Lo scorso 29 febbraio abbiamo pubblicato l’ultima puntata (la sedicesima) dello speciale di Fumettomania per i 60 ANNI di DOCTOR WHO, chiudendo così una lunga avventura iniziata il 23 novembre 2023.

Nel frattempo, da maggio in poi, abbiamo apprezzato la nuova stagione televisiva del Dottore su Disney + , anche se è stata di breve durata. In occasione dell’uscita della nuova serie a fumetti dedicata proprio al 15° Dottore (nel Regno Unito, proprio oggi 3 luglio), pubblichiamo in italiano questa recensione di Ian Wheeler, tratta dal blog del nostro caro amico John Freeman.
Consideratelo un articolo extra per i 60 ANNI di DOCTOR WHO.

Il Dottore è tornato, scrivevamo nello speciale, ed anche il suo pubblico! Ancora Auguri per i suoi 60 anni.

Nota bene: Doctor Who © 2023 BBC Studios. Le immagini che pubblichiamo sono solo a fini divulgativi.

Mario Benenati, direttore culturale del magazine online di Fumettomania Factory APS

logo 60 anni doctor who by BBC


Nuovo Banner promozionale per il nuovo DOCTOR WHO, in occasione dei 60 YEARS del DW
Banner promozionale per il nuovo DOCTOR WHO, in occasione dei 60 YEARS del DW © 2023 BBC Studios. Immagine utilizzata solo a fini divulgativi.

Continuiamo a celebrare i 60 anni della serie televisiva Doctor Who

In Review: Doctor Who – The Fifteenth Doctor – Everyone Must Go

(Articolo originario di IAN WHEELER dell’ )


ATTENZIONE: ALCUNI SPOILER

Il fumetto: il Quindicesimo Dottore e Ruby Sunday si imbarcano in nuove avventure attraverso il tempo e lo spazio. I due hanno seguito un misterioso segnale in un centro commerciale negli ultimi giorni della Terra. Sicuramente si tratta di una trappola, ma per trovare la fonte, il Dottore deve affrontare le sue più grandi paure…

Doctor Who – The Fifteenth Doctor #1 (Titan Comics 2024) – Cover A by Artgerm – Diamond Previews Code APR240290
Doctor Who – The Fifteenth Doctor #1 (Titan Comics 2024) – Cover A by Artgerm – Diamond Previews Code APR240290

La recensione

Quando un nuovo attore assume il ruolo del Dottore in televisione, ci sono sempre fan che vengono conquistati in fretta e altri che hanno bisogno di essere più convinti: il Quindicesimo Dottore di Ncuti Gatwa non ha fatto eccezione. Secondo un’analisi obiettiva, tuttavia, credo che la maggior parte dei partecipanti sia d’accordo sul fatto che il suo aspetto sia fantastico. È un bell’uomo secondo qualsiasi definizione e in genere è stato vestito con abiti che gli si addicono, in particolare con il look “cappotto lungo e camicia a righe”, che è il modo in cui il Dottore è vestito in questa prima storia di Titan Comics. Questo lo rende, a mio avviso, particolarmente adatto al mezzo del fumetto e, in questa storia, l’artista Kelsey Ramsay fa davvero un ottimo lavoro nel catturare il Dottore sia dal punto di vista del viso che della rappresentazione della sua personalità unica.

Anche Ruby è disegnata in modo molto efficace e Kelsey riesce a trasmettere l’energia e l’entusiasmo giovanile che Millie Gibson trasmette in modo così efficace sullo schermo.

C’è una sorta di energia grezza nelle opere di Kelsey. Ci sono altri artisti il cui lavoro è forse più “realistico”, in termini di rappresentazione quasi fotografica delle cose che ritraggono, ma c’è una fluidità nelle illustrazioni di Kelsey che permette alle storie di prendere letteralmente vita sulla pagina stampata. L’abile colorazione di Valentina Bianconi, infine, non fa che aumentare l’effetto complessivo.

