Con questo articolo termina (con qualche giorno di ritardo) la pubblicazione della ricca sezione Gallery, all’interno di questo SPECIALE “DONNE NEL FUMETTO” . Questa ultima gallery si compone di illustrazioni di 4 artiste dagli stili molto diversi che apprezzerete di sicuro.
Tra l’8 marzo 2019 e la data odierna ho pubblicato, dunque, 35 artisti di cui 24 donne, delle artiste straordinarie che ci hanno omaggiato con delle opere belle , bellissime, strepitose, fantastiche!

Nelle prossime settimane pubblicherò gli ultimi 4 interventi, sono 4 interviste a creatori di fumetti molto interessanti.
Buona visione
Mario Benenati​, direttore culturale del web magazine Fumettomania

Banner dello speciale "Donne nel fumetto”

SPECIALE “LE DONNE NEL FUMETTO”
– QUARANTASEIESIMA PUNTATA –

Bozza del Sommario del n. 21 della rivista Fumettomania

INTRODUZIONE

Anche questa ultima gallery ha avuto una doppia “gestazione” in quanto alcuni dei disegni originari mi erano stai consegnati tra novembre 2012 e gennaio 2013. Le autrici, hanno avuto la gentilezza di inviarmi nuove illustrazioni più consone al loro attuale stile e per questo motivo li ringrazio doppiamente.

Ho il piacere di presentarvi 4 artiste fantastiche:

Paola, Federica, Alice C. ed Alice R.!

PAOLA RAMELLA
TERGESTEA E LE ALTRE

TERGESTEA di Paola Ramella, versione 2019

“Ciao, sono Tergestea e voglio evocarti Trieste. 
Sorrido fra i capelli mossi dal vento mentre ti vengo incontro, perché non voglio sembrarti irraggiungibile. 
So che non ti dimenticherai di me , anche se non ti sei potuto fermare.”

Perchè le cose possano esistere bisogna che qualcuno cominci col desiderarle…e a desiderare una bambola dei fumetti che presentasse la città di Trieste è stato il mio amico Roberto Peri
Guendal Cecovini Amigoni l’ha immaginata. 
La disegnatrice di Tergestea, testimonial del comicon di Trieste “Fumettipergioco” invece sono io: Paola Ramella

TEGESTEA di Paola Ramella, versione 2012

Tegestea è nata così, a mostrare il lato intraprendente e disinvolto di una città di mare e commercio, crocevia di popoli e religioni. 
E’ donna perchè la sua bellezza è fuori discussione e il fascino vagamente inquietante con cui ti cattura non poteva essere raffigurato altrimenti.
Tergestea indossa la bandiera di Trieste, l’alabarda bianca in campo rosso, che rimane ritagliata sulla pelle chiara dalla scollatura del vestito e porta fra i capelli il vento che spazza la città: la Bora.

Bolla di Paola Ramella (2019)
Bolla di Paola Ramella (2019)
Frusta di Paola Ramella (2019)
Frusta di Paola Ramella (2019)

I due personaggi femminili precedenti e quello seguente, al termine della biografia (Bolla, Frusta e Rossa) sono . delle immagini destinate a diventare dei poster e raffigurano l’Italia.

Una terra maestosa nel panorama della storia dell’umanità non per potenza e ricchezza ma per la sua statura etica ed estetica, se è vero com’è vero che il bello è manifestazione del vero.

Il loro titolo è LA GRANDE BELLEZZA. Ovviamente la mora con l’alabarda oltre che l’Italia rappresenta anche Trieste.

Biografia

Paola Ramella, è nata a Trieste il 05/09/1970, dove risiede.

