Nella giornata in cui abbiamo finito di smontare la doppia mostra “Fumettomania da 0 a 30, trent’anni straordinari” settimana, arriva la seconda puntata dello Speciale dedicato ad Anthropocene, nel quale stiamo presentando tutte le opere e tutti gli autori che vi stanno partecipando.

Mettetevi comodi, il viaggio continua da palermo fino all’Inghilterra con… Marco Sonseri e Rosario Reginella (di Palermo) e la Mary & Bryan Talbot (di Sunderland – UK).

Vi ricordiamo che da una settimana circa Anthropocene ha la sua pagina facebook!
Una pagina ricca (visto che fino alla due settimane fa era quella del prestigioso progetto umanitario e culturale chiamato “Sulla stessa barca” che ci ha impegnato dal 2013 al 2016), ecco il link: https://www.facebook.com/fumettomania.anthropocene/

Mario Benenati, ideatore dei progetti culturali di Fumettomania

Video musicale a cura STEREOTOMY – The Alan Parsons Project Tribute Band
(OPERA 35: “ANTHROPOCENE un pianeta da salvare”)


PRESENTA:

LE OPERE DELLA COLLETTIVA

SECONDA PUNTATA

Opera 02: “Il principe, storia incredibile di un viaggio

Testi estratti da “Il Principe, storia incredibile di un viaggio” (BUK BUK Edizioni)

Primo giorno nel deserto. È notte fonda. Siamo fermi. Tre ore di pausa. Si riparte alle quattro. Fa freddo. Mio padre me lo diceva. È colpa del sole. Ti stordisce e ti convince che la sua calura non finisca mai. Invece no. Siamo 120 corpi ammassati. Il contatto ci riscalda. Accanto a me una bambina piange. Ha pochi mesi di vita. Si chiama Amina. Lo so perché la madre le parla e ripete sempre il suo nome. La luna, la guardo, è grande in cielo. Ma è così lontana…

Sesto giorno nel deserto. Ancora sabbia, ancora dune. Ci siamo persi. Oggi una coppia di sposi è caduta dal camion, a una sosta. La donna si è slogata una spalla mentre il marito si è rotto il naso e un polso. C’è un medico tra noi fuggiaschi ma non ha potuto fare molto. Non ci sono cure qui. Soltanto deserto. E pochissima acqua. La stiamo razionando ma non serve. Soffriamo moltissimo.


Marco Sonseri – Rosario Riginella

Pagine complete estratte dal racconto illustrato
“Il Principe, storia incredibile di un viaggio” (BUK BUK Edizioni)

formato dell’opera: A4

Tecnica: acquarello

Biografia:

OPERA 03: RAIN di Mary & Bryan Talbot

IN ESCLUSIVA, LA COPERTINA E LE PRIME 7 PAGINE DELL’ULTIMO GRAPHIC NOVEL
(complete dello script in inglese di Mary)

dei pluripremiati autori inglesi Mary&Bryan Talbot, per gentile concessione degli autori
© Jonathan Cape (prossimamente in edizione italiana)

THE SCRIPT

The layout is landscape and based around a six-panel grid, unless otherwise indicated.

Page 1

Full page. Alexander von Humboldt, with a walking stick and a pack on his back, is walking with a native American companion through Venezuelan landscape.

Page 2
Full page.

Companion: All this used to be forest. In those days, water was always plentiful. Now we have too much or we have none at all.

Humboldt: People in every climate commit this same folly. They chop down the trees, thinking nothing of the consequences for future generations.

Humboldt: The trees, you see, store the water; they enrich the atmosphere and protect the good earth.

Companion: We would never chop down the whole forest. We’re not stupid. Only your people do that.

Humboldt: My people? The white settlers, you mean?

Page 3

Full page.  Humboldt has stopped to write in his notebook.

TEXTBOX: When Forests are destroyed, as they are everywhere in America by the European Planters, with an imprudent Precipitation, the Springs are entirely dried up, or become less abundant. The Beds of the Rivers, remaining dry during a Part of the Year, are converted into Torrents, whenever great Rains fall on the Heights.

