immagine disegnata da Hugo Pratt

Con questa evocativa immagine di Hugo Pratt do il benvenuto al torinese Dario Janese nuova collaborazione all’interno di questo web magazine, in coda potrete leggere due righe su di lui, qui vi anticipo che è un profondo conoscitore di fumetti americani, di libri, ed un collezionista esperto e super preparato.
In questa nuova rubrica ri-pubblicherò ben 40 articoli, a cadenza settimanale, che in origine sono stati pubblicati (nel 2012-13), sul suo blog Lone Ranger, di storia critica del fumetto.

Se poi Dario avrà piacere potrà pubblicare anche dei nuovi articoli
Mario Benenati
Ideatore dei progetti culturali di Fumettomania

LONE RANGER,
un BLOG DI STORIA CRITICA DEL FUMETTO

LA VITA E’ FIABA

(Articolo originario del 05.9.12)

Miti, Fiabe, Sogni  da sempre accompagnano l’Umanità: talvolta la guidano e la ispirano, nella gran parte dei casi si limitano a confortarla e a offrirle uno spazio dove la realtà segue regole modelli e regole diverse, in genere migliori di quella quotidiana. Uno spazio dove, per quante traversie gli eroi debbano affrontare, alla fine si vivrà felici e contenti.

iliade
Iliade

Già. Gli Eroi.

Gli Eroi ci seguono dalla nascita, ci rispecchiano e ci correggono, partecipano dei nostri trionfi e delle nostre cadute, ma vivono di una vita propria: sono quelli che Jung chiama gli Archetipi – tratti umani stilizzati la cui vicende sono conseguenza di un certo insieme di tratti dominanti.
Edipo è la vittima del destino, condannato da una profezia a uccidere suo padre e a sposare, senza saperlo, sua madre.
Ercole è il principe della forza, che ha il sopravvento su qualsiasi avversità grazie alla sua natura metà divina, ma soggetto ai limiti e ai difetti ( una collera incontrollabile) della sua metà umana.
Poi la Storia crea i suoi stessi eroi: da Alessandro Magno discendono tutti i condottieri e i dittatori la cui volontà arriva (quasi) a piegare il mondo, come Napoleone e i suoi pessimi imitatori del xx secolo.
Da Gesù discendono i profeti disarmati, che parlano alla parte migliore di noi e cercano di redimere il mondo attraverso le virtù dello spirito: nel XX secolo Lui ha avuto imitatori molto più ispirati, come Gandhi e Martin Luther King.
Da Archimede vengono gli studiosi della natura, gli inventori e gli scienziati: Leonardo ed Einstein sono i primi nomi che ci vengono alla mente.

Tavola Rotonda
Tavola Rotonda


Ma il bisogno umano di miti è inesauribile, e la sua fantasia continua il lavoro della Storia creando nuove e differenti realtà intorno a eroi immaginari: da Ulisse al Dante della Divina Commedia (l’unico esempio noto di narratore che ha fatto con successo perenne di se stesso l’eroe della sua narrazione), da Amleto a Faust, da Sherlock Holmes a Buffalo Bill, da Tarzan a Indiana Jones, la scrittura ha prodotto nomi e figure sempre nuove per dare vita ed energia a certe straordinarie figure – il santo e l’avventuriero, il ladro e l’uomo della legge etc. Le nuove tecnologie si sono unite alle lettere in quest’opera millenaria : il cinema e il fumetto hanno dato scala e risonanza globale a quelli che un tempo sarebbero stati i cosiddetti “eroi locali” … i protagonisti del Western americano, i francesi D’Artagnan e Arsene Lupin, Pancho Villa e Rodolfo Valentino, Dracula e
007, nonchè attori assurti al livello del mito come John Wayne (l’uomo duro e onesto), Humphrey Bogart (il detective cinico e triste), Chaplin (il romantico vagabondo), Marylin (l’unica con Elvis a lasciare indietro anche il bisogno del cognome). Anche la musica è confluita possentemente nella nuova industria del mito, con Elvis Presley e i Beatles, Jimi Hendrix e Jim Morrison fino a certi epigoni pop come Madonna e Michael Jackson.

Astolfo sulla Luna (Orlando Furioso)
Astolfo sulla Luna (Orlando Furioso)

Qui noi trattiamo degli Eroi del Fumetto: il cinema disegnato.

Nato insieme al cinema, nutrito dalla letteratura che gli ha dato i suoi primi eroi , Tarzan e Zorro, il fumetto si è costituito come un universo indipendente, forgiando i suoi eroi in modo duraturo e spesso facendo di loro icone presenti e riconoscibili in tutti gli angoli del pianeta.

SUPERMAN

L’alieno buono araldo di pace, verità  e giustizia. Non è difficile rintracciare la matrice ebraico-cristiana della sua figura: Mosè, primo eroe-guida del popolo ebraico (Abramo è il Saggio Anziano) in grado di parlare con Dio e lo stesso Gesù, maestro ebreo asceso a congiunzione con la Divinità stessa.
Simon e Schuster, creatori di Superman, erano ebrei come lo sarebbero stati anni dopo Joseph Simon, Stan Lee/Lieber e Jacob Kurtzberg/Kirby, autori di tutti i nuovi eroi della casa editrice Marvel.

BATMAN

La vittima agente di vendetta, il bambino ferito in ognuno di noi, la cui parte oscura si rafforza e si organizza intorno al principio della violenza legittima per ristabilire la giustizia. Figlio in parte di Ulisse, in
parte di Edipo e in parte di Robin Hood e di Zorro (paternità riconosciuta dallo stesso autore Bob Kane: i genitori di Bruce Wayne vengono uccisi all’uscita dal cinema che proiettava “The Mark of Zorro”), padre del Punitore, di Luke Skywalker – ma anche dello stesso Darth Vader! – , di Rambo e di tutti i vigilantes dei nostri tempi.

Don Quixote
Don Quixote

CAPITAN AMERICA

l’uomo virtuoso che fa sempre la cosa giusta, la cui naturale debolezza è redenta e superata da un atto di volontà e di sacrificio. Ancora Mosè ma insieme Abramo, Parsifal e in parte Don Quixote, Steve Rogers è lo sceriffo buono, il cavaliere della valle solitaria, il poliziotto incorruttibile, il samurai senza padrone delle mitologie moderne.  Neppure la trasposizione cinematografica ha potuto o voluto togliergli l’aspetto critico che deriva dal frequente conflitto tra la sua fedeltà ai Valori e ai Principi e la realtà istituzionale e politica che lui vorrebbe e dovrebbe servire, ma che ai suoi occhi sovente tradiscono e violano gli Uni e gli Altri.

Ma il primo capitolo del nostro viaggio all’interno degli eroi , di cui questa era solo una necessaria, forse noiosa prefazione, sarà dedicato al più umano e quindi problematico e spesso dolente tra tutti gli archetipi del fumetto mondiale: SPIDERMAN / l’UOMO RAGNO, il Supereroe che Potreste Essere Voi.

0 – A Seguire,

Dario Janese

Tex (epopea West)
Tex (epopea West)

BREVE BIOGRAFIA

Dario Janese, torinese, 1964, sociologo e storico americanista, dall’infanzia cultore del Fantastico in tutte le sue forme espressive. Scrittore, saggista e curatore di laboratori letterari e di informazione civile, ha tenuto cicli di divulgazione dell’opera di Lovecraft, Ballard e Pasolini e di lettura storica delle Scritture. Da vari anni conduce un blog (Lone Ranger) di storia critica del fumetto e vari gruppi Facebook sulle espressioni del Fantastico nella cultura popolare.