immagine disegnata da Hugo Pratt

Lone Ranger: Seconda stagione.

In questa seconda puntata della nuova stagione di Lone Ranger, “I Flashfacts” di Dario Janese continuano, con alcune sviste, gaffe e bizzarrìe di casa Disney e con alcuni aneddoti e curiosità legate alla Marvel, in un simpatico ed originale confronto.
Buona lettura e se l’articolo vi piace condividetelo, grazie.
Mario Benenati, curatore di Fumettomania Web Magazine


FLASHFACT (poi diventati PYM SPACE):

COSE DELL’ALTRO DISNEY

sviste, gaffe e bizzarrìe di casa Disney, ai suoi vertici assoluti.

(estrapolato da post su FB del 30-12-2014 )

Qui, Quo, Qua (Huey, Dewey, Louie) un inspiegabile quarto componente, del tutto assente nella sceneggiatura. "River Run" di Ed Nofziger (TOPOLINO 1415 del 1983)

La copertina spetta di diritto all’illustre disegnatore TONY STROBL, che in “River Run” di Ed Nofziger (TOPOLINO 1415 del 1983) introduce beatamente oltre ai 3 nipotini di Paperino Qui, Quo, Qua (Huey, Dewey, Louie) un inspiegabile quarto componente, del tutto assente nella sceneggiatura. L’editor Bob Foster attribuì a questa apparizione il nome scherzoso di “Phooey” – cioè il verso di disprezzo “Pfui”. Ad oggi l’unica plausibile motivazione della svista è la svogliatezza con cui Strobl dovette eseguire la storia per la testata francese delle Giovani Marmotte nel 1980… non esattamente il lavoro della vita.

Di tutt’altra natura lo svarione di editing commesso nella pubblicazione della storia di CARL BARKSWhere’s the Smoke“, che nel 1972 vide il sindaco di Paperopoli premiare il Corpo dei Pompieri per aver “limitato l’olocausto”! La parola, sinonimo di rogo nell’originale anglo-americano, causò in Germania il ritiro delle copie e la loro correzione a pennarello nero per eliminare il termine incriminato.

Vignetta originale di "Where's the Smoke". 
Nel 1972 vide il sindaco di Paperopoli premiare il Corpo dei Pompieri per aver "limitato l'olocausto"!
Vignetta stampata e censurata di "Where's the Smoke" in germania 
Nel 1972 vide il sindaco di Paperopoli premiare il Corpo dei Pompieri per aver "limitato l'olocausto"!

Un simile trattamento aveva ricevuto già un’altra storia del grande Barks, che in “April Fools” del 1961 aveva messo in primo piano tra i rifiuti della discarica di Paperopoli nientemeno che il “Mein Kampf” di Adolf Hitler! In questo caso alcuni editori europei avevano mantenuto il caustico riferimento, mentre altri – soprattutto in terra germanica – avevano preferito prudentemente rimuoverlo.

A chiusura di questa prima tornata, incredibile ma vero:
una clausola contratturale tra Disney e le Poste federali ebbe come esito la bizzarra unica apparizione di un personaggio di nome Speedy, vestito come Paperino e alla guida della 313 di Paperino….

bizzarra unica apparizione di un personaggio di nome Speedy, vestito come Paperino e alla guida della 313 di Paperino....

Nel numero 14 di UNCLE SCROOGE, il mensile di zio Paperone realizzato interamente da Barks, la storia “Inventor of anything” vedeva Archimede Pitagorico inseguito da clienti assillanti e aggressivi. Tra questi ci sarebbe stato Paperino: se non che, la distribuzione in formula agevolata che Disney aveva ottenuto per la rivista prevedeva la presenza in ogni numero di due storie con due protagonisti diversi! Per cui, per evitare contestazioni, l’Autore fu costretto a cancellare le sembianze di Paperino per inserire quelle dell’ignoto postulante. Ma, a titolo di sottotesto sarcastico, Barks volle rendere plateale la sostituzione lasciando intatto tutto il resto.

Nel numero 14 di UNCLE SCROOGE, il mensile di zio Paperone realizzato interamente da Barks, la storia "Inventor of anything" vedeva Archimede Pitagorico inseguito da clienti assillanti e aggressivi. ...

