Il Palermo Comic Convention, che si è svolto da 9 al 12 dicembre ai cantieri culturali della Zisa a Palermo, ha permesso (dopo due anni e nonostante la pioggia incessante per tutti i 4 giorni), a tanti fan di fumetti, di video giochi, di manga, di anime, di cosplay, di incontrarsi, chiacchierare, giocare, stare insieme, ovviamente senza dimenticare le regole dettate dalle misure anti-covid.

Anche Fumettomania è stata presente al #PCC21, nel fine settimana scorso (sabato e domenica), ed abbiamo potuto incontrare alcuni artisti e tanti amici.

Quello che segue è un reportage fotografico che contiene un unico messaggio: è stato bellissimo rivedersi, continuiamo a farlo anche l’anno prossimo, sia a Palermo, sia a Catania, migliorando tutto quello che è migliorabile perché abbiamo bisogno di questi momenti di aggregazione.

Mario Benenati,
curatore del Sito web magazine Fumettomania


All’Artist Alley, del Palermo Comic Convention, situata all’interno della Sala “Le tre Navate” (Cantieri Culturali alla Zisa)

i visitatori, come il sottoscritto hanno potuto ammirare tanti artisti straordinari, da quelli più conosciuti a tutti gli altri.

Non so se è stata l’atmosfera post-covid (post, rispetto alla quarantena del 2020, che ha sospeso tutte gli avvenimenti compresi la manifestazioni legate ai fumetti ) ma è stata una gioia ri-incontrare gli artisti, chiacchierare con loro, farsi foto, acquistare una loro stampa, un albo, o chi ha potuto farsi fare una commission.

Ho visto nei Cantieri Culturali alla Zisa, location veramente bella (secondo me, molto più bella della Fiera del Mediterraneo), tanti bambini e tante famiglie, oltre i gli adolescenti, i giovanissimi e gli adulti. La risposta della città e dell’hinterland non si è fatta attendere, dunque, nonostante il mal tempo.

Non sono mancati stand di fumetterie colorati pieni di fumetti dai manga ai supereroi (Marvel e DC comics), ai fumetti italiani. Non sono mancati gli spazi per le realtà associative siciliane attinenti al fumetto, ai giochi di ruolo e da tavolo, ai video giochi, all’animazione, ecc., tra queste spiccava la longeva l’ANAFI con l’instancabile Bruno Caporligua, e i Bonelliani Siculi.

Infine, una spazio importante era quello della Scuola del Fumetto/Grafimated di Palermo, che ha permesso ancora una volta a tanti giovanissimi di toccare con mano come viene realizzato un fumetto oppure un’animazione; per gli interessati: chiacchierare con i responsabili e con i docenti della scuola; per gli ex allievi: l’occasione di far vedere il loro book a tre grandi professionisti del settore:

Frédéric Brémaud (Sceneggiatore, talent scout e traduttore per Éditions Glénat BD, Dargaud, ReNoir Comics, Éditions Dupuis, etc…), Alessio Danesi (Supervisore editoriale saldaPress), Paolo Margiotta (Sceneggiatore ed editor Shockdom).

Infine, Fumettomania che ha partecipato con il sottoscritto ha potuto incontrare tanti amici ed amiche, ed ha consegnato due nuovi attestati di socio onorario a Marco Grasso che si distinto negli anni scorsi per il progetto “Sulla stessa barca”, e per il suo continuo sostegno, e a Filippo Marzo che, dal Messico, propone da due anni le sue quattro chiacchiere con grandi autori di fumetti USA, oltre che essere il nostro portavoce nelle Convention negli USA.
Grazie ad entrambi

GLI SCATTI FOTOGRAFICI PIU’ BELLI DA PALERMO COMIC CONVENTION 2021

Tra gli artisti mi hanno impressionato (oltre ai mitici Roberto Diso e a Yoshiko Watanabe), per la spettacolarità dei loro lavori ci sono stati al PCC21:

Stefano Landini

Ha All’attivo diverse collaborazioni, fra cui Marvel DC Comics , Mondadori Comics, Sergio Bonelli Editore. Ha poi dato alle stampe un volume di illustrazioni per la Lucasfilm su Star Wars e per i Marvel Studios su The Avengers. ed È docente presso la Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia)


Davide Fabbri

Esordisce nel 1989 sulle riviste d’autore italiane L’Eternauta, Cyborg e Nova Express, e sul magazine Heavy Metal.
Con la Dark Horse Comics realizza numerose miniserie, da Starship Troopers a Xena e Star Wars.