  • Titolare ed insegnante presso la Scuola di Disegno, Fumetto ed Illustrazione, GRAFITE ZEROCINQUE, dove svolge i corsi di disegno anatomico, sceneggiatura, fumetto ed animazione.
  • Membro del Comitato Tecnico per il Fondo Regionale Audiovisivi
  • Autrice del cortometraggio animato “ Trieste Sogna” per la parte del soggetto, disegni e storyboard. Premiato al Festival Cortinametraggio 2017 come Miglior Evento Speciale, selezionato tra i migliori dieci trailer al Festival Europeo Trailersfilmfest, 2017. Assegnatario presso il MIBACT per l’ Interesse Nazionale Culturale
  • Autrice dei disegni per “Barcolana: un mare di racconti” Ed.Giunti, 2018, sul racconto della scrittrice Siri Jacobsen.
  • Autrice dei disegni e degli storyboard della graphic novel “Sergio Ramelli”, Ed.Ferrogallico, 2017, distribuito da Mondadori, tradotto in spagnolo e best sellers nella categoria fumetti presso i Book Store Mondadori ( luglio/agosto 2017 ).T radotto in edizione spagnola.
  • Realizza con la scuola Grafite in collaborazione con ShorTS Film Festival la “24h di Fumetto” 2017.
  • Creatrice e disegnatrice del personaggio “Tergestea”, testimonial della Fiera “Fumettipergioco” di Trieste dal 2010 al 2017.
  • Direttrice Artistica della Società Tolkieniana Italiana, S.T.I., dal 2008 al 2018.
  • Esperto per i laboratori di sceneggiatura, storyboard e fumetto per il Laboratorio Provinciale Permanente di Scrittura Creativa per gli anni 2013/2014/2015/2016/2017/2018, con il quale è stato ottenuta una menzione speciale dalla Presidenza Della Repubblica per gli elaborati sulla Costituzione Italiana, dal titolo “Le dieci regole”, a.s. 2014/15.
  • Laureata in Giurisprudenza.
  • Autrice del fumetto “Il Verde Bisbiglio ed il Viola Pensiero” Ed. Safarà, 2013.
  • Autrice del fumetto “Lions & Saints”, Ed.Esaedro, 2011.
  • Autrice del portfolio “ Le forme del male” ed. Twilight Comics, 2009.
  • Autrice del murales “Bora” nella storia “X men and Spiderman” aprile 2009, Marvel Publishing Inc. N.Y. Usa.
  • Attualmente impegnata su un volume graphic novel, per la casa editrice Signs Publisching, Milano, in cui risulta come autore unico.

Trieste, 11 ottobre 2018

Rossa di Paola Ramella (2019)
Rossa di Paola Ramella (2019)

FEDERICA MANFREDI
OMAGGIO A MOEBIUS,
e ad ELEKTRA

Illustrazione ispirata a Moebius di Federica Manfredi

L’illustrazione di un personaggio femminile al posto del ragazzo (un germoglio al posto dell’uovo) è ispirata all’illustrazione di Moebius. E’un omaggio realizzato in onore della sua scomparsa… 🙁 e per me significa rinascita, infatti l’ho intitolato newborn 🙂

ektra che si libera da un blob! (O da Venom?!?;P

Elektra che si libera da un blob! (O da Venom?!?;P) Significa la liberazione da tutto ciò che ci impedisce di vivere pienamente!

BREVE BIO

Sono nata e vivo a Roma, con studi non inerenti al fumetto ma disegno fumetti fin dall’infanzia.
Da metà anni ’90 fino al 2004 tanti lavori in ambito artistico (fumetti, illustrazioni, animazione, progettazione di terrazzi e parchi, murales, commissioni varie e modellazione) in Italia, soprattutto per editori di fumetti o giochi di ruolo: 3D6, Editrice Universo, Star Comix e uno francese (International Press Magazine). Dal 2000 al 2002 scrivo e disegno per case editrici indipendenti: Magenta#0, 1 e 2 (Indy Press), QuietEarth (Liberty) e Arcana Mater scritto da Manfredi Toraldo (Scarabeo).

