immagine disegnata da Hugo Pratt
Lone Ranger: Appunti di Storia del Fumetto dalle Origini a Oggi.
Disney, Marvel, DC, Bonelli e i grandi autori e personaggi indipendenti nell’Arte Grafica Sequenziale.

Ci sono personaggi nati vincenti, come Superman o Batman o Spiderman, ed altri nati in modo abbastanza anonimo che esplodono successivamente, come gli X-Men o Warlock o, in tempi più recenti, i personaggi di Moon Knight, Deadpool , Mystica, Psylocke, Sabretooth e Bullseye.
E ce ne sono altri, anche di lunghissima data, che non hanno mai trovato una vera collocazione nel loro universo narrativo. Proprio di quest’ultimi ci racconta oggi Dario Janese.

Buona lettura
Mario Benenati, curatore di Fumettomania Web Magazine


Lone Ranger: Seconda stagione

I PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE

(post originario del 22/062015, dalla pagina social Lone Ranger)

di Dario Janese

Ant Man da tales of astonish #35

Ci sono personaggi nati vincenti, come Superman o Batman o Spiderman, ed altri nati in modo abbastanza anonimo che esplodono successivamente, come gli X-Men o Warlock o, in tempi più recenti, i personaggi di Moon Knight, Deadpool , Mystica, Psylocke, Sabretooth e Bullseye (sfido il 95% dei lettori a ricordare dove apparve la sua prima 1a versione, molto prima che in DAREDEVIL).

Hank Pym.

E ce ne sono altri, anche di lunghissima data, che non hanno mai trovato una vera collocazione nel loro universo narrativo.
Parlando di Marvel, l’archetipo del genere è sicuramente Hank Pym. Alias Ant-Man, alias Giant-Man, Alias Golia, alias Yellowjacket (che i genii alla Corno tradussero “Giacca Gialla” in UOMO RAGNO 16!), alias…er…. Wasp (non chiedete).
Quinto nato dell’Età Eroica alla Casa delle Idee – o addirittura secondo per retro continuity, visto che l’uomo che diventerà Ant-Man nel Settembre ’62 era comparso in un albo autoconclusivo di Gennaio, poi ripescato come matrice per una nuova serie solista – , il brillante biologo Henry Pym non è mai riuscito ad assumere una fisionomia convincente e definitiva.

una vignetta dedicata alle tante trasformazioni di Hank Pym

Gli si è dato un passato tragico di vedovo, gli si è affiancata una fatua e sexy compagna in Janet Van Dyne (alias…er, Wasp), lo si è reso membro fondatore dei Vendicatori, lo si è fatto entrare e uscire dal Gruppo più volte di una rockstar capricciosa, lo si è reso padre virtuale di un robot genocida di appeal molto superiore al suo (tanto che al cinema Ultron è stato attribuito al genio carismatico di Tony Stark!), lo si è visto abusare della coniuge – prenderla a pugni nel continuum normale, farla quasi sbranare dalle formiche nella triste versione Ultimate -, lo si è fatto espellere dagli Avengers, finire in carcere, sprofondare nella depressione, risorgere e ridiventare Giant-Man, farsi adescare da una stagista un pò troppo giovane (…) e quindi sequestrare e sostituire come un tordo dagli Skrull, e restare per la 2a volta vedovo…. ma nulla di tutto ciò lo ha reso un carattere finito e imponente nel Marvel Universe.

Altro caso delicato è DRAGO-LUNA:

creata dal padre di Sub-Mariner Bill Everett come villain occasionale in IRON MAN 54 con lo pseudonimo più ridicolo mai sentito (“Madame MacEvil”, la Signora De’Perfidia!!! Tipo Carica dei 101), viene inserita da Jim Starlin nell’affresco della prima Thanos Saga, e dotata di una fantasiosa origine in DAREDEVIL 105: ma il creatore di Thanos non le dedicherà mai grande attenzione, forse non essendo una sua creatura; la discinta telepate calva inizierà a non prenderne una: perde il ruolo di Madonna Celestiale – e non a favore di una tipo Jean Grey, ma di… Mantis! -, entra nei Vendicatori, ma nell’epico scontro del Gruppo con il semidio Korvac lei simpatizza col villain e si sfila lasciando soli i compagni; cerca di imporre la pace sulla Terra conquistandola (questa è originale), usa i suoi poteri mentali per portarsi a letto Thor – modesta, la ragazza – ma viene sconfitta e processata su Asgard non prima di aver ucciso il suo stesso padre, Drax il Distruttore (poi risorto, tranquilli, lo fa spesso).

Non contenta delle figuracce, si lascia trasformare in un perfido drago e ammazza la Valchiria prima di venire esorcizzata. Purificata, viene clonata sul suo mondo adottivo Titano. Qualcosa nel processo deve esse andata storta perché dopo la rinascita non trova di meglio che sedurre Marlo Chandler, legale moglie del miglior amico di Hulk Rick Jones: finita in modo imbarazzante la storia, si sposta a fare danni nello spazio, dove si mette con l’altro bell’elemento che risponde al nome di Phyla Vell, figlia di Capitan Marvel. Inutile dirlo, nessuno di questi exploit ha fatto della nostra spocchiosa bisex cosmica qualcosa di diverso da un irritante comprimario senza un ruolo definito.

