L’autore scozzese Sean Michael Wilson, scoperto dal sottoscritto durante il periodo di lavorazione del progetto Anthropocene, è molto prolifico. La sua opera è stata pubblicata in preview il 14 gennaio 2022.

Oggi l’amico John freeman, nel suo bel blog, downthetubes.net, ha pubblicato questo articolo sul nuovo lavoro di Wilson che pubblichiamo anche noi anche in Italiano.

Ah, dimenticavo, questo che state per leggere è il nostro 1390° articolo pubblicato in questo sito.

Mario Benenati, Responsabile Fumettomania Factory Magazine


Creating Comics: Sean Michael Wilson on adapting the world’s oldest known novel, The Tale of Genji, into manga

di John Freeman

American publisher Tuttle Publishing recently released a manga adaptation of The Tale of Genji by Lady Murasaki Shikibu, the world’s oldest known novel, adapted by Sean Michael Wilson and Inko Ai Takita, and Sean was recently interviewed about this challenging project.

Cover manga adaptation of The Tale of Genji by Lady Murasaki Shikibu

The Tale of Genji centres on the life and loves of Prince Hikaru Genji, a son born to an Emperor of Japan during the Heian Period, recounting his adventures in life, love, and power within the halls of the Chrysanthemum Royal Court.

Handsome, romantic, and talented in the art of seduction, Prince Genji skillfully navigates the court and all its intrigues, always in search of love, and often finding it. His story is the oldest and most famous tale of romance in the annals of Japanese literature and, as a representation of passion and romance, remains beyond compare.

Raised within the Royal Family, Genji has an affair with Fujitsubo, the young wife of the Emperor, followed by numerous affairs with other court ladies.

Lady Murasaki Shikibu wrote this story some 500 years before Shakespeare put pen to paper. It’s acknowledged to be the world’s very first novel, and English-speaking readers can now experience the story in manga style for the first time.

Superbly illustrated and retold, this visual take on Japan’s most important classic offers an intimate look at the social mores and intrigues in the Heian-era court of medieval Japan, and Prince Genji’s representation as the ideal male courtier.

pagina estratta da manga adaptation of The Tale of Genji by Lady Murasaki

Sean reveals the project came about because he was given a choice to do a book about Miyamoto Musashi or the Tale of Genji when he was discussing it with Tuttle.

“Since I’ve already done two books about Musashi, I wanted to try this very different type of book instead,” he explainsThe Tale of Genji is about court politics and romance and gender relations rather than about samurai and bushido philosophy. So, basically, it was interesting to try a new type of thing for me.

“Most of my books are about samurai or bushido, or about philosophical aspects of Japan,” he also notes, “so this book is a bit different in that it’s focused on court politics and romance and gender relations of that time. No doubt some readers will therefore consider this to be a book which appeals to female readers more than male readers.

“But I don’t think in those kinds of terms,” he adds. “Surely that kind of artificial separation between male/female interests, between masculine/feminine behavior and attitudes, is the kind of thing we’re trying to overcome in a more equal society. So I see no reason why our Genji book should not also be of interest to male readers, and why my books about Musashi and samurai should not also be interesting to female readers.”

pagina estratta da manga adaptation of The Tale of Genji by Lady Murasaki

The original book ran to more than 1000 pages and quoted 795 poems. This manga version is about 177 pages and only includes some of the 795 poems, but nevertheless, successfully covers elements of the original such as Heian court culture, love and lust, friendship, gender roles an power.

“This is the difficult aspect of doing these kinds of adaptations,” Sean says of condensing the work. “Sometimes the original book is quite small so we can expand it in our visual version. But most of the time it’s a long book and we need to summarise it into something smaller, often much smaller.

“That presents specific challenges to me. And in this case I emphasise myself as the writer because first of all it is the writer’s responsibility to do that, to choose what to put in and what to take out, and then to put it together into a coherent form in the shorter version. Though, of course, the overall process is a collaboration between myself and the artist.”

“This is the first time the classic story has been available in an English language manga edition,” Sean also notes. “Although actually there has been at least one manga version of it published in Japan in Japanese. So it’s good that we’ve brought out this version to be widely available in the USA and UK. These new versions help such classic tales to remain in people’s minds rather than be forgotten. It helps a new generation come to this kind of classic book. I also hope people will appreciate how beautiful Ai has made the pages.”

Covering a wide range of topics relating to creating comics, you can read the interview in full here on the Tuttle Publishing web site.


Sean Michael Wilson is an award-winning writer from Scotland, who currently lives in Japan. He is the author of over 30 books, the editor of the critically acclaimed collection AX:alternative manga (Publishers Weekly‘s “Best ten books of 2010” and nominated for a Harvey award).