Nel 2004-2005, dopo aver lavorato come colorista delle serie Voltron e G.I.Joe (Devil’s Due all’epoca), avviene il mio esordio vero e proprio in USA con i #2 e 3 di Hack/Slash (Devil’s Due), 40 pagine ciascuno a colori.
Tra il 2005 e il 2008 lavoro con la Marvel: la miniserie “Vampire by Night” su Amazing Fantasy#10, 11 e 12, i due one-shots “Kid Colt and the Arizona Girl” e “Black Cat and Hell Cat in…catfight!”su Spiderman Family #1.
Nel 2005 Mambo Italiano” per la Indy Press, scritto da Diego Cajelli.
Dal 2006 al 2008 lavoro per la Tokyopop con la miniserie Kat&Mouse e disegno un racconto per la Star Comix (Jonathan Steele). Ho scritto e disegnato Acqua&Fuoco, pubblicato nel 2010 dalla casa editrice italiana DEd’A, collana Innovate Comics.
Nel 2011 realizzo il #3 di Alice Dark per l’Editoriale Aurea e per la Marvel un one shot di Wasp e Giant Man:”Charme Offensive”.
Dal 2008 al 2012 lavoro soprattutto con la IDW, in team su Angel, Spike e i 4 numeri di Spock-Reflections, e da sola sul one shot Captain’s log: Sulu, la miniserie di 4 numeri Star Trek-Burden of Knowledge e True Blood #5-Where were you? Epilogue: here comes the sun.
Nel 2012 ho disegnato uno storyboard per un film: 12 Princesses, per Amazons Studios di Los Angeles.
Tra 2013 e 14 ho realizzato per la Dark Horse i #5 e 6 di una miniserie, Grindhouse: door open at midnight – Bride of Blood part. 1 e 2; la copertina del wargame da tavolo We Were Brothers della WBS e la locandina per la fiera di comics di Latina, una serie di illustrazioni con personaggi miei per magliette, per il progetto Italian Style.
Nella primavera 2015 ho partecipato al libro BatmanVSuperman Concept Artbook con un’illustrazione, per Batman Crime Solver.
Nell’autunno 2015 ho realizzato la locandina per la fiera di Agrigento, MediComics.
Da luglio 2014 al 2016 lavoro per la Take Two Interactive, una grossa compagnia di videogiochi, con illustrazioni varie e una nuova serie a fumetti per supporti digitali sugli zombie, Night of the living dead: Rise.
Da maggio ad agosto 2016 realizzo numerose illustrazioni per un libro di Star Trek serie TOS, per la Dark Horse.
Dal novembre 2016 al luglio 2017 disegno la miniserie Agent Of P.A.C.T. per la canadese Chapterhouse Publishing.
Nei mesi di maggio e giugno 2107 inchiostro la metà delle illustrazioni di un libro su Black Panter (Marvel) in occasione dell’uscita dell’omonimo film.
Tra il 2017 e il 2018 realizzo
le copertine di una serie di romanzi fantasy della scrittrice Barbara G. Tarn, non ancora pubblicati.
Dopodiché e nel corso del 2018 fin o ad oggi, mi dedico a due corsi di disegno, uno al caffè letterario Todomodo a Roma e l’altro alla bottega dell’equo e solidale Capoverso di Monteverde, più lezioni private. Inoltre illustrazioni e loghi per vari eventi, serie di magliette e gadgedts, più layouts e storyboard per film, serie e trailer, progetti fumettistici autoriali in cantiere e commission private.
Da maggio 2019 sono inchiostratrice della serie Winx (Raimbow Edizioni).
Inoltre curo lo studio per sfondi e personaggi del videogioco Metrion tratto da un opera teatrale.

http://federicamanfredi.blogspot.com

Facebook: Federica Faith Manfredi
Facebook fanpages: Federica Manfredi Art, Gadgets of my Heart
Twitter: @FaithEffemme
Skype: effemme.mp
Instagram: federicafaithmanfredi

English version

I’m born and I live in Rome and from the half of 90s to 2004, I worked only for Italian publishers, authorial works too. Among the many: Editrice Universo, Star Comix, Indy Press, Liberty, Scarabeo. Later: Editoriale Aurea, WBS, Batman Crime Solver, Prankster, Ded’A.
From 2004 to today
I have worked most of all for USA publishers: Devil’s Due, Marvel, Tokyopop, IDW, Amazons Studios, Dark Horse, Take Two Interactive and for the Canadian Chapterhouse Publishing.

At the moment, these are the most important engagements: from May 2019, I work for Raimbow Publishing, as Winx’s series inker, and I’m doing backgrounds and characters studies for a video game based on a tetral work, Metrion.

