Film_Ho conosciuto Magnus_rid
Locandina del film: “Ho conosciuto Magnus”, che è un progetto ABC Arte Bologna Cultura, realizzato grazie al sostegno di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Unicredit e Hera. © degli aventi diritti, per gentile concessione

RICEVO E DIFFONDO con molto piacere…

MAGNUS E L’ALTROVE. FAVOLE, ORIENTE, LEGGENDE

Mostra promossa dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna

INVITO MAGNUS_lato a

Si è appena conclusa la conferenza stampa di presentazione della grande mostra MAGNUS E L’ALTROVE. FAVOLE, ORIENTE, LEGGENDE, promossa dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. La mostra sarà inaugurata domani alle ore 18.30 nella sede della Fondazione (via delle Donzelle 2 a Bologna) e resterà aperta fino al 6 gennaio 2016 con ingresso libero. In allegato l’invito all’inaugurazione.

Cliccando qui potete scaricare la cartella stampa distribuita questa mattina: all’interno anche una selezione di immagini con relative didascalie. Si trova tutto nell’area stampa del sito della Fondazione: http://fondazionedelmonte.it/area-stampa/cartelle-stampa/

Grazie per l’attenzione e buon lavoro.

Paola Frontera
Comunicazione e Ufficio Stampa

Fondazione del Monte
Via delle Donzelle, 2
40126 Bologna
051 2962503  mob. 320 4395813

[email protected]
[email protected]
www.fondazionedelmonte.it

16. Copertina del volume “Magnus prima di Magnus”, pubblicato in occasione della mostra “Magnus e l'altrove” (Alessandro Editore). © degli aventi diritti, per gentile concessione
16. Copertina del volume “Magnus prima di Magnus”, pubblicato in occasione della mostra “Magnus e l’altrove” (Alessandro Editore). © degli aventi diritti, per gentile concessione

Stralcio del comunicato stampa

Bologna, 20 novembre 2015 – Una grande mostra con 140 tavole originali, disegni, illustrazioni mai viste e documenti inediti, un libro e un film: tutto per ricordare e riscoprire Magnus, nome d’arte del bolognese Roberto Raviola (scomparso il 5 febbraio 1996 a soli 57 anni), uno dei più grandi autori del fumetto italiano, nell’imminente ricorrenza del ventennale della morte. L’esposizione Magnus e l’altrove. Favole, Oriente, Leggende, promossa dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e inserita tra gli eventi della nona edizione del festival internazionale di fumetto BilBolBul, sarà inaugurata sabato 21 novembre alle ore 18.30 negli spazi espositivi della Fondazione, in via delle Donzelle 2 a Bologna.

La mostra resterà aperta fino al 6 gennaio 2016, l’ingresso è gratuito.

4. Magnus: Un'altra illustrazione dal volume “Calabria” della collana “Il Cantastorie delle regioni d'Italia”, ed. Malipiero, 1963. © degli aventi diritti, per gentile concessione
4. Magnus: Un’altra illustrazione dal volume “Calabria” della collana “Il Cantastorie delle regioni d’Italia”, ed. Malipiero, 1963. © degli aventi diritti, per gentile concessione

La mostra

Il percorso della mostra – a cura di Luca Baldazzi e Michele Masini – si apre con 50 illustrazioni a colori, rarissime e mai prima d’ora esposte, realizzate da un giovanissimo Roberto Raviola all’inizio degli anni Sessanta per le collane di libri di favole per ragazzi della casa editrice Malipiero: dalle Mille e una Notte al Mago di Oz, fino alle storie e leggende regionali italiane. In questi lavori si possono già rintracciare le radici dell’immaginario di Magnus, in seguito disegnatore di alcuni tra i più popolari personaggi dei fumetti: Kriminal, Satanik, Alan Ford (su testi di Luciano Secchi, alias Max Bunker) e poi creatore di saghe come Lo Sconosciuto, I Briganti, Le Femmine incantate, fino all’ultimo leggendario Tex realizzato per l’editore Bonelli. In esposizione si vedranno tavole originali, schizzi, bozzetti e copertine da I Briganti, La signora Ning, Le 110 Pillole, Lunario e Le Femmine incantate.

11. Magnus: Madama Luna, da “Le 110 pillole” (1985, © Eredi Raviola – edizioni Rizzoli Lizard).
11. Magnus: Madama Luna, da “Le 110 pillole” (1985, © Eredi Raviola – edizioni Rizzoli Lizard).

Dall’esordio con gli albi di Kriminal (1964) all’epilogo con la storia di Tex La valle del terrore (1996), Magnus ha attraversato (e spesso mescolato) il nero e il comico-grottesco, la spy-story e l’avventura, il giallo e la fantascienza, il fumetto giornalistico “di realtà” e la favola orientale, l’erotico e il pornografico, il folklore dell’Appennino emiliano e il western: una varietà impressionante di geografie e generi del racconto popolare, interpretato di volta in volta con altrettanta poliedricità di stili grafici. Un feuilleton lungo più di trent’anni, nel corso dei quali è rimasto autore sempre riconoscibile e amatissimo (dai lettori prima che dalla critica) nonostante i frequenti cambi di rotta. Kriminal, Satanik, Alan Ford e il gruppo Tnt, Lo Sconosciuto, I Briganti, La Compagnia della Forca, Milady, Le Femmine incantate, Tex: nella sua carriera i personaggi passano, ma su ognuno di loro, anche quelli non ideati ma “solo” disegnati da lui, resta impressa la firma di Magnus. Che l’autore trasformò non a caso, a un certo punto, nell’esagramma 56 dell’I Ching, il Libro cinese dei mutamenti: il simbolo che rappresenta il Viandante. Ovvero “colui che non smette di cercare”.

5. Magnus: “Le femmine incantate”. Copertina per la rivista mensile di fumetti “Comic Art” n. 64 / 1990. © degli aventi diritti, per gentile concessione
5. Magnus: “Le femmine incantate”. Copertina per la rivista mensile di fumetti “Comic Art” n. 64 / 1990. © degli aventi diritti, per gentile concessione

….
Il percorso si chiude con un eccezionale e finora inedito video-documento, ritrovato dal critico ed esperto di fumetti Silvano Mezzavilla. Magnus parla del suo lavoro e risponde alle domande dei lettori durante un incontro alla manifestazione Treviso Comics l’11 marzo 1995, meno di un anno prima della sua morte. A quell’evento parteciparono anche Franco Matticchio e Moebius, il maestro del fumetto francese, uno dei più grandi autori internazionali della letteratura disegnata, che ebbe in quell’occasione per l’arte di Magnus parole di grande elogio.

12. Magnus: tavola dalla storia a fumetti “Le damigelle dell'arcobaleno”, da “Lunario 1995” (© Eredi Raviola – edizioni Rizzoli Lizard).
12. Magnus: tavola dalla storia a fumetti “Le damigelle dell’arcobaleno”, da “Lunario 1995” (© Eredi Raviola – edizioni Rizzoli Lizard).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.