logo_comicon_na_Footer
DSCN3842
La folla del primo maggio alle 10 di mattina. © Fumettomania, per gentile concessione

A distanza di una settimana anch’io (nonostante sono nel pieno dell’allestimento della mostra “Sulla stessa barca”), come tanti altri amici, blogger, pubblicisti e giornalisti,  trovo il tempo per scrivere due righe sulla XVI edizione del Napoli Comicon.

La “quattro” giorni del Napoli Comicon 2014, dedicato al fumetto, al gioco,  ai cosplay, é iniziata il primo maggio con ben 20.000 presenze e si è conclusa con oltre 60.000 presenze. Questo è il primo dato che bisogna tenere a mente.
Il festival partenopeo, anno dopo anno, continua ad espandersi, continua a piacere  e nel contempo continua a scatenare piccole polemiche (quest’ultime legate alla gestione degli ingressi, dei controlli, delle immense folle che hanno gremito la Fiera d’oltremare specialmente i giorni dell’1 e del 4 maggio). Da un lato c’è chi è scontento della folla legata ai Cosplay, agli eventi dell’Asian Village e del GameCon, dell’organizzazione e dall’altro lato c’è l’esigenza di far quadrare i conti, le spese, e continuare dare la giusta visibilità al mondo del fumetto. E’ difficile accontentare tutti, ed anche quest’anno le critiche non sono mancate.
La domanda che mi pongo è, e non sono il solo: ma senza questi “mondi”  collaterali al fumetto potrebbe esistere alcuni dei Festival Italiani dedicati ai fumetti?
La mia personale risposta è: NO, tranne in alcune “isole felici”. In fiera, per esempio, ho sentito lodi sulle manifestazioni di Treviso e di Albissola, alle quali non sono mai stato, per cui non esprimo parere.

DSCN3863
Stand della Kleiner Flug, una piccola case editrice con dei volumi a fumetti molto interessanti. © Fumettomania, per gentile concessione

Cose che ho visto al Comicon

Tante piccole case editrici, con il loro spazio e con i loro incontri per la presentazione dei loro prodotti, alcuni dei quali molto interessanti.
Le grandi case editrici, che facevano sfoggio dei loro nuovi romanzi a fumetti; su tutti spiccavano Una storia di Gipi (Coconino/Fandango),  La gigantesca barba malvagia di Stephen Collins (Bao Pubblishing), Blatta di Alberto Ponticelli (RW- Lion), Watersnakes di Tony Sandoval (Tunuè), Fermo di Antonio Suazo (Bao Pubblishing), il Dottor Oss (Comic Out edizioni), Jenus (allo stand della Magic Press), gli albi celebrativi i XX anni di Panini-Marvel, le edizioni della Disney-Panini, e tant’altro.

DSCN3948
Le bellissime e coloratissime copertine celebrative dei XX della Panini-Marvel. Foto © Fumettomania, per gentile concessione

Ho seguito pochi incontri (ce ne erano tanti, alcuni ahimè allo stesso orario), ma ho dato priorità alla visione dei fumetti, all’incontro con gli autori e con gli amici parlando del progetto “Sulla stessa barca”; però me sono goduto alcuni, tra cui 2 realizzati da Centro Fumetto Andrea Pazienza (con Sara Pavan, Claudio Calia e Michele Ginevra, il primo; con giovani autori ed i loro nuovi albi nel secondo incontro); la tavola rotonda sulla critica del Fumetto a mezzo secolo dall’uscita di “Apocalittici e integrati”, saggio mai dimenticato  di Umberto Eco, con Luca Boschi, Loris Cantarelli, Pier Luigi Gaspa, Luca Raffaeli, Michele Ginevra, e Andrea Tosti; l’incontro con Gipi e Dave Mckean e quello sulle produzioni della Mondadori Comics con Alessandro Di Nocera e Iko. Oltre ad apprendere cose nuove,  ogni incontro mi ha dato una piccola emozione specialmente quello con McKean.