TEXTBOX: The Sward and Moss disappearing with the Brush-wood from the Sides of the Mountains, the Waters falling in Rain are no longer impeded in their Course: and instead of slowly augmenting the Level of the Rivers by progressive Filtrations, they furrow during heavy Showers the Sides of the Hills, bear down the loosened Soil, and form those sudden Inundations, that devastate the Country.

TEXTBOX: Alexander von Humboldt, Personal Narrative of Travels to the Equinoctial Regions of the New Continent during the Years 1799-1804.

Page 4-5

CAPTION: 27th December 2015. Thrushcross, Yorkshire.

Aerial view of flood devastation in a small grey-stone Yorkshire town.

Page 6-7

A canal barge and a car are stranded up on a riverbank amid mud and rubble.

A forlorn Christmas tree is lodged in bare tree branches.

There’s a traffic cone in the riverbed mud amid other detritus.

A tree has fallen against the gable end of a house, dislodging some slates.

Outside the house, which has broken ground-floor windows, someone is adding a bin bag to a heap of flood-spoiled household goods (some spoiled curtains, a smashed kitchen table and a washing machine, perhaps).

People in wellingtons are wearily sweeping sludge from the pavement.

Through an open bookshop doorway, we can see destroyed bookshelves and stock all over the floor.

Close-up of a tin can with the ruined remains of a chilli plant in it.

Mary & Bryan Talbot

Pagine estratte dal graphic novel ” RAIN”

Formato delle pagine: variabile, generalmente A4

Tecnica: matite, chine, colorazione digitale

Brevi Biografie degli autori

La dott.ssa Mary Talbot
è l’autrice della graphic novel Dotter of her Father’s Eyes (Jonathan Cape, 2012), illustrato da suo marito, il pluripremiato disegnatore di fumetti Bryan Talbot.

She is an internationally acclaimed scholar who has published widely on language, gender and power, particularly in relation to media and consumer culture. Dotter was the first work she undertook in the graphic novel format. It went on to win the 2012 Costa Biography Award in January 2013, making it the first British graphic novel to win a major literary award.

Mary’s recent academic work includes a third edition of Language and Gender (Polity 2019), a book that continues to be popular with university lecturers and students worldwide. However, she’s probably still best known for her critical investigation of the “synthetic sisterhood” offered by teen magazines.

She held academic posts in higher education for over twenty-five years, mostly in England, but also in Wales and Denmark. In 2004 she was invited as Visiting Professor to Sun Yat-Sen University in Guangzhou, China. She has also done extensive consultancy work, including for the Arts and Humanities Research Council and the Quality Assurance Agency.

Born in Wigan in 1954, Mary married Bryan Talbot and moved to Preston in 1972, where they brought up two sons. She studied English Literature and Linguistics at Preston Polytechnic as a mature student, graduating in 1982 with a first class BA in Combined Studies. She later went on to study at Lancaster University, completing with a PhD on Critical Discourse Analysis in 1990. Employment as Reader in Language and Culture took her to Sunderland in 1997. She still lives in Sunderland, but has been a freelance writer since 2009.

Her second graphic novel,Sally Heathcote, Suffragette, was illustrated by Kate Charlesworth and Bryan. Published by Jonathan Cape in May 2014, it follows the fortunes of a maid-of-all-work as she is swept up the feminist activism of Edwardian England. Her third collaboration with Bryan, The Red Virgin and the Vision of Utopia, was supported by a small grant from Arts Council England. It was published in May 2016, also by Jonathan Cape. Their fourth collaboration also had support from Arts Council England. Entitled Rain, it deals with contemporary environmental issues. It was published by Jonathan Cape in October 2019. She is currently working on another graphic novel project.

Bryan Talbot
debutta nel campo del fumetto nel 1969, e la sua prima strip è del 1972.

I suoi primi fumetti che lo fanno conoscere a livello nazionale in Inghilterra sono del 1975-78, fanno parte del filone underground, e vennero poi ristampati nel volume BRAINSTORM! Nel 1982.

