immagine disegnata da Hugo Pratt

Inizia questo lunedi un nuovo approfondimento di Dario Janese su Zagor, LO SPIRITO CON LA SCURE, e siamo sicuri che sarà molto apprezzato anche in terra sicula dove c’è un bel gruppo di fan di Zagortenay.
Buona lettura
Mario Benenati, curatore del web magazine “La Mediateca di Fumettomania”

Nota introduttiva per chi ci legge: questi articoli (estratti dal blog di Dario: “Lone Ranger, di storia critica del fumetto”) vengono ri-pubblicati, a distanza di oltre sette anni, nel nostro web magazine e completati con l’aggiunta di immagini.


da LONE RANGER,
un BLOG DI STORIA CRITICA DEL FUMETTO

LO SPIRITO CON LA SCURE ovvero L’EROE DEI TRE MONDI

(Articolo originario del 17.10.12)

copertina del n. 1 di Zagor © SBE

Il più atipico tra i personaggi classici del fumetto italiano nasce nel 1961 dal desiderio di Sergio Bonelli di creare una serie di avventure a 360 gradi, emancipandosi dalle atmosfere western di TEX, celeberrima creatura del padre Gianluigi. L’ambientazione non è dissimile – l’America di inizio Ottocento (non fine 800, come indicato in origine, nda), allora massima palestra dell’immaginazione cinematografica e fumettistica – ma con una visuale e delle sfumature completamente diverse. Per cominciare, il protagonista non è né un rappresentante della legge, né un ribelle, né alcun altro degli stereotipi di genere (pistoleri, cacciatori di taglie etc.): Z è un vigilante, elettosi al ruolo di difensore dei deboli e di una giustizia morale e non istituzionale, al centro e a capo di un territorio selvaggio chiamato DARKWOOD.

Risulta abbastanza evidente anche a una prima lettura come l’Autore abbia sapientemente mescolato varie matrici narrative cercando una combinazione del tutto originale: se le affinità con Tarzan sono immediate e ovvie in più punti – il re della foresta, l’urlo di battaglia, la vaga assonanza del nome – altre sono meno palesi ma di maggior sostanza. La foresta e il suo stesso nome richiamano SHERWOOD e il suo signore Robin Hood , mentre le caratteristiche di mistero e sacralità di cui Z si avvolge per mantenere una presa sulle tribù locali riporta subito a PHANTOM, da noi noto come l’UOMO MASCHERATO. Proprio quest’ultimo è a mio avviso il predecessore ideale del nostro eroe: il “fantasma che cammina” mi pare il più chiaro antenato dello “spirito con la scure“, che come lui ama fare le sue apparizioni cerimoniali tra le tenebre ed artigianali effetti speciali, suggerendo una sua valenza sovrannaturale, potente arma psicologica contro molti nemici.

Prova di stampa ripassata da Gallieno Ferri per lo Zenith 71, una delle sue immagini più famose
Prova di stampa ripassata da Gallieno Ferri per lo Zenith 71,
una delle sue immagini più famose

“I criminali sono gente codarda e superstiziosa” afferma il capostipite di tutti i vigilantes, nientemeno che BATMAN, il Cavaliere Oscuro. E con Batman Zagor ha in comune l’origine nell’uccisione dei genitori, per
vendicare i quali ha inizio la carriera di ciascuno. Ma qui finiscono le somiglianze, perché proprio dalla vicenda della nascita di ZAGOR si sprigiona quell’unicità che darà un segno distintivo inconfondibile al personaggio, motivandone il fascino.

Gli eroi precedenti erano clear-cut, uomini alla John Wayne, interpreti di un’ideologia binaria di bene e male chiari e contrapposti come il bianco e nero dei vecchi films: Z sarà l’eroe della dialettica tra i mondi, delle sfumature, esploratore delle tonalità di un grigio cui spesso apparteranno gli stessi suoi nemici, per la prima volta interrogati nei loro moventi e non sempre condannati, anzi a volte persino redenti.

Odissea Americana: zagor e cico
Odissea Americana

Come nasce, allora, l’enigmatico signore della foresta di Darkwood?

1- continua

Janisch

BREVE BIOGRAFIA

Dario Janese, torinese, 1964, sociologo e storico americanista, dall’infanzia cultore del Fantastico in tutte le sue forme espressive. Scrittore, saggista e curatore di laboratori letterari e di informazione civile, ha tenuto cicli di divulgazione dell’opera di Lovecraft, Ballard e Pasolini e di lettura storica delle Scritture. Da vari anni conduce un blog (Lone Ranger) di storia critica del fumetto e vari gruppi Facebook sulle espressioni del Fantastico nella cultura popolare.

GLI ARTICOLI DI DARIO, SU ZAGOR, SONO:

13 del 10-02-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/lo-spirito-con-la-scure/

14 del 17-02-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/il-nome-di-nascita-di-zagor-e-patrick-wilding/

15 del 24-02-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/gli-episodi-piu-interessanti-della-serie-zagor/