DSCN3870
Alessandro Di Nocera e Iko. © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3936
Presentazione di albi del Centro Fumetto A.Pazienza. © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3959
La tavola rotonda sulla critica del Fumetto con Luca Boschi, Loris Cantarelli, Pier Luigi Gaspa, Luca Raffaeli, Michele Ginevra e Andrea Tosti. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3974
Gipi, Luca Raffaeli e Dave McKean, nell’applauditissimo incontro del 3 maggio. Foto © Fumettomania, per gentile concessione

Ho visto un bellissimo spazio per i bambini, i Tipitondi, a cura della Tuneè, dove si giocava  e s apprendeva grazi alle lezione sul fumetto (vedasi foto nell’album fotografico).
Le mostre, che ho visitato quando c’era poca confusione, erano tutte interessanti, specialmente quella dedicata ai 90 anni de “Il Giornalino“. Peccato solo che i locali, ove le mostre erano ospitate, andrebbero manutenzione un po’.

Quella di quest’anno è stata, secondo me, un’edizione del Comicon con più luci che ombre, con dei piccoli difetti da aggiustare (il prossimo anno), posso armare che il sole anche quest’anno è stato splendido sul Comicon.

Mario Benenati

Per altri pareri sul Comicon 2014 in rete ho trovato questi articoli :

http://www.postcardcult.com/articolo.asp?id=7383&sezione=71

http://www.mangaforever.net/150700/panini-comics-un-bilancio-del-comicon-2014

http://www.napolimagazine.com.cn/tutti-i-servizi-foto-di-nm/629-foto-comicon-2014-boom-di-visitatori-per-la-xvi-edizione-248054

http://www.fanpage.it/in-20-000-al-napoli-comicon-2014-il-sindaco-de-magistris-sono-colpito/

http://www.roadtvitalia.it/eventi/comicon2014/comicon-2014-cala-sipario-bilancio-partecipato/

http://giochiegiocatori.net/2014/05/05/napoli-comicon-2014-considerazioni-finali-sulla-manifestazione-e-giochi-provati/

ALBUM FOTOGRAFICO

DSCN3853
Lo spazio Tipitondi, per i bambini. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3871
Silvia Ziche, disegna allo stand Panini-Marvel. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3873
Simon Bisley, disegna in uno spazio vicino allo Stand RW-Lion. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3875
Un saluto di Simon Bisley, molto apprezzato 🙂 Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3878
A cena con un gruppo di amici, un ringraziamento speciale a Claudio e a Viola, e a mia moglie Angela per la bella foto. © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3882
Napoli di sera: che spettacolo! Foto di mia moglie © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3893
Non poteva mancare anche al Comicon un spazio per il mitico Doctor Who. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3898
Angela siede tra i banchi “ricostruiti” nell’allestimento dedicato ai 90 anni de Il Giornalino. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3909
Ricostruzione di una meravigliosa tavola a fumetti di Gianni De Luca, con un’intruso, io. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3914
La “muraglia” di foto nella bella mostra Ri-tratti. Complimentissimi all’autore. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3921
Le tavole di Gipi in mostra. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3924
I manifesti di film realizzati da Bruno Napoli, così ho scoperto quanti film ho visto grazie ai suoi disegni. fantastico. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3925
L’allestimento Futuro Anteriore, con 4 giovani autori che hanno disegnato lì tutti i giorni. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3933
Antonio Suazo firma il suo nuovo romanzo a fumetti, allo stand Bao Pubblishing. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3937
Anche Francesca Follini, che è sempre più brava, firma il suo artbook allo stand del Centro Fumetto Andrea Pazienza. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3984
Giovani in fila allo stand Bonelli. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
IMG_0261
Luca Maresca disegna per i fans. Disegno libero o commission? Foto © Fumettomania, per gentile concessione
IMG_0265
Pannellone della Scuola Internazionale Comix di Napoli, che ogni giorno veniva illustrato con disegni spettacolari. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
IMG_0269
L’autore di Janus, firma e disegna il suo volume a fumetti. Per richiedere lo sketch bisognava mettersi in ginocchio davano all’autore. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3915
Altro scatto della parete piena di Ri-Tratti. Foto © Fumettomania, per gentile concessione
DSCN3846
DSCN3858
DSCN3861
DSCN3916
DSCN3932
DSCN3949
DSCN3983
DSCN4012
DSCN4014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.