La prima opera che fece conoscere Bryan a livello internazionale fu The Adventures of Luther Arkwright, iniziata nel 1978 come una storia unica a puntate, poi raccolta in un volume, che si trasformarono in 4 volumi. Quest’opera viene considerata dalla critica il primo graphic novel inglese. Nel frattempo, nel 1983 Bryan lavorò in settimanale di fumetti di fantascienza 2000AD, e con lo scrittore Pat Mills produsse tre libri su Nemesis the Warlock (questo fumetto era ambientato in uno “steampunk “vittoriano, con un carattere fortemente antirazzista, e fece vincere a Talbot 4 Eagle Awards).

Nel 1988 il primo volume del “Le avventure di Luther Arkwright “, viene ripubblicato in 9 comic book in Inghilterra dalla Valkirie Press e negli Stati Uniti dalla Dark Horse. In Nomination per otto Eagle awards alla UK Comic Art Convention del 1988, i 9 comic book ne vincono quattro.

Bryan lavorò tra la fine degli anni ’80 e l’inizio anni ’90 per DC Comics su Hellblazer (con Jamie Delano), su Sandman (con Neil Gaiman) e con la maxiserie di 200 pagine the Nazz (nel 1990, con Tom Veitch). La storia “Sandman Special# 1 : Il Canto di Orfeo”, è stato nominato per un premio Harvey. Anche se, a mio avviso, un’altra storia : Sandman n.30 – “August”, ambientata nella Roma imperiale è di gran lunga superiore come qualità, sia nei testi (di Gaiman) sia nei disegni di Bryan. L’autore in quegli anni scrisse e disegnò Mask, una storia in due parti di Batman per la collana “Legends of the Dark Knight”. Per questa storia, fu nominato per due premi Eisner.

Nel 1994-1995 dopo circa due anni di lavorazione viene pubblicato il graphic novel più famoso di Bryan: The Tale of One Bad Rat (La Storia del Topo Cattivo), che narra il percorso interiore ed esteriore di una giovane ragazza che ha subito molestie sessuali all’interno della sua famiglia; nel racconto l’autore utilizza l’espediente del topo cattivo, preso da uno dei personaggi della famosissima scrittrice ed illustratrice per l’infanzia, Beatrix Potter (1864-1943), sia come metafora, sia come metalettura. La Potter fu la creatrice di tanti libri tascabili per bambini, che lei scriveva ed illustrava con tanti animali antropomorfi, nonché del personaggio Peter Coniglio (in Inghilterra è più famosa di Walt Disney), e, a sua volta, ebbe un’infanzia davvero infelice. Bad Rat è una storia di forza e di dolore e di sopravvivenza. Questo graphic novel, ha vinto 7 premi tra cui un Eisner Award, e due Comic Art Awards UK.

Nel 1998 il volume è apparso sul New York Times nell’elenco annuale delle letture consigliate ed è un testo in alcune scuole e università. E’ stato pubblicato in dieci paesi ed è utilizzato in diversi centri di abusi su minori in Gran Bretagna, America, Germania e Finlandia.

Nella metà degli anni Novanta, Talbot ha lavorato su due miniserie di sei numeri, disegnando Teknophage (nel 1995 con wr. Rick Veitch) e scrivendo Shadowdeath (Art David Pugh), pubblicato da Tekno Comix. Teknophage, così come Luther Arkwright e come Nemesis è un fumetto steampunk. Prima c’era il Cyberpunk, la fantascienza dell’era informatica, poi negli anni più recenti è arrivata la corrente steampunk, neologismo che fonda la parole “vapore” (steam) con l’irriducibilità e al trasgressione del “punk”. La maggior parte delle storie ( Film, romanzi, fumetti ) di questo genere ha come sfondo la svolta vittoriana del diciannovesimo secolo, ovvero l’Inghilterra dell’era industriale.