As an author, he has published many manga version of Japanese classics, including The GardenManga Yokai StoriesThe Book of Five Rings, the International Manga Award-winning Secrets of the NinjaThe 47 Ronin and Cold Mountain, the latter the winner of the China Comic and Animation Competition 2015 “Best Overseas Comic” award.

In 2016, his book The Faceless Ghost was nominated for a prestigious Eisner Book Award and received a medal at the Independent Publisher Book Awards. Secrets of the Ninja, won a International Manga Award in 2017, given by the Japanese government. In February 2021, Wilson was awarded the Scottish Samurai Award from the Order of the Scottish Samurai – a group that celebrates connections between Scotland and Japan – for his contributions as an author.

Inko Ai Takita was born in Kyoto, Japan. She grew up with manga comics, both reading and drawing them. After graduating from Kyoto Zokei University of Art & Design, she moved to England and studied at Central St. Martin’s College of Art & Design. She now lives in the UK where she delivers manga workshops in schools, galleries, museums, and libraries. She has worked as a culture and language ambassador for London University School of Oriental and African Studies. She is the award-winning illustrator of several books, including Manga Yokai StoriesPortrait of Violence, and Tam O’Shanter.

Lady Murasaki Shikibu, born in 978, was a member of the famed Fujiwara clan – one of the most influential families of the Heian period. Her literary ability quickly won her a place in the entourage of the Empress Akiko, where her talents as a female literary master were highly valued. After the death of her husband, Lady Murasaki immersed herself in Buddhist philosophy and the religion’s influences permeate her writings.

• The Tale of Genji is available here from AmazonUK (Affiliate Link) | ISBN 978-4805316566

• Covering a wide range of topics relating to creating comics, you can read Sean’s interview in full here on the Tuttle Publishing web site

ITALIAN VERSION

Creazione di fumetti: Sean Michael Wilson sull’adattamento del romanzo più antico conosciuto al mondo, The Tale of Genji, in manga

L’editore americano Tuttle Publishing ha recentemente pubblicato un adattamento manga di The Tale of Genji di Lady Murasaki Shikibu, il romanzo più antico del mondo, adattato da Sean Michael Wilson e Inko Ai Takita, e Sean è stato recentemente intervistato su questo impegnativo progetto.

Il racconto di Genji è incentrato sulla vita e gli amori del principe Hikaru Genji, un figlio nato da un imperatore del Giappone durante il periodo Heian, che racconta le sue avventure nella vita, nell’amore e nel potere all’interno delle sale della corte reale del crisantemo.

Bello, romantico e talentuoso nell’arte della seduzione, il principe Genji naviga abilmente nella corte e in tutti i suoi intrighi, sempre alla ricerca dell’amore e spesso trovandolo. La sua storia è la più antica e famosa storia d’amore negli annali della letteratura giapponese e, in quanto rappresentazione di passione e romanticismo, rimane senza paragoni.

Cresciuto all’interno della famiglia reale, Genji ha una relazione con Fujitsubo, la giovane moglie dell’imperatore, seguita da numerose relazioni con altre dame di corte.

Lady Murasaki Shikibu scrisse questa storia circa 500 anni prima che Shakespeare mettesse la penna sulla carta. È riconosciuto come il primo romanzo al mondo e i lettori di lingua inglese possono ora vivere la storia in stile manga per la prima volta.

Superbamente illustrata e raccontata, questa interpretazione visiva del classico più importante del Giappone offre uno sguardo intimo ai costumi e agli intrighi sociali nella corte dell’era Heian nel Giappone medievale e alla rappresentazione del principe Genji come il cortigiano maschio ideale.

Sean rivela che il progetto è nato perché gli è stata data la possibilità di fare un libro su Miyamoto Musashi o sul racconto di Genji mentre ne discuteva con Tuttle.

Dato che ho già scritto due libri su Musashi, volevo invece provare questo tipo di libro molto diverso“, spiega. The Tale of Genji riguarda la politica di corte, il romanticismo e le relazioni di genere piuttosto che la filosofia dei samurai e del bushido. Quindi, fondamentalmente, è stato interessante provare un nuovo tipo di cose per me.

La maggior parte dei miei libri parla di samurai o bushido, o di aspetti filosofici del Giappone“, osserva anche, “quindi questo libro è un po’ diverso in quanto è incentrato sulla politica di corte, sul romanticismo e sulle relazioni di genere di quel tempo”. Senza dubbio alcuni lettori considereranno quindi questo un libro che piace alle lettrici più che ai lettori maschi.

