Questa (con riferimento al titolo) è stata la risposta degli studenti di quest’anno che hanno partecipato al progetto di Fumettomania Factory: “Prima le Donne e i Bambini”.

All’indomani delle elezioni europee che hanno ribadito che in Italia, ed anche nella nostra cittadina (purtroppo), c’è una bella percentuale di persone che votano un partito che è contro l’accoglienza, che vuole i porti chiusi, che i migranti “meglio morti in mare”, etc. ecco il nostro ricco reportage scritto e per immagini degli eventi conclusivi (e non solo) legati all’edizione 2019 di LEGGENDO UN FUMETTO, realizzato in 2 scuole barcellonesi, che ha avuto come fulcro proprio le migrazioni e le storie di migranti.
Mario benenati

Ideatore dei progetti culturali di Fumettomania

testata della sesta edizione del progetto leggendo un fumetto

Facciamo un passo indietro

Gli incontri realizzati nelle scuole, da Mario Benenati (Presidente dell’ass. Culturale Fumettomania Factory), nell’ambito della sesta edizione del progetto “Leggendo un Fumetto” hanno coinvolto quest’anno l’istituto comprensivo “Bastiano Genovese” e l’Ist. Comprensivo “L. Capuana”, per un totale di 12 classi, oltre 220 studenti e circa 12 Insegnanti di Scuola Secondaria di Primo grado e di Scuola Primaria).

L’offerta formativa e culturale di inizio progetto (settembre del 2018), come negli anni scorsi era estesa anche ad altri istituti scolastici di Barcellona P.G. e del comprensorio (Patti, Terme Vigliatore, Milazzo, Santa Lucia del Mela e Messina); si è puntato sulla qualità dell’offerta che sulla quantità di Istituti partecipanti, anche se è rimasto il cruccio di un mancato progetto in un terzo istituto scolastico, extra barcellonese, per un problema tecnico-fiscale ed alla troppa pignoleria della Segreteria scolastica dello stesso Istituto.

Le attività sono iniziate il 5 febbraio 2019, e si sono svolte, con cadenza mensile, fino a metà maggio. Ogni sessione di incontri, per ognuna delle due scuola partecipanti, si è svolta nelle rispettive aule magna ed è stata realizzata dividendo le classi in gruppi di 2 o 3.

banner iniziale della sesta edizione del progetto "Leggendo un Fumetto"

Degli 8 argomenti – libri ( ed 8 autori) proposti, che erano originariamente:

ABUSI DI MINORI, con il capolavoro di Bryan Talbot: “La storia del topo cattivo”, in una storia mai ovvia e di grande impatto morale.

L’EVOLUZIONE DELLA DONNA NELLA SOCIETÀ CIVILE con il graphic novel Sally Heatcote:Suffragette di Mary&Bryan Talbot (libro SOLO in versione inglese), le lotte di un donna qualsiasi per i propri diritti;

– IL RAPPORTO PADRI E FIGLI … con il capolavoro “Dotter of her Father’s Eyes “, di Mary&Bryan Talbot , vincitore del Book Cost Award 2012, sezione Biografia, che nel 2019 sarà pubblicato anche in Italia

COME METAFORA DELLA CRESCITA PERSONALE con “iI piccolo Caronte” di due giovani autori siciliani. La solitudine è peggio della morte. Ma poi ci si abitua.

LE FIGURE FEMMINILI E L’ARTE, con “Frida, Operetta Amorale”, il racconto delle tormentata vita di una delle artiste simbolo dell’America Latina a cura della stardinaria artista Vanna Vinci

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ con le storie di Giovanni Falcone e di Peppino Impastato (ed eventualmente con il testo “ L’immigrazione spiegata ai bambini”)

MIGRANTI E POPOLI IN FUGA – con il reportage a fumetti “Salvezza”di M. Rizzo e L. Bonaccorso

sono stati scelti quelli più vicini alle esigenze della didattica, degli insegnanti e dell’attualità che stiamo vivendo come comunità (nel senso più ampio del termine) siciliana ed italiana.

