immagine disegnata da Hugo Pratt

Chiudiamo l’appuntamento con l’approfondimento su Zagor a cura di Dario Janese. Oggi Dario ci offre una panoramica sugli episodi che lui ha trovato interessanti nella serie.
Buona lettura
Mario Benenati, curatore del web magazine “La Mediateca di Fumettomania”

Nota introduttiva per chi ci legge: questi articoli (estratti dal blog di Dario: “Lone Ranger, di storia critica del fumetto”) vengono ri-pubblicati, a distanza di oltre sette anni, nel nostro web magazine e completati con l’aggiunta di immagini.


da LONE RANGER,
un BLOG DI STORIA CRITICA DEL FUMETTO

GLI EPISODI PIU’ INTERESSANTI DELLA SERIE ZAGOR

(Articolo originario del 23.10.12)

Copertina n. 55 - ZAGOR RACCONTA

Questo è un elenco ragionato degli episodi più interessanti della serie ZAGOR, che per comodità elencherò con la numerazione della 1a ristampa (gli albi in origine uscirono a partire dal 52 di ZENITH GIGANTE, ed ora almeno i primi 50 hanno costi proibitivi).

1 ZAGOR (La Foresta degli Agguati).
Un piccolo truffatore messicano che risponde al soprannome di CICO, basso di statura e sovrappeso, incontra il Signore di Darkwood e stabilisce con lui un rapporto di amicizia che diventerà una curiosa convivenza, peraltro protrattasi fino ai giorni nostri senza mai sollevare uno iota della torbida curiosità che ha sempre avvolto la relazione BATMAN/ROBIN (forse è mancato il punto saliente della differenza d’età a sollecitare il bisogno di scandalo).

11/12 L’ISOLA DELLA PAURA-SULLE ORME DI TITAN.
Zagor incontra quella che diventerà la sua regolare nemesi, il professor Hellingen, folle inventore padrone di un gigantesco automa con cui tiranneggia le popolazioni indiane. Dato per morto, lo scienziato resterà sfigurato e tornerà molti anni dopo minacciando le città americane nientemeno che con dei missili.

Copertina del n. 49 di Zagor: L'UOMO LUPO.

49 L’UOMO LUPO.
Primo scontro con i classici mostri della Universal Pictures: completamente ricalcato sull’immagine del classico film con Lon Chaney, il licantropo è un medico e studioso contagiato dal contatto con un lupo mannaro polacco in America da lui ucciso. Un episodio di culto, straordinariamente raro e pregiato in quanto n. 100 della numerazione originale ZENITH.

55/56 ZAGOR RACCONTA-IL RE DI DARKWOOD.
Per la prima volta Zagor svela a Cico il suo passato, narrando dell’eccidio dei genitori da parte degli indiani su cui il giovane Patrick organizzerà la sua vendetta, solo per scoprire (con geniale coup de theatre) di essere dalla parte del torto fin dall’inizio. La storia evolve quindi nel racconto dell’ascesa al ruolo di Za-Gor-Te-Nay, eroe protoambientalista e difensore dei diritti degli indigeni.

63-65 SFIDA ALL’IGNOTO-RAMATH IL FAKIRO-LA NAVE PIRATA.
Prima Odissea marina di Zagor, imbarcato col capitano Fishleg per investigare sulla scomparsa di una serie di navi da carico, per trovarsi
proiettato in un’America alternativa scoperta dai Vichinghi e rimasta sotto il loro dominio.

Copertina del n. 77 di Zagor: MOLOK!

77 MOLOK!
Secondo mostro di provenienza Universal: stavolta una versione di Frankenstein, un uomo preistorico (?) rinvenuto ibernato tra i ghiacci, che riportato in vita si lancia in una prevedibile furia distruttiva contro un mondo che non capisce.

84 INDIAN CIRCUS.
Episodio a colori in cui Zagor si scaglia contro un circo che sfrutta e aliena indiani strappati dalla loro cultura ed esposti al ridicolo davanti a un pubblico ignorante. Il chiaro riferimento polemico è l’analogo spettacolo itinerante messo su da Buffalo Bill, al secolo William Cody, oggetto di
un caustico film di Robert Altman di 4 anni dopo.