Doctor Who - The Fifteenth Doctor #1 (Titan Comics 2024)
Doctor Who - The Fifteenth Doctor #1 (Titan Comics 2024)
Doctor Who - The Fifteenth Doctor #1 (Titan Comics 2024)

La Sceneggiatura

Per quanto riguarda la sceneggiatura, vorrei iniziare dicendo che non sono un fan delle storie troppo complesse di Doctor Who, né in TV né sulla carta stampata. Mi piacciono le storie intelligenti ma relativamente facili da seguire e Dan Watters ci riesce sicuramente. Sulla base di questo primo episodio, si tratta di una storia che evita la trappola di essere troppo intelligente per il suo stesso bene, ma che è comunque originale e fantasiosa. Abbiamo detto che alcune storie sono un buon “entry level” di Doctor Who e questo è certamente il caso di questa puntata. Non è necessario avere una laurea in Doctor Who per capirlo, anche se nel frontespizio è presente un utile riassunto del formato del programma per chi non ha molta familiarità con Who.

La storia inizia con un flashback del passato di Ruby, in cui lei racconta al Dottore un incubo d’infanzia. Poi si passa subito a una bella e veloce scena del TARDIS con un bel dialogo tra i due. I due amici arrivano poi in un centro commerciale sulla Terra. La maggior parte dell’umanità ha lasciato il pianeta, ma il centro commerciale è rimasto. Con i suoi soffitti alti e l’architettura futuristica, l’edificio ricorda piacevolmente le Paradise Towers, l’ambientazione di una delle prime storie televisive di Sylvester McCoy.

Il Dottore e Ruby incontrano presto un uomo chiamato Cotton, che non ha lasciato la Terra perché non crede che ci sia qualcosa in cielo. Pensa che tutto ciò di cui ha bisogno possa essere trovato nel centro commerciale. È un commento simpatico sia su alcuni aspetti della teoria della cospirazione sia sull’isolamento sociale che molti di noi provano nel mondo moderno (un tema toccato di recente anche dall’episodio “Dot and Bubble” in TV). C’è un riferimento alla “mavità” di cui avrei potuto fare a meno: ho pensato che fosse un’idea piuttosto debole in TV e non sono sicuro che sia necessario continuare a parlarne anche nei fumetti.

Mentre i due viaggiatori del tempo continuano a guardarsi intorno, il Dottore si rende conto che il centro commerciale è in grado di fornire tutto ciò di cui gli umani rimasti hanno bisogno, senza che debbano pagare: in pratica funziona in automatico. Sembra tutto un po’ bello per essere vero. Come sappiamo, in Doctor Who, se qualcosa sembra troppo bello per essere vero, in genere lo è. E c’è un mistero da risolvere, perché sono stati condotti in questo luogo da un Cyber-gauntlet che hanno trovato nel XVIII secolo. Perché li ha portati qui?

Dopo aver provato alcune delle mode scandalose che il centro commerciale ha da offrire (beh, questo è il Quindicesimo Dottore e Ruby), i due si dirigono verso i livelli inferiori. Nell’oscurità, incontrano una bambina che sembra un po’ familiare. Il Dottore dice alla bambina che tutto andrà bene, una promessa che dura poco quando appaiono dei Cybermen dall’aspetto meravigliosamente retrò, dando vita a un classico cliffhanger.

In conclusione, si tratta di una puntata interessante, accessibile sia ai nuovi che ai vecchi lettori e che cattura davvero l’attenzione del lettore. Per molti versi è una storia più tradizionale e “vecchia scuola” rispetto a molte delle recenti serie televisive e non vedo l’ora di vederne gli sviluppi.

Ian Wheeler

Doctor Who #1 è in vendita in tutte le migliori fumetterie a partire da oggi, 3 luglio 2024 | Doctor Who #1 e tutte le variant cover disponibili possono essere ordinate qui da Forbidden Planet (link affiliato) – e puoi preordinare anche i prossimi numeri

Doctor Who #2 sarà in vendita in tutte le migliori fumetterie a partire da mercoledì 31 luglio 2024 – preordinalo qui da Forbidden Planet (Link affiliato), Sotto due copertine di Doctor Who n.2, manca la terza ancora non indicata (NdR)

Doctor Who #3 sarà in vendita in tutte le migliori fumetterie a partire da questo mercoledì 25 settembre 2024 – preordinalo qui da Forbidden Planet (Link Affiliato). Sotto una copertine di Doctor Who n.3, ne mancano due ancora non indicate (NdR)

DW15-04-Cover-B

ohoto-ian-wheeler-150x150

Ian Wheeler

Ex coordinatore della Doctor Who Appreciation Society. Editore e redattore di fanzine a fumetti. Collaboratore di libri su Doctor Who di Virgin e Miwk Publishing. Collaboratore di fanzine e periodici televisivi di culto.