Gli studenti hanno letto, dunque:

Copertina del romanzo a fumetti “Salvezza” di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (Feltrinelli Comics)

Salvezza” di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (Feltrinelli Comics) – acquistato e letto da 5 classi

copertina del racconto illustrato “L'immigrazione spiegata ai bambini” di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (edizioni Becco Giallo)

L’immigrazione spiegata ai bambini” di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (edizioni Becco Giallo) – acquistato e letto da 2 classi di Scuola primaria)

Copertina del volume "Peppino Impastato, un Giullare contro la mafia" di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (Becco Giallo)

“Peppino Impastato, un Giullare contro la mafia” di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (Becco Giallo) – acquistato e letto da 5 classi

foto di marco rizzo
Marco Rizzo

Per una migliore comprensione dei testi e degli argomenti trattati: Legalità, lotta alla mafia, Accoglienza, migrazioni e di storie di Migranti, durante gli incontri sono state proiettate delle slide (una sul fumetto in generale ed una sul testo da leggere, con riferimenti storici e biografici degli autori), e dei video clip, abbiamo fatto la lettura collettiva a voce alta, gli studenti hanno dialogato via Skype con lo scrittore (delle opere) Marco Rizzo, ed infine è stata proposta anche la testimonianza (per le classi dell’Istituto C. “B. Genovese”) del dott. Tindaro Bellinvia, coordinatore/ responsabile di struttura di accoglienza presso “La Casa di Ismail”, sita a Pozzo di Gotto (e gestita da Oxfam Italia ), che ha accolto fino a maggio di quest’anno una decina circa di MISNA provenienti da varie parti dell’Africa.

Gli studenti poi, nelle varie classi di appartenenza, hanno letto singolarmente e a gruppi i vari libri, hanno approfondito l’argomento, ed in ultimo hanno realizzato, sempre divisi per gruppi, vari cartelloni con testi, disegni e poesie.

Gli eventi conclusivi di maggio

Dal 29 aprile l’Arch. Benenati, insieme ad un altro socio di Fumettomania (Antonio Barreca) ed ad un volontario (Fabio), hanno allestito la mostra di quest’anno nei locali del Villino Liberty di Barcellona P.G.

Per la prima volta, dopo 6 anni di progettualità, una mostra di Fumettomania è stata composta solo da tavole a fumetti originali, ben 33;

la scelta è caduta su quelle del graphic novel “Salvezza”, scritto da Marco Rizzo (di Trapani) e disegnato da Lelio Bonaccorso (di Messina), un romanzo a fumetti pubblicato a maggio del 2018 da Feltrinelli Comics che ha riscosso, e continua a riscuotere, successo e riconoscimenti in tutta la penisola ed anche in Francia.

Locandina finale degli eventi conclusivi dell'edizione 2019 di "Leggendo un Fumetto" realizzata da Tonino Mancuso

All’interno dell’esposizione sono stati affissi anche 3 cartelloni dell’Istituto C. “B. Genovese”.

foto 4 -  I due cartelloni delle seconde classi dell'Ist. Comprensivo. “B. Genovese” il cartellone in alto è stata realizzato dalla studentessa Kleida Vukaj -

I due cartelloni delle seconde classi dell’Ist. Comprensivo. “B. Genovese” il cartellone in alto è stata realizzato dalla studentessa Kleida Vukaj
foto 6 - Pannello dedicato al racconto illustrato “L'immigrazione spiegata ai bambini In alto il cartellone realizzato da una delle due classi IV della Scuola primaria

Pannello dedicato al racconto illustrato “L’immigrazione spiegata ai bambini In alto il cartellone realizzato da una delle due classi IV della Scuola primaria

La mostra è stata inaugurata la mattina del 7 maggio alla presenza:

della classe 2A dell’Ist. Compr. “Bastiano Genovese” e della classe 2 B dell’Ist. Compr. “Luigi Capuana”, accompagnate dalle insegnanti Luisa Genovese, Mariella Rossitto, Claudia Salvo ;

dell’assessore alla Cultura l’avv. Angelita Pino, che ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale ed ha introdotto la mostra;

del giornalista Alfredo Anselmo, che poi ha publicato degli articoli in merito;

di alcuni soci di Fumettomania

e di alcuni cittadini che hanno raccolto l’invito a visitare la mostra il giorno dell’inaugurazione.

foto 2 -  Un momento dell'inaugurazione al villino Liberty, martedi 7 maggio 2019

Un momento dell’inaugurazione al villino Liberty, martedi 7 maggio 2019
foto 3 - Spiegazione della mostra agli studenti, da parte dell'Arch. Mario Benenati

Spiegazione della mostra agli studenti, da parte dell’Arch. Mario Benenati

Tutte le mattine l’arch. Benenati è rimasto a disposizione al Villino Liberty per le visite guidate. L’esposizione è ha raggiunto un pubblico variegato ed attento, anche se è rimasta aperta solo per 6 giorni fino al 13 maggio, e non sono mancati gli articoli della stampa locale e qualche ripubblicazione della nota informativa sui siti nazionali.