Ma non penso in questo tipo di termini“, aggiunge. “Sicuramente quel tipo di separazione artificiale tra interessi maschili/femminili, tra comportamenti e atteggiamenti maschili/femminili, è il tipo di cosa che stiamo cercando di superare in una società più equa. Quindi non vedo alcun motivo per cui il nostro libro di Genji non debba interessare anche i lettori maschi, e perché i miei libri su Musashi e samurai non debbano interessare anche le lettrici“.

Il libro originale comprendeva più di 1000 pagine e citava 795 poesie. Questa versione manga è di circa 177 pagine e include solo alcune delle 795 poesie, ma nonostante ciò, copre con successo elementi dell’originale come la cultura di corte Heian, l’amore e la lussuria, l’amicizia, i ruoli di genere e il potere.

Questo è l’aspetto difficile di fare questo tipo di adattamenti“, dice Sean riassumendo il lavoro. “A volte il libro originale è piuttosto piccolo, quindi possiamo espanderlo nella nostra versione visiva. Ma il più delle volte è un libro lungo e dobbiamo riassumerlo in qualcosa di più piccolo, spesso molto più piccolo“.

Questo presenta sfide specifiche per me. E in questo caso sottolineo me stesso come scrittore perché prima di tutto è responsabilità dello scrittore farlo, scegliere cosa mettere e cosa togliere, e poi metterlo insieme in una forma coerente nella versione più breve. Anche se, ovviamente, il processo generale è una collaborazione tra me e l’artista“.

Questa è la prima volta che la storia classica è disponibile in un’edizione manga in lingua inglese“, osserva anche Sean. “Anche se in realtà c’è stata almeno una versione manga pubblicata in Giappone in giapponese. Quindi è positivo che abbiamo fatto uscire questa versione per essere ampiamente disponibile negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Queste nuove versioni aiutano i racconti classici a rimanere nella mente delle persone piuttosto che essere dimenticati. Aiuta una nuova generazione ad arrivare a questo tipo di libro classico. Spero anche che la gente apprezzerà la bellezza delle pagine di Ai“.

Coprendo una vasta gamma di argomenti relativi alla creazione di fumetti, puoi leggere l’intervista per intero qui sul sito web di Tuttle Publishing.


Sean Michael Wilson

è uno scrittore scozzese pluripremiato, che attualmente vive in Giappone. È autore di oltre 30 libri, editore dell’acclamata raccolta AX: alternative manga (i “Migliori dieci libri del 2010” di Publishers Weekly e nominato per un premio Harvey).

Come autore, ha pubblicato molte versioni manga di classici giapponesi, tra cui The Garden, Manga Yokai Stories, The Book of Five Rings, Secrets of the Ninja, vincitore dell’International Manga Award, The 47 Ronin e Cold Mountain, quest’ultimo vincitore del premio China Comic and Animation Competition 2015 “Best Overseas Comic”.

Nel 2016, il suo libro The Faceless Ghost è stato nominato per un prestigioso Eisner Book Award e ha ricevuto una medaglia agli Independent Publisher Book Awards. Secrets of the Ninja, ha vinto un International Manga Award nel 2017, assegnato dal governo giapponese. Nel febbraio 2021, Wilson ha ricevuto lo Scottish Samurai Award dall’Ordine dei Samurai Scozzesi, un gruppo che celebra i legami tra la Scozia e il Giappone, per i suoi contributi come autore.

Inko Ai Takita

è nata a Kyoto, in Giappone. È cresciuta con i fumetti manga, sia leggendoli che disegnandoli. Dopo essersi laureata alla Kyoto Zokei University of Art & Design, si è trasferita in Inghilterra e ha studiato al Central St. Martin’s College of Art & Design. Attualmente vive nel Regno Unito, dove tiene seminari di manga in scuole, gallerie, musei e biblioteche. Ha lavorato come ambasciatrice della cultura e della lingua per la London University School of Oriental and African Studies. È l’illustratrice pluripremiata di diversi libri, tra cui Manga Yokai Stories, Portrait of Violence e Tam O’Shanter.

Lady Murasaki Shikibu,

nata nel 978, era un membro del famoso clan Fujiwara, una delle famiglie più influenti del periodo Heian. La sua abilità letteraria le valse rapidamente un posto nell’entourage dell’imperatrice Akiko, dove i suoi talenti come maestra letteraria erano molto apprezzati. Dopo la morte del marito, Lady Murasaki si è immersa nella filosofia buddista e le influenze della religione permeano i suoi scritti.

• The Tale of Genji è disponibile qui da AmazonUK (Link di affiliazione) | ISBN 978-4805316566

• Coprendo un’ampia gamma di argomenti relativi alla creazione di fumetti, puoi leggere l’intervista di Sean per intero qui sul sito web di Tuttle Publishing

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.