I FUMETTI DI DOCTOR WHO IN ITALIA

I fumetti di Doctor Who, attualmente sono pubblicati dall’editoriale Cosmo, digitando il link seguente vedrete quali sono i volumi in vendita e come acquistarli.

https://www.editorialecosmo.it/serie/doctor-who-editoriale-cosmo/


NOTE EXTRA:
TUTTI GLI ARTICOLI DELLO SPECIALE 60 ANNI di DOCTOR WHO

SEDICESIMA PUNTATA (29-02-2024)

QUINDICESIMA PUNTATA

QUATTORDICESIMA PUNTATA

TREDICESIMA PUNTATA

DODICESIMA PUNTATA

UNDICESIMA PUNTATA

DECIMA PUNTATA

NONA PUNTATA

OTTAVA PUNTATA

SETTIMA PUNTATA (Contiene illustrazione inedita)

SESTA PUNTATA (contiene illustrazione inedita)

QUINTA PUNTATA (contiene illustrazione inedita)

QUARTA PUNTATA (contiene illustrazioni inedite)

TERZA PUNTATA

SECONDA PUNTATA

PRIMA PUNTATA (23-11-2023)


Introduction

2023-05-25

https://www.fumettomaniafactory.net/with-john-freeman-fumettomania-celebrates-doctor-who-60-years/

2023-05-18

https://www.fumettomaniafactory.net/we-celebrate-60-years-of-doctor-who-introduzione-di-fabio-ciaramglia/

DOCTOR WHO

(testi estrapolati da wikipedia, per gentile concessione)

220px-TARDIS2

<<Doctor Who è una serie televisiva britannica di fantascienza prodotta dalla BBC a partire dal 1963, con storie avventurose che spaziano dalla fantascienza al racconto gotico. Ha come protagonista un Signore del Tempo (Time Lord), cioè un alieno viaggiatore del tempo, che si fa chiamare semplicemente Il Dottore. Egli esplora l’Universo a bordo del TARDIS, una macchina senziente che viaggia nello spazio e nel tempo attraverso il cosiddetto vortice temporale (time vortex). L’aspetto esterno del TARDIS è quello di una cabina blu della polizia inglese, che era comunemente visibile in Gran Bretagna negli anni Sessanta, quando la serie fu trasmessa per la prima volta. Il Dottore è quasi sempre accompagnato da un terrestre (spesso una donna) insieme al quale affronta molti nemici, salva intere civiltà e persone comuni.

La serie ha ricevuto moltissimi riconoscimenti sia dalla critica che dal pubblico. Ha vinto nel 2006 il premio BAFTA per la miglior serie drammatica e per cinque volte consecutive (2005-2010) il National Television Award sotto la produzione esecutiva di Russell T. Davies Nel 2011, Matt Smith fu il primo a essere nominato per il BAFTA come miglior attore protagonista per la sua interpretazione del Dottore.

Doctor Who fece la sua prima comparsa sullo schermo il 23 novembre 1963 alle 17:16:20 GMT sulla BBC, dopo un anno di discussioni e progetti. Il direttore degli sceneggiati, il canadese Sydney Newman, era il principale responsabile dello sviluppo della serie, assieme al capo sceneggiatore Donald Wilson e a C. E. Webber. Lo sceneggiatore Anthony Coburn, il redattore David Whitaker e la produttrice Verity Lambert contribuirono anch’essi in maniera rilevante nello sviluppo della serie . La serie era originariamente pensata per un pubblico di famiglie, come un programma educativo con l’obiettivo di esplorare fenomeni scientifici e momenti importanti della storia tramite l’espediente del viaggio nel tempo.

Doctor Who Magazine

Dal 1979 in Inghilterra esce una rivista ufficiale dedicata a Doctor Who intitolata Doctor Who Magazine (comunemente abbreviato in DWM) che contiene articoli e fumetti dedicati al mondo del Dottore, prodotta ufficialmente dalla BBC. Inizialmente la rivista si chiamava Doctor Who Weekly ed era pubblicata dalla Marvel Comics. Il primo numero uscì giovedì 11 ottobre 1979 con una data di copertina del 17 ottobre al prezzo di 12 penny.>> 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.