Copertina del n. 87 di Zagor: ZAGOR CONTRO IL VAMPIRO

85/87 ANGOSCIA-ZAGOR CONTRO IL VAMPIRO-ALBA TRAGICA.
Terzo e più famoso incontro di marca Universal: il Dracula Bonelli è il Barone Rakosi, elegante e letale nobile ungherese giunto in America in una cassa di legno portata da servitori in una carovana stranamente funestata da una serie di morti misteriose, tutte notturne. Epico il duello finale, concluso solo dai raggi del sole.

88/89 ODISSEA AMERICANA-LA NEBBIA INFERNALE.
Seconda Odissea, stavolta interna a un territorio ancora selvaggio e denso di pericoli alla Indiana Jones, che gli incauti esploratori diretti verso il sinistro Lago delle Nebbie sembrano attirare su se stessi a castigo della  prometeica presunzione di violare il grembo oscuro di Madre Natura. Conturbante la sequenza in cui Z.stesso cade preda, seppur per ultimo, delle visioni evocate dalla foschia psichedelica del Lago, che gli mostra l’immagine dei suoi genitori scomparsi.

93/95 VUDU-LA NOTTE DEI MAGHI-ZOMBI!
Avventura haitiana di atmosfera stregonesca e dagli annessi no-global ante litteram, in cui il cattivo è lo spietato sfruttatore a capo di una piantagione e le vittime i lavoratori neri, che insorgono attraverso la forza della tradizione tribale e con il temibile strumento della magia rituale.

100 IL MIO AMICO GUITAR JIM.
Incontro-scontro con un simpatico furfante di origine irlandese (come si immagina lo stesso Zagor), bellimbusto armato di chitarra e pistola che, poi redento, diventerà uno dei ricorrenti comprimari in aiuto alle imprese del protagonista.

In seguito l’improbabile coppia Zagor-Cico avrà a che fare con la copia conforme del Mostro della Laguna Perduta, altro classico Universal (110/112), con malvagi druidi celtici, uomini-tigre indiani etc.

In questa fantasmagoria di avventure nello spazio e nel tempo, paradossalmente a restare sullo sfondo sarà il personaggio stesso di Zagor, sempre in primo piano nell’azione ma perennemente fuori scena nel suo interiore: aldilà di un carattere dinamico e sanguigno, intollerante verso ogni tipo di ingiustizia e più propenso all’azione che al fine ragionamento, di lui si saprà sempre davvero molto poco.
Dedito all’amicizia virile ma abbastanza schivo nei confronti delle donne, al contrario del partner Cico ( molte volte impegnato in goffi e sfortunati corteggiamenti di esponenti, di solito caricaturali, del gentil sesso) , mai coinvolto in una passione amorosa compiuta – sebbene oggetto del desiderio di molte, principalmente Virginia, la nipote del Capitano Fishleg, e Frida Lang – Patrick Wilding come persona rimane avvolta e celata nel personaggio da lui stesso creato, nell’impenetrabile e sfuggente Za-Gor-Te-Nay, lo Spirito con la Scure.

3 – fine, per ora

Janisch

BREVE BIOGRAFIA

Dario Janese, torinese, 1964, sociologo e storico americanista, dall’infanzia cultore del Fantastico in tutte le sue forme espressive. Scrittore, saggista e curatore di laboratori letterari e di informazione civile, ha tenuto cicli di divulgazione dell’opera di Lovecraft, Ballard e Pasolini e di lettura storica delle Scritture. Da vari anni conduce un blog (Lone Ranger) di storia critica del fumetto e vari gruppi Facebook sulle espressioni del Fantastico nella cultura popolare.

GLI ARTICOLI DI DARIO, SU ZAGOR, SONO:

13 del 10-02-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/lo-spirito-con-la-scure/

14 del 17-02-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/il-nome-di-nascita-di-zagor-e-patrick-wilding/

15 del 24-02-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/gli-episodi-piu-interessanti-della-serie-zagor/

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.