Nel 1999, fu pubblicata la continuazione di Luther Arkright, “Heart of Empire” prima come miniserie di 284 pagine (vincendo un Eagle Award e candidato a due Eisners), e poi in volume cartonato nel 2001, entrambi dall’editore Dark Horse), insieme a una versione su CD-Rom completo con oltre 65.000 parole di commento e ed altri extra. Il libro ha vinto premi anche in Spagna nel 2003. “Cuore dell’Impero” riprende i temi dell’opera originaria, li trasfigura nella figlia di Luther, e nel ritorno dalla morte del capitano Arkwright, e li rappresenta con una maestosità di colori (ad opera di Angus McKie), che diventano parte della narrazione e della “recitazione” dei personaggi, senza per questo perdere la forza evocativa che , nelle avventure di Luther Arkright, era dettata dal rigoroso bianco e nero. Nel nuovo libro c’è una rappresentazione cinica della regalità, il frequente ricorso al sesso e alla violenza e la nauseante critica all’etica del nazionalismo e dell’impero.

Nel 2007 arriva il suo nuovo capolavoro, il graphic novel di 320 pagine, Alice in Sunderland , che è stato pubblicato da Jonathan Cape nel Regno Unito e dalla Dark Horse negli USA. In Inghilterra il libro è giunto alla quarta ristampa. Esistono anche le edizioni in Italia, Spagna e la Repubblica ceca. Per quest’opera è stato nominato per un Quill Award, un Eagle, un Harvey e un Eisner. Alice è un’opera molto intensa, dalle tante caratteristiche: divertente, profonda, molto bizzarra ed anche polemica. E’ un viaggio storico, culturale, geografico, in un luogo sia fisico che mentale, intriso di magia.

La sua attuale serie di romanzi grafici steampunk thriller thriller Grandville, Grandville Mon Amour, Grandville Bête Noire, Grandville Nöel e Grandville Force Majeure sono stati pubblicati in nove paesi. Nel 2012, l’edizione francese di Grandville Mon Amour ha vinto il Prix SNCF per la migliore graphic novel e la serie è stata nominata due volte per un Hugo Award. Il quinto e ultimo volume, Grandville Force Majeure è stato pubblicato nel novembre 2017.

L’adattamento di Bryan di Cappuccetto Rosso per l’antologia Fractured Fables, disegnato da Camilla D’Errico, è stato nominato per l’Eisner Award per il miglior racconto nel 2011.

Nel 2009 Talbot torna allo steampunk con il graphic novel, poliziesco, thriller, Grandville (che ha come protagonista l’ispettore leBrock, un tasso antropomorfo, in un’Inghilterra vittoriana); il romanzo a fumetti pubblicato nel Regno Unito e in altri sette paesi (tra cui l’Italia). Il sequel Grandville: Mon Amour è stato pubblicato nel novembre 2010, mentre a fine dicembre del 2012 è stato pubblicato il terzo volume della serie, Grandville : Bête Noire, ancora inedito in Italia.

Dotter of Her Father’s Eyes, pubblicato nel febbraio 2012 e scritto da sua moglie, la dottoressa Mary M Talbot, è in parte autobiografico e in parte sulla vita di Lucia Joyce, figlia di James Joyce. Ha vinto il Costa Biograohy Award nel 2013, la prima graphic novel britannica a vincere un importante premio letterario. È stato pubblicato in diversi paesi, inclusa la Cina.

Scritto da Mary, con layout di Bryan e artwork finito di Kate Charlesworth, Sally Heathcote: Suffragette è stato pubblicato da Jonathan Cape e Dark Horse nel maggio 2014, con successive edizioni spagnola e tedesca. L’edizione spagnola ha vinto 2 premi ed è giunta alla sesta edizione.

La loro terza collaborazione è stata The Red Virgin and the Vision of Utopia, pubblicata da Cape e Dark Horse nel 2016, insieme alle edizioni francese e spagnola. Bryan sta attualmente illustrando la loro quarta graphic novel

La graphic novel soprannaturale commedia-avventura Cherubs!, scritta da Bryan e disegnata da Mark Stafford, è stata pubblicata da Dark Horse nel gennaio 2013.