Ma queste sono situazioni secondarie, rispetto alle polemiche che sin da inizio anni ’30 erano infuriate intorno a una serie di contenuti di pubblicazioni Disney… di cui parleremo presto

Fine


CACCIA AL LUOGO COMUNE

(estrapolato dal post su FB del 10-11-2015)

1. Gwen Stacy è stata la prima fidanzata di un eroe Marvel a venire uccisa.

FALSO.
Il dubbio onore spetta a UNA, promessa sposa di Mar-Vell ovvero CAPITAN MARVEL, caduta durante uno scontro a fuoco nel numero 11 (Aprile 1969) della serie, e protagonista di una tra le pagine più strazianti nella memoria dei giovani lettori dell’epoca (tra cui il sottoscritto). Ricordata da Jim Starlin nel n.29 in piena Thanos Saga, le verrà reso onore al termine di PARADISE X di Alex Ross e Jim Krueger, quando verrà finalmente riunito al suo amore nell’Aldilà.

La seconda fu DORMA, promessa sposa del principe Namor uccisa nel Marzo 1971, nell’intenso e lirico finale di SUB-MARINER 37, 3 mesi prima di Gwen ma senza ahilei grande risonanza.

Pagina tratta dalla serie Captain Marvel

2. Betty Brant è stata la prima ragazza di Peter Parker.

NON VERO.
A meno di stirare il concetto di relazione ad una versione platonica e immacolata, perchè in TUTTA la run originale di Ditko, in nessuno dei 38 episodi + 2 annual i due arrivano mai più vicini che nella foto. Non un bacio, nemmeno un braccio intorno ai fianchi. Niente di niente. Vai così, Tigrotto.

Pagina in cui Peter e Betty si sarebbero potuti baciare, non successe

3. Il Professor X è il paradigma di insegnante del Marvel Universe

FALSO!!!
I docenti degni di questo nome, specie se chiaramente sui 40, non fanno sulle loro allieve 15enni pensieri come quello in cui Stan Lee incespica su X-MEN 4, evidentemente nel desiderio di seminare subplot qua e là senza riflettere bene su chi fosse cosa. Molti anni dopo, Mark Waid riprese perfidamente la scena nell’episodio preparatorio alla rivelazione di Onslaught (X-MEN 53/54), mostrandola come una memoria repressa dal super-io di Xavier, che l’aveva relegata a desiderio inconscio.
Sì, come no.

I pensieri di Xavier su Jean Grey, in cui Stan Lee incespica su X-MEN 4.

4. Il Punitore ha esordito dall’inizio come il più spietato vigilante Marvel.

FALSO.
Dal debutto in AMAZING SPIDERMAN #129 nel 1974 al ritorno nei numeri 135/136 Castle non fa che spianare il fucile, esibire mosse di arte marziale e non spara assolutamente a nessuno per più di un anno. Si dovrà arrivare al 1975 e al Giant-Size #4 dell’Uomo Ragno perché il Nostro freddi un cattivo a pagina 2.

In compenso si rifarà in MARVEL PREVIEW #2, quando piazzerà una fucilata in grembo a una splendida donna seminuda tra le lenzuola, un attimo prima che lei cercasse di accoltellarlo.
Signori si Nasce.

Vignetta d'azione con il Punitore.

fine per ora


BREVE BIOGRAFIA

Dario Janese, torinese, 1964, sociologo e storico americanista, dall’infanzia cultore del Fantastico in tutte le sue forme espressive. Scrittore, saggista e curatore di laboratori letterari e di informazione civile, ha tenuto cicli di divulgazione dell’opera di Lovecraft, Ballard e Pasolini e di lettura storica delle Scritture. Da vari anni conduce un blog (Lone Ranger) di storia critica del fumetto e vari gruppi Facebook sulle espressioni del Fantastico nella cultura popolare.


NOTE EXTRA

Una precisazione, per chi ci legge:

TUTTI gli articoli sono estratti dalla pagina FB chiamata Lone ranger (Appunti di Storia del Fumetto dalle Origini a Oggi. Disney, Marvel, DC, Bonelli e i grandi autori e personaggi indipendenti nell’Arte Grafica Sequenziale., e vengono ri-pubblicati, a distanza di oltre sei-cinque anni, nel nostro web magazine con alcune piccole modifiche e completati con l’aggiunta di immagini.

Gli altri articoli di Dario, che possono rientrare nella “famiglia” degli aneddoti e delle curiosità sono:

l’articolo del 10-08-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/incredibile-ma-assurdo-alcun-aneddotti-e-curiosita-sui-supereroi-marvel-lone-ranger-seconda-stagione/

l’articolo del 10-08-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/flashfact-cose-che-vi-stupiranno-del-fumetto/

l’articolo del 17-08-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/flashfact-cose-che-vi-stupiranno-del-fumetto-parte-seconda/

l’Articolo 32° del 06-07-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/marvel-numero-speciale-forse-non-tutti-sanno-che/

e infine l’Articolo 29° dell’01-06-2020
https://www.fumettomaniafactory.net/evento-zero-lincredibile-storia-dei-prototipi-marvel/

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.