immagine disegnata da Hugo Pratt
Lone Ranger: Appunti di Storia del Fumetto dalle Origini a Oggi.
Disney, Marvel, DC, Bonelli e i grandi autori e personaggi indipendenti nell’Arte Grafica Sequenziale.

La vecchia guardia di lettori di fumetti Marvel si lamenta spesso che, negli ultimi decenni, ci sono stati pochi nuovi personaggi carismatici, ed in fondo a parte (forse) la nuova Miss Marvel, non hanno torto. Ci fu un epoca, invece, ed esattamente i 7 anni dal 1971 al 1977 che furono presentati una serie di personaggi, oggi considerati storici, la cosiddetta seconda ondata.

Quelli si che furono personaggi incredibili!
Sarà ancora Dario Janese a raccontarci della seconda ondata in questo articolo.

Buona lettura
Mario Benenati, curatore di Fumettomania Web Magazine


Lone Ranger: Seconda stagione

LA SECONDA ONDATA MARVEL
1971-1977

(post originario del 27/10/2015 dalla pagina social Lone Ranger)

di Dario Janese

Tutto comincia con la fine, citando Chris Claremont.

La fine della prima Età Marvel, quando Stan Lee si fa da parte dalla guida creativa della Casa dopo aver stabilito insieme a Kirby, Ditko, Heck, suo fratello Larry ed Everett le basi del Marvel Universe.

L’idea di un ulteriore sviluppo è già stata gettata in FANTASTIC FOUR (la serie da cui tutto è nato nel ’61), con la nascita degli Inumani nel n. 45 – e quindi, se vogliamo, dall’ingresso di Medusa nel 36 – : ma un tema narrativo prende forma su un’altra testata solo a partire dal n. 64, quando i F4 incontrano Sentry, automa di guardia a un avamposto dimenticato della razza aliena dei Kree.

Di qui sarebbe seguita la discesa di Capitan Marvel sulla Terra e il suo incontro con una giovane Carol Danvers, sua futura erede locale: CAPTAIN MARVEL fu la testata antesignana di una seconda generazione Marvel, che doveva essere presentata via via sulla collana MARVEL SUPER-HEROES dove Mar-Vell era apparso all’inizio nei nn.ri 12-13, e dove nel #18 del 1969 fecero il loro esordio i Guardiani della Galassia.

Ma i tempi erano acerbi e le vendite scarse, per cui la Seconda Ondata dovette attendere.

L’innesco avvenne nel 1971, quando il subentrante Editor Roy Thomas decise di sperimentare il primo stabile team-up tra eroi singoli dai tempi di AVENGERS #1: un incontro improbabile tra il Dottor Strange, al tempo orfano di testata, Sub-Mariner la cui serie stava languendo, Silver Surfer la cui chiusura aveva provocato l’abbandono di Kirby, il tutto al traino di Hulk, il solo a godere di discrete vendite.

MARVEL FEATURE #1 uscì a fine anno presentando al mondo i Difensori, il cui buon exploit incoraggiò prima a rilanciare Dr.Strange sulla nuova testata MARVEL PREMIERE, a riprendere il personaggio di Warlock su THE POWER OF WARLOCK (con l’intenzione poi di farlo incontrare col nuovo gruppo, cosa che poi non avvenne mai, il team-up si limitò a un celebre trittico in HULK ##176/178) e poi mano a mano a introdurre nuove aggiunte in vista di serie soliste.

Così fu la volta dei personaggi sovrannaturali : Dracula in TOMB OF DRACULA, Licantropus su MARVEL SPOTLIGHT 2 e, soprattutto, Ghost Rider sul #5, Man-Thing in SAVAGE TALES #1 e una Catwoman di casa in CLAWS OF THE CAT #1.

La maggior parte debuttò su riviste titolate Marvel-qualcosa, per sfruttare il peso del nome cercando di veicolare il prodotto che potesse fare colpo sul pubblico.

1973

Quando, però, questo accadde nel 1973 con un vigilante di nome Punitore apparso sul 129 dell’ammiraglia AMAZING SPIDERMAN, la natura violenta del personaggio intimidì la redazione che ne fece un uso molto cauto, preferendo privilegiare personaggi dalla violenza più annunciata che reale, come Iron Fist lanciato su MARVEL PREMIERE #15 o Shang-Chi su MARVEL SPECIAL EDITION #15, creati sull’onda del successo americano dei film sulle arti marziali alla Bruce Lee.

