio Comix nata dalla passione e dalla determinazione del disegnatore Antonio Federico. Scuola del Fumetto – Palermo , nata il 15 novembre del 2004 e strettamente legata alla prestigiosa Scuola del Fumetto di Milano – Scuola Internazionale di Comics Accademia delle Arti Figurative e Digitali, è nata nel 1979, ed è stata fondata dal disegnatore Dino Caterini – a tutt’oggi Direttore Generale .

Questi autori professionisti e giovani, hanno deliziato il pubblico con disegni ed incontri, oltre che le piccole mostre dedicate a ognuno di loro davano la possibilità al pubblico di conoscere i loro stili e la loro bravura.
Mi ha colpito l’aria cordiale, gioiosa, pulita della manifestazione lontana da polemiche e dal caos; certo mancavano alcune fumetterie calabresi, specialmente quelle di Reggio Calabria, e gli editori, ma la breve distanza temporale tra la potenze organizzazione di etnacomics e quella ultra collaudata di Romics (dal prossimo 29 settembre al 02 ottobre), e le poche risorse economiche degli organizzatori, non hanno permesso di fare di più.
Questi giovani vanno lodati per lo sforzo enorme e per la passione effusa per 4 lunghi giorni.

Foto stand di Lucio Parillo a Lamezia Comics&Co.

Cosa accomuna questi tre eventi? la passione per il fumetto, sicuramente. Mentre sono divisi dall’obiettivo che si prefiggono, quello culturale-economico di narniafumetto che a suo tempo sostituì Perugia, con una manifestazione che mettesse al primo posto le fumetterie e lo spazio mercato e che poi si è aperto agli editori ed ai Cosplay; quello economico e culturale di Catania, che ha investito molto per Etnacomics, puntando in tutte le direzioni, visto che vogliono diventare la fiera del fumetto di riferimento per il Sud , ed infine quello solo culturale e di aggregazione sociale di Lameziacomicsandco. che ha ancora margini di crescita e di miglioramento.

Ora c’è una pausa, di circa due settimane, in cui gli appassionati sono tornati alle loro case, alle loro letture, così come gli autori, gli editori, e le fumetterie e tutti si preparano per TrevisoComics, poi Romics e a fine ottobre per Lucca Comics ad Games, la regina delle fiere del fumetto italiane; ed a Lucca potremo, forse, capiremo la reale situazione del fumetto italiano e che futuro fumettistico ci attende. E con queste tre fiere ci spostiamo dal CentroSud al centro nord, per un autunno fumettistico che si preannuncia scoppiettante.
Buone fiere di fumetti a tutti.

Mario Benenati

LAMEZIA COMICS & CO… 2001: ALBUM FOTOGRAFICO 

Foto delle tavole esposte di Lucio Parrillo. Per gentile concessione
Foto delle tavole di Lucio Parrillo. Per gentile concessione
Tavole esposte dell’autrice messinese Anna Leotta. Per gentile concessione
Tavole dell’autrice messinese Anna Leotta. Per gentile concessione
Foto delle tavole esposte di Lelio Bonaccorso. Per gentile concessione
Foto delle tavole di Lelio Bonaccorso. Per gentile concessione
Un momento di pausa nello spiazzale della scuola T. Campanella. Per gentile concessione
Un momento di pausa nello spiazzale della scuola T. Campanella. Per gentile concessione
L’autrice Anna Leotta fotografata con il suo libro.
L’autrice Anna Leotta fotografata con il suo libro. Per gentile concessione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.