Bryan ha tenuto mostre personali di Comic Art in Lancashire, Cumbria, Londra, Toscana, Finlandia, Svezia e New York, è apparso in numerose altre ed è spesso ospite di festival internazionali di fumetti. Nel 1998 ha tenuto un corso di fumetto di cinque giorni presso l’Università Ouro Preto, in Brasile e nel 2004 ha insegnato alla Comic Art School di Firenze. Insegna anche il corso residenziale annuale di cinque giorni “Scrittura creativa per graphic novel” per la Fondazione Arvon

Nel 2000, ha ricevuto l’annuale San Diego Comicon Inkpot Award per “Outstanding Achievement in Comic Arts”. In Adult Comics di Roger Sabin (Routledge 1993) è citato come uno dei creatori della forma di graphic novel. Nel 2009 è stato insignito del dottorato onorario in arti per il suo “Eccezionale contributo alle arti come scrittore e artista grafico” dalla Sunderland University e, nel luglio 2012, un dottorato in lettere dalla Northumbria University.

Nel luglio del 2012 è stato insignito di una Laurea honoris causa in Lettere, dalla Northumbria University , un riconoscimento del lavoro della sua vita ( o meglio della sua carriera ) nel campo di graphic novel. Nel novembre del 2012, nell’ambito di Lucca Comics and Games 2012 ha ricevuto l’attestato benemerito di socio onorario della nostra associazione culturale.

Bryan e Mary, insieme all’artista Sean Phillips, sono i patroni fondatori del The Lakes International Comics Art Festival, giunto alla sua sesta edizione, il primo festival di fumetti in stile europeo nel Regno Unito. È anche il direttore artistico di Wonderlands, l’annuale UK Graphic Novel Expo che si tiene nella sua città natale di Sunderland dove, nel 2014, ha progettato la Keel Line, una striscia di pavimentazione in granito lunga 230 metri che illustra la storia della città, che attraversa la sua nuova Keel Square.

Bryan nella sua cinquantennale carriera ha tenuto sei mostre personali di fumetti in Lancashire, a Londra, in Toscana, in Finlandia, in Svezia e a New York, ed è spesso ospite di festival internazionali di fumetti. Nel 1998 ha tenuto un corso di fumetti di cinque giorni all’università Ouro Preto, in Brasile e nel 2004 ha tenuto conferenze presso la Scuola del Fumetto a Firenze.


NOTE EXTRA

“ANTHROPOCENE” PROJECT by FUMETTOMANIA

L’incipit del progetto

“I cambiamenti climatici ormai ci impongono una presa di coscienza: ognuno di noi, levando la propria voce può fare la propria parte per denunciare quello che sta succedendo e contribuire al tentativo di salvare il nostro Pianeta.

Ce lo chiedono i nostri figli, i nostri nipoti, i ragazzi che incontriamo nelle scuole. Ce lo chiedono coloro a cui lasceremo in eredità la Terra. “

Il nostro progetto trae spunto da

IL FILM DOCUMENTARIO Antropocene – L’epoca umana, che esplora l’impatto dell’uomo sulla Terra
(Fondazione Culturale N. Stensen with Valmyn Distribution),
Versione gratuita in inglese del film  Antropocene – L’epoca umana, il documentario che esplora l’impatto dell’uomo sulla Terra
(Fondazione Culturale N. Stensen with Valmyn Distribution)

DUE VIDEO DELLA SERATA DI APERTURA DELLA MOSTRA “FUMETTOMANIA DA 0 A 30” (6 NOVEMBRE 2021)

Video a cura di Manu Reitano, con uno stralcio dell’introduzione alla mostra “Fumettomania da 0 a 30, Trent’anni straordinari!” © Manu Reitano e Fumettomania Factory, si autorizza la riproduzione
Video intervista di Francesco Anania per AMNotizie dalla mostra “Fumettomania da 0 a 30, Trent’anni straordinari!” © AMnotizie e Fumettomania Factory, si autorizza la riproduzione

PER SAPERNE DI PIU’
O PER PARTECIPARE AD ANTHROPOCENE

Vi invito a leggere  sul  nostro web magazine qualcuno dei prossimi 5 articoli (anche tutti se fosse possibile), perché vi sono spiegati in maniera molto dettagliata il progetto e i nostri obiettivi.