ALICE CALLEGARI
ENDELIGE e JEANNE

Cover di Endelige (2012) di Alice Callegari
Cover di Endelige (2012)

Breve biografia dell’autrice

Alice Callegari nasce a Treviso nel maggio 1990.
Sin dall’infanzia legge compulsivamente, partendo dai classici della mitologia greca ai romanzi di Verne.
Il primo contatto con i fumetti avviene a 14 anni e da lì fino ai 18 anni spenderà le future paghette in manga e fumetti orientali.

Nel settembre del 2008 inizia a frequentare un corso di fumetto, sempre a Treviso, e scopre di essere portata per il disegno grazie agli insegnamenti di validi docenti quali Andrea Longhi, Liri Trevisanello, Claudio Iemmola e Massimo Perissinotto.
Sceglie quindi, dopo il diploma, di frequentare studi artistici, preferendo, tra tutte le scuole l’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove conosce Anita e Chiara e fonda assieme a loro la rivista Gypsy Eye, che verrà distribuita nel Triveneto a partire dall’edizione del 2009 del Treviso Comic Book Festival.
In questo periodo conoscerà le opere di Claire Wendling, nota fumettista francese dalla tecnica ammirevole e dalla creatività considerevole. Da lì, inizierà ad appassionarsi sempre con maggiore frequenza alla narrativa sequenziale francese e sogna, un giorno, di poter presentare i propri lavori alla fiera del fumetto di Angoulême e di poter competere con i più grandi fumettisti europei.

Layout di Alice callegari per un'illustrazione raffigurante Jeanne d'Arc

Layout per un’illustrazione raffigurante Jeanne d’Arc

Delusa e disincantata dal mondo accademico, nel 2011 decide di scegliere un’alternativa all’Accademia che l’aiuti ad approfondire le varie tecniche grafiche che più l’appassionano senza perdere tempo; s’iscrive quindi alla Scuola Nemo di Firenze e lì si trasferisce nel settembre del 2011. I miglioramenti sono visibili e sostanziali.
Durante il periodo trascorso a scuola, scopre un nuovo modo di rapportarsi al disegno, più libero e molto più creativo. Entra in contatto con una nuova realtà artistica: la Concept Art, che l’aiuterà  mentalmente ad “uscire dal guscio” e ad osare nuovi tipi di approccio al disegno e alla grafica.
Presso la Nemo, scopre che non solo il fumetto e l’illustrazione possono vantare autori creativi e dotati, ma anche il mondo dei videogiochi e dell’animazione (mondo che prima ignorava) sono caratterizzati da produzioni di tutto rispetto e con artisti degni di nota.

Dopo l’esperienza nelle autoproduzioni, Alice lavora saltuariamente su commissione, presa com’è dai progetti scolastici.

Ultimo progetto a cui ha collaborato è stato presso una casa di produzione minore sita in Galles, dove ha lavorato come Character Designer ed è al lavoro su un progetto personale che è uscito in Svezia nell’ottobre del 2012: Endelige (vedi cover).

ALICE RAVENNA
TEAM UP: CATWOMAN&SAILORMOON

TEAM UP: CATWOMAN&SAILORMOON di Alice Ravenna

BREVE BIO


SPECIALE LE DONNE NEL FUMETTO: SOMMARIO WEB

INTRODUZIONE

COPERTINA E SOMMARIO

SEZIONE GALLERY

Trentottesima PUNTATA 12 ARTISTE (l’EX COLLETIVO NIRIIDES) OMAGGIANO 12 PERSONAGGI FEMMINILI!

Quarantaduesima PUNTATA Anna Leotta – Scoccia/Trimboli- Barbara Nicora – Mirella Menciassi e Carlo Cassini

Quarantatreesima PUNTATA Vincenzo Acunzo – Ignazio Piacenti – Maurizio Gemelli – Antonio Zuccarello

Quarantaquattresima PUNTATA – ex allievi della Scuola del fumetto di Palermo

Quarantasettesima PUNTATA – Giancarlo Rizzo – Giuseppe Palumbo – Marco De Lotto – Gianni AllegraMaurizio Gemelli

Quarantaseiesima PUNTATA – Paola Ramella, Federica Manfredi – Alice Callegari e Alice Ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.