11168463_10205485839857352_7767397188654563795_n

Mentre stamattina alle ore 10:00, all’Istituto comprensivo “B. Genovese”, si conclude il secondo progetto (“SHOAH e FUMETTI”) realizzato quest’anno nelle scuole barcellonesi, con l’incontro  insieme al disegnatore messinese Lelio Bonaccorso, finalmente riesco a postare il breve reportage scritto e fotografico relativo alla conclusione del primo progetto, LE FIABE ILLUSTRATE, che è avvenuta lo scorso 9 maggio.
Buona visione e buona lettura.
Mario Benenati

<<Abbiamo realizzato un progetto, ed un incontro finale, con un numero di ragazzi mirato; non ci interessa riempire la sala ma, puntiamo alla qualità dell’offerta formativa e didattica>>.

Questa la sintesi del discorso introduttivo del Preside Angelo Cavallaro, Dirigente dell’istituto Comprensivo “C.S. D’Alcontres”, sito in Barcellona P.G.. giorno 9 maggio per il momento conclusivo del primo progetto realizzato quest’anno nelle scuole barcellonesi.
Le due classi della Scuola Secondaria di I grado “C.S.D’Alcontres” hanno molto apprezzato l’illustratrice messinese, Anna Leotta, che vive e lavora da oltre dieci anni a Napoli, e sono rimasti affascinati ed ammaliati dalle parole e dalle sue spiegazioni, sui suoi lavori, sull’illustrazione in generale, e sulla passione e la perseveranza che ci vogliono per realizzare i propri sogni.
<<Le fiabe non sono così lontane dalla realtà>>, dei nostri giorni, ed <<hanno ancora qualcosa da insegnarci>>, diceva Anna mentre ha visitato la mostra in compagnia delle due classi.
Un altro bel momento è stato quello in cui ogni studente, della classe di prima media, ha spiegato all’autrice il proprio disegno frutto della rilettura del libro “Jack l’ammazzagiganti”.  E’ toccato, infine,  alla maestra Pippa Cilona ed ai ragazzi della classe quinta di Calderà, descrivere il pannello con i loro disegni, tutti incentrati sulla recita “Il fantasma di Canterville“, tratta dalla omonima fiaba di Oscar Wilde, recita che a fine anno i ragazzi rappresenteranno.

L’incontro è proseguito nell’Aula magna, della stessa scuola, con le domande dei bambini, delle maestre, con alcuni interventi del sottoscritto, con la visione di alcuni disegni legati all’ultimissima opera pubblicata da Anna: la “i piccoli archeonauti, alla scoperta dei Bronzi di Riace” (2015, Laruffa Editore), che vuole essere una piccola guida al Museo di Reggio Calabria“, su testi dell’archeologa Vasiliki Vourda.

La mattinata si è conclusa con i ringraziamenti del Preside, del sottoscritto responsabile e coordinatore del progetto, e dell’Autrice, e con alcune foto di gruppo.

P.S.: Questo post viene pubblicato con qualche giorno di ritardo, perché il sottoscritto, com scritto nell’introduzione, è stato subito impegnato nella conclusione del secondo progetto nelle scuole barcellonesi. Sono con il fiato corto!

ALBUM FOTOGRAFICO DEL 9 MAGGIO

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.