  1. abbiamo presentato il progetto con l’articolo del 12-02-2021
     https://www.fumettomaniafactory.net/fumettomania-ha-lanciato-antropocene-un-nuovo-mega-progetto/
  2. abbiamo iniziato a diffondere la scheda tecnico-informativa (in italiano ed in inglese) per parteciparvi, https://www.fumettomaniafactory.net/antropocene-come-partecipare-al-progetto-scheda-informativa/(Articolo del 26-02-2021)
  3. abbiamo presentato una ricca bibliografia, con l’articolo del 04-03-2021,
     https://www.fumettomaniafactory.net/una-bibliografia-di-supporto-per-partecipare-ad-antropocene/
  4. e l’abbiamo ripresentata aggiornata, insieme alla deadline del progetto, lo scorso 7 agosto 2021
    https://www.fumettomaniafactory.net/anthropocene-progetto-settembre-fumettomania/
  5. ed ancora abbiamo dato un ulteriore aggiornamento sui temi ambientali con l’articolo del 14 agosto 2021 https://www.fumettomaniafactory.net/clima-drammatico-dossier-onu-codice-rosso-per-intera-umanita/

Inoltre

ed infine abbiamo diffuso un secondo progetto inglese, un libro, sempre attinente al nostro progetto https://www.fumettomaniafactory.net/anteprima-europea-selfless-giant-il-fumetto-di-andy-serkis-per-the-most-important-comic-book-on-earth/

Senza contare la rassegna stampa che abbiamo avuto finora tra i quali spicca l’articolo sul blog inglese downthetubes.net, https://downthetubes.net/?p=125348 curato da John Freeman, l responsabile stampa del Lakes International Comic Art Festival, un bel festival inglese che si svolge ogni anno a Kendal nella regione della Cumbria.

Negli articoli sopraindicati trovate anche le SCHEDE TECNICHE (in Italiano ed in Inglese) per coloro che vorranno ancora aderire e partecipare al progetto, l’indicazione delle SCADENZE (deadline) del progetto, ed anche un po’ di materiale , di LINK e di file PDF a supporto.

Infine trovate anche la BIBLIOGRAFIA, che abbiamo realizzato (e che viene aggiornata costantemente) a supporto delle Biblioteche, dei Musei e dei Centri Culturali che ci supportano, ed anche delle Scuole del fumetto, e degli Istituti Scolastici comprensivi della nostra città e dell’hinterland che vorranno aderire alla versione personalizzata, proprio per le Scuole, di questa progettualità.

“ANTHROPOCENE” PROJECT by FUMETTOMANIA

Siamo arrivati a :

46 opere ricevute, 51 artisti partecipanti, ed una sponsorizzazione importante
(che ci ha permesso di stampare tutte le opere digitali in formato cartaceo),

ed altre quindici opere circa sono in arrivo entro fine dicembre

I loghi dei supporter-partner della collettiva "Anthropocene Project by Fumettomania"

La DEADLINE per partecipare al progetto è ancora aperta

SECONDA CONSEGNA
30 DICEMBRE 2021

FEBBRAIO – APRILE 2022

PRIME MOSTRE ESPOSITIVE ITINERANTI IN ALTRE CITTA’ ITALIANE

TERZA CONSEGNA
31 GENNAIO 2022

QUARTA ED ULTIMA CONSEGNA
31 MARZO 2022

NUOVA MOSTRA ESPOSITIVA A BARCELLONA P. G.
(MAGGIO 2022)

Tutte le Opere di Autori professionisti
insieme ai lavori degli STUDENTI delle scuole che hanno partecipato al progetto

ALTRE MOSTRE ITINERANTI DA GIUGNO A DICEMBRE 2022,
IN ALTRE CITTA ITALIANE e STRANIERE (Kendal, UK)

E probabilmente … altre mostre anche nel 2023

RICORDARSI DI SALVARE IL NOSTRO PIANETA ….

immagine free scaricati da siti liberi da diritti..

ALCUNE DATE UTILI

22 aprile: Earth Day

5 giugno: World Environment Day

8 giugno: World Oceans Day

7 settembre: Giornata mondiale dell’aria pulita

19 settembre: World Cleanup Day

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.