Per Delcourt Comics in Francia e per Panini Comics Italia viene pubblicata l’intera serie di Star Wars, mentre più avanti vedrà la luce una ulteriore serie dell’universo di Lucas dal nome: Agent of the Empire II

Nel 2014, porta avanti uno storico progetto scritto da Michael Le Galli e Bruno Falba. Pubblicato da Glénat per il 70° anniversario dello sbarco in Normandia (in Historica di Mondadori per l’Italia, nel 2021 Magic Press darà alle stampe l’intera collana).
Torna a collaborare con la DC Comics sulla serie regolare Hellblazer.

Attualmente è al lavoro sulla Collana Audace delle Sergio Bonelli Editore, disegnando una nuova serie de Lo Sconosciuto, con Daniele Brolli ai testi e il compianto Christian Dalla Vecchia alle chine. Il secondo volume è atteso per i primi del 2022.


Edym EM, pseudonimo di Ediberto Messina,

frequenta a Roma la Scuola Internazionale di Comics, specializzandosi presso l’ Accademia di Belle Arti in pittura manieristica

Collabora con la rivista a fumetti Ganesh e nel 2010, per Cagliostro EPress, contribuisce al volume 30 pistole per un mucchio d’oro. Dalla Star Comics viene scelto per una versione online del fumetto di Alessandro Bottero, N.O.X. Seguiranno I-comics e l’horror Gotika.

Sulla storica rivista Lanciostory pubblica la fortunata serie steampunk/western/horror Wild.

Nel 2017 è il primo artista italiano a disegnare la saga di Dago, il giannizzero creato da Robin Wood, il grande scrittore argentino recentemente scomparso.


Glenn Fabry

Ha iniziato la sua carriera nel 1985 con lo sceneggiatore Pat Mills, disegnando Slaine. Con Mills crea la striscia Scatta, per il quotidiano News on Sunday, e poi i lavori per Crisis, Revolver, e Deadine.

Nel 1991 inizia a ideare le copertine di Hellblazer, serie scritta da Garth Ennis. Ha disegnato le cover di Preacher per la Vertigo, seguendo l’amico nei lavori su The Autority e Thor.

Ha anche lavorato su Eternali Nights, l’antologia di Sandman di Neil Gaiman, e sull’adattamento a fumetti del telefilm/romanzo Neverwhere.
Di rilievo il suo lavoro su Costantine, su Judge Dred e su Batman/Judge Dredd.


Rob Di Salvo

Palermitano dallo stile versatile, il suo lavoro come fumettista lo porta a collaborare con produzioni celebri come Marvel, Disney e Lucasfilm: da Spider-Man a Marvel Rising, da Big Hero 6 a #Zootropolis giungendo fino a The Mandalorian e ad altre collaborazioni in Italia.

Per Panini Comics Italia ha realizzato il fumetto spin-off del film di Gabriele Salvatores Il ragazzo invisibile: seconda generazione e per Sergio Bonelli Editore un episodio della serie per ragazzi Creepy Past.


Carole Basile

Catanese classe 1989. Intraprende nel 2008 la carriera di fotografa, realizzando mostre in diverse città italiane.

Dal 2015 torna alla sua prima passione, il disegno, e riprende in mano le matite, e si diploma alla Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia, con specializzazione fumetto.

Lavora agli storyboard del film A Classic Horror Story, diretto da Roberto De Feo e Paolo Strippoli e distribuito sulla piattaforma Netflix.
Attualmente lavora come disegnatrice per la Tunué!