Un altro iperviolento, stavolta canadese, provato da Len Wein su HULK ##180-182 sarà invece dirottato nel nuovo gruppo mutante destinato a rilanciare X-MEN, che aveva sospeso la pubblicazione di storie inedite col numero #67 e dopo l’uscita di un GIANT-SIZE affidò dal 94 al giovane Chris Claremont la prova del primo gruppo multi-nazionale e pluri-etnico della Casa delle Idee.

E così, tutto ricominciava dalla fine.


Presto avrebbero fatto seguito Deathlok in ASTONISHING TALES #25, Killraven in WAR OF THE WORLDS #1, Moon Knight in WEREWOLF AT NIGHT #32, Spiderwoman in MARVEL SPOTLIGHT #32, Miss Marvel, Nova, la prima The Cat trasformata in Tigra in GIANT SIZE CREATURES #1 (mentre il costume passerà a un’antica star di storie per teenager, Patsy Walker, col nome di Hellcat in AVENGERS #144), sino all’approdo finale dei vagabondi Guardiani della Galassia a una loro serie in MARVEL PRESENTS #3, a nuove versioni di Ant-Man (Scott Lang in MARVEL PREMIERE #47) e Hulk al femminile (SAVAGE SHE-HULK #1).

La Nuova Onda, di qui, fu inarrestabile.

Non procurò sempre grande qualità narrativa, ma stabilì definitivamente il concetto di un universo in evoluzione e, soprattutto con gli Uomini X di Claremont, ne ampliò la portata e le tematiche sino a farne una realtà letteraria pienamente adulta.

14 – FINE


BREVE BIOGRAFIA

Dario Janese, torinese, 1964, sociologo e storico americanista, dall’infanzia cultore del Fantastico in tutte le sue forme espressive. Scrittore, saggista e curatore di laboratori letterari e di informazione civile, ha tenuto cicli di divulgazione dell’opera di Lovecraft, Ballard e Pasolini e di lettura storica delle Scritture. Da vari anni conduce un blog (Lone Ranger) di storia critica del fumetto e vari gruppi Facebook sulle espressioni del Fantastico nella cultura popolare.


NOTE EXTRA

Precisazione:

TUTTI gli articoli sono estratti dalla pagina FB chiamata Lone Ranger (Appunti di Storia del Fumetto dalle Origini a Oggi. Disney, Marvel, DC, Bonelli e i grandi autori e personaggi indipendenti nell’Arte Grafica Sequenziale), e vengono ri-pubblicati, a distanza di oltre sei-cinque anni, nel nostro web magazine con alcune piccole modifiche, impaginati diversamente, e completati con l’aggiunta di immagini.

Seconda stagione, gli approfondimenti:

Articolo del 22-03-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/le-grandi-liti-marvel/

Articolo del 15-03-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/deja-vu-dove-ho-gia-visto-questa-storia/

Articolo del 08-03-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/i-personaggi-in-cerca-dautore/

Articolo del 01-03-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/alan-class-uno-spettro-si-aggira-per-leuropa/

Articolo del 22-02-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/la-storia-piu-famosa-della-marvel/

Articolo del 15-02-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/elementare-watson-ovvero-la-prevalenza-della-rossa/

Articolo del 08-02-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/ritorno-al-futuro-ovvero-peter-parker-nel-1954/

Articolo del 01-02-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/spiderman-daredevil-strani-incroci-esordi-e-intrighi/

Articolo del 25-01-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/le-copertine-e-le-storie-fantasma-delledizioni-italiane-della-marvel/

Articolo del 19-01-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/gli-episodi-piu-imbarazzanti-della-carriera-delluomo-ragno-e-della-marvel/

Articolo del 12-01-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/le-origini-fantasma-nelluniverso-marvel/

Articolo del 5-01-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/e-se-loki-fosse-stato-leroe-al-posto-di-thor/

Articolo del 28-12-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/hank-pym-eroe-per-caso-ovvero-il-metodo-marvel-1-0/

La prima stagione di Lone Ranger (articoli di approfondimenti scritti da Dario)
la potete approfondire in questa pagina del web magazine:

https://www.fumettomaniafactory.net/appunti-di-critica-fumettistica/lone-ranger-un-blog-di-storia-critica-del-fumetto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.