Altro drammatico spreco è DEATH-STALKER,

magnifico villain di Daredevil parto di Steve Gerber e Bob Brown, sulla base di una vecchia trama di Stan Lee. Layout formidabile, puro fascino gotico e grandi potenzialità sprecate da un uso episodico e frammentario, senza consistenza narrativa: il babau appare, fa paura, non si capisce cosa diavolo voglia e cosa faccia realmente, e poi sparisce di nuovo sino al nuovo numero che finisce per 8 (D.S. compare stranamente in DD 128,138,148 e 158).

DEATH-STALKER,

E quando riceve una storyline un pò più consistente nei nn.155-157, il team creativo viene sostituito per scarso rendimento commerciale e a concludere la storia arrivano Roger McKenzie e Frank Miller, quest’ulitmo ha in mente un impianto narrativo noir nella quale gli esseri sovrannaturali non hanno collocazione. Quindi in poche pagine il tocco mortale di DS viene sbrigato col furto di un’arma ai danni della perfida organizzazione AIM, e il deficiente va materializzarsi in mezzo a una lapide tombale, mandando nello sciacquone anni di costruzione incompiuta e infinite trame possibili.

“A Grave Mistake”, come titola Miller credendo, al solito, di essere divertente e senza sapere di rinnovare una tradizione Marvel inaugurata da Roy Thomas: che proprio su DD aveva stirato nel modo più goffo possibile lo straordinario villain Starr Saxon, che Barry poi-Windsor Smith stava trasformando in un grosso calibrò nonché nel primo cattivo gay della storia locale.

Starr Saxon prima versione du Daredevil

Intento sgradito, autore trasferito (sull’epica macho CONAN, per ironia) e personaggio selettivamente abbattuto. Per essere poi recuperato in modo del tutto discutibile da John Byrne come intelligenza disincarnata sovrana delle macchine (quello che è Hank Henshaw nel mondo DC, con tutt’altro livello e spessore shakespeariano di carattere). Di recente si è visto il triste Machine Smith fare proposte oblique nient’altri che a Tony Stark, l’archetipo del donnaiolo Marvel. Sbilenchi, certe volte, si nasce – ma non come inclinazione sessuale, come senso della realtà.

Lo straniero

Ultimo sfigato del branco, il Signor Nessuno cosmico per eccellenza: il risibile Straniero (in italia lo Sconosciuto), creato da Lee e Kirby in X-MEN #11, ripreso alla fine della famosa saga dell’Iniziato in FANTASTIC FOUR 113/116, villain di una splendida storia di Lee/Buscema in SILVER SURFER 5, specializzato negli anni in apparizioni a ghiribizzo a funestare trame senza costrutto apparente, quasi un deus-ex-machina alla rovescia che complica anziché risolvere, e la cui assenza di origini e contesto è diventata una barzelletta che non fa ridere.

Lo straniero

Persino a Wolverine una nascita l’hanno data, anche se l’hanno fatta scrivere a Paul Jenkins (che sta al fumetto quasi come io posso stare al pattinaggio artistico).
Altro colpo sparato a salve dalla Casa dalle Troppe Idee.

Chi volesse fare segnalazioni al nostro Servizio WWF, si esprima in libertà. Alla Prossima.

11 – FINE


BREVE BIOGRAFIA

Dario Janese, torinese, 1964, sociologo e storico americanista, dall’infanzia cultore del Fantastico in tutte le sue forme espressive. Scrittore, saggista e curatore di laboratori letterari e di informazione civile, ha tenuto cicli di divulgazione dell’opera di Lovecraft, Ballard e Pasolini e di lettura storica delle Scritture. Da vari anni conduce un blog (Lone Ranger) di storia critica del fumetto e vari gruppi Facebook sulle espressioni del Fantastico nella cultura popolare.


NOTE EXTRA

Precisazione, per chi ci legge:

TUTTI gli articoli sono estratti dalla pagina FB chiamata Lone Ranger (Appunti di Storia del Fumetto dalle Origini a Oggi. Disney, Marvel, DC, Bonelli e i grandi autori e personaggi indipendenti nell’Arte Grafica Sequenziale), e vengono ri-pubblicati, a distanza di oltre sei-cinque anni, nel nostro web magazine con alcune piccole modifiche, impaginati diversamente, e completati con l’aggiunta di immagini.

Seconda stagione, gli approfondimenti:

Articolo del 01-03-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/alan-class-uno-spettro-si-aggira-per-leuropa/

Articolo del 22-02-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/la-storia-piu-famosa-della-marvel/

Articolo del 15-02-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/elementare-watson-ovvero-la-prevalenza-della-rossa/

Articolo del 08-02-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/ritorno-al-futuro-ovvero-peter-parker-nel-1954/

Articolo del 01-02-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/spiderman-daredevil-strani-incroci-esordi-e-intrighi/

Articolo del 25-01-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/le-copertine-e-le-storie-fantasma-delledizioni-italiane-della-marvel/

Articolo del 19-01-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/gli-episodi-piu-imbarazzanti-della-carriera-delluomo-ragno-e-della-marvel/

Articolo del 12-01-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/le-origini-fantasma-nelluniverso-marvel/

Articolo del 5-01-2021
https://www.fumettomaniafactory.net/e-se-loki-fosse-stato-leroe-al-posto-di-thor/

Articolo del 28-121-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/hank-pym-eroe-per-caso-ovvero-il-metodo-marvel-1-0/

La prima stagione di Lone Ranger (articoli di approfondimenti scritti da Dario) la potete approfondire in questa pagina del web magazine:

https://www.fumettomaniafactory.net/appunti-di-critica-fumettistica/lone-ranger-un-blog-di-storia-critica-del-fumetto/

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.