Giovanni Timpano

comic book artist esordisce sul mercato americano su serie #pulp della Dynamite come The Shadow, Lone Ranger, Green Hornet, Vampirella e The Phantom.

Nel 2017 realizza la miniserie crossover con Batman della DC Comics. Per la Image ha lavorato su Cyberforce e creato con Zack Kaplan la serie Eclipse, pubblicata in Italia dalla Panini Comics Italia.

Attualmente lavora per l’ Activision sul comic di Call of Duty: Mobile interno al gioco stesso.
Ha appena visto la luce il suo primo fumetto italiano, Quarantine Prophets, ancora edito da #Panini.


Sal Velluto

Comincia, nell’84, a lavorare come disegnatore di layout e storyboard per cartoni animati come Transformers, Spider-Man and His Amazing Friends, The Incredible Hulk.

Successivamente, nel settore del fumetto disegna prima per Marvel (Moon Knight, Captain America, #SilverSurfer, #BlackPanther), poi per DC Comics ( Justice League Task Force, Flash, Batman Chronicles,JSA, Aquaman) e la Valiant Acclaim (X-O Manowar, Bloodshot).
“Incursioni” in Italia lo hanno portato a collaborare con Star Comics (Lazarus Ledd) e Sergio Bonelli Editore (Zagor – Sergio Bonelli Editore e Tex – Sergio Bonelli Editore).

Dal 2007 fa anche parte del team di disegnatori di The Phantom (l’Uomo Mascherato, il prototipo di ogni eroe in suit) per Egmont in Scandinavia, Frew in Australia e Hermes Press negli Stati Uniti.
Black Panther ha visto dal 1999 al 2002 una sua lunga “run” di 34 numeri, che l’ha reso l’artista più prolifico sulla testata. Alcuni dei design originali di Sal Velluto appunto per #BlackPanther sono stati utilizzati nel film omonimo vincitore di 3 premi #Oscar nel 2019.


Ester Cardella

Classe 1992, studia presso la Scuola Del Fumetto Palermo, subito dopo fa esperienza nel mondo delle illustrazioni lavorando per diversi committenti privati, trattando prevalentemente temi #erotic e #dark.

Ha collaborato con le Edizioni Inkiostro e al momento è al lavoro su numerosi progetti, prevalentemente per il mercato statunitense.


IGNAZIO PIACENTI

Nato a #Palermo e da sempre appassionato di #comics, si forma presso il Liceo Artistico “Damiani Almeyda” per poi continuare gli studi presso l’ Accademia delle belle arti di Roma come scenografo.

Comincia come colorista per la Dream Colours nel progetto fantasy #Niham, successivamente realizza per la Scuola del Fumetto di Milano la graphic novel in due volumi il Giglio nero. Caricaturista per il Teatro Ditirammu, collabora con la Seven Age per la creazione di diversi numeri di Cronache di legend, e con diversi editori come copertinista (Giornale di Sicilia, Pietro Vittorietti Edizioni, Passenger Press).

Con Evoluzione Publishing/ Leviathan Labs dà alle stampe la ministoria Il Dio atomico del mondo nucleare, mentre con la Weird Book realizza il fumetto fantasy Ritual (in fase di pubblicazione).


Fabio D’Auria

Esordisce come colorista a 22 anni con Bonerest per la Magic Press. Dal 2004 ha lavorato in Italia, Francia e Stati Uniti (fra le testate, Amazing SpiderMan e Dylan Dog – Sergio Bonelli Editore).

Ha coordinato per la Tiwi la parte animata di The editor is in, prima serie televisiva della Sergio Bonelli Editore prodotta per Sky Arte, per cui ha anche disegnato le animazioni principali.

Nel 2017 è uscito in Francia il volume 8 della serie Oracle, per l’editore Éditions Soleil (in Italia per Panini Comics Italia) e alcune storie brevi per Petit&Petit. Ha appena ultimato una storia di Tex di prossima pubblicazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.