FOTO 5 – I due pannelli introduttivi alla mostra posti all'ingresso del Villino Liberty

I due pannelli introduttivi alla mostra posti all’ingresso del Villino Liberty.
Foto 1 - Seconda stanza del villino Liberty: Tavolo con i romanzi a fumetti letti quest'anno dagli studenti

Seconda stanza del villino Liberty: Tavolo con i romanzi a fumetti letti quest’anno dagli studenti

E’ stata molto apprezzata la visita pomeridiana della mostra da parte degli studenti Prima A e Prima C dell’Istituto Comprensivo di Terme Vigliatore, accompagnate da due professori e da alcuni genitori. Particolarmente effetto ed emozione ha avuto sul pubblico, che ha visitato la mostra, il cartellone e la poesia della studentessa Kleida Vukaj. Il testo della poesia è stato anche letto al termine del doppio incontro con l’autore con molta emozione da parte dell’arch. Benenati.

 FOTO 9 – Il libro delle firme alla mostra al villino Liberty

Il libro delle firme alla mostra al villino Liberty
Foto 11  -  Ed ecco gli studenti ed i professori (del primo incontro del 10 maggio, dalle ore 9:45 alle ore 11:00) che ascoltano di Lelio.

Ed ecco gli studenti ed i professori (del primo incontro del 10 maggio, dalle ore 9:45 alle ore 11:00) che ascoltano di Lelio.

La giornata del 10 maggio è stata straordinaria!

Nella Sala Auditorium del Parco Urbano “Maggiore La Rosa”, Lelio Bonaccorso e Mario Benenati nell’unico incontro pubblico hanno incontrato, in due distinti incontri le 7 classi dell’Istituto scolastico Comprensivo “Bastiano Genovese”, accompagnate dai loro insegnanti tra il prof. Santino Raimondo, referente del progetto, ed alcuni appassionati di fumetti dell’hinterland, dialogando di Migranti e di migrazioni.

Dopo i saluti dell’Assessore alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione Angelita Pino e la breve introduzione dell’arch. M. Benenati (che ha sottolineato i punti salienti della progettualità proposta quest’anno ed aver ringraziato tutti coloro che hanno partecipato e/o hanno permesso lo svolgersi del progetto), per l’autore sono state 3 ore intense durante le quali tutte le classi hanno posto all’autore 3 domande ciascuna, qualcuna anche 4.

foto  10 - L'Incontro con l'autore del 10 maggio: Lelio Bonaccorso racconta la sua storia agli studenti, dopo i saluti e l'introduzione dell'Assessore Angelita Pino
L’Incontro con l’autore del 10 maggio: Lelio Bonaccorso racconta la sua storia agli studenti, dopo i saluti e l’introduzione dell’Assessore Angelita Pino

Lelio ha avuto modo di spiegare (con pathos, passione ed emozione): l’esperienza che ha vissuto per circa 20 giorni sulla nave ONG Aquarius, nel mese di novembre del 2017; la genesi del romanzo del fumetto; le storie che gli sono raccontare dai migranti salvati nel mar Mediterraneo, e l’importanza di ascoltare le notizie da più fonti per non farsi imbrogliare, di come la Cultura genera persone furbe ed intelligenti che non si lasciano prendere in giro dai potenti di turno.

Siamo rimasti molto colpiti, sia dal fatto che non c’è stata nessuna domanda doppiona, sia dalla maturità dei ragazzi della Scuola Primaria che hanno posto delle domande anche su “Salvezza”, anche se loro avevano letto un libro “più semplice”, cioè il racconto illustrato “L’Immigrazione spiegata ai bambini”. Un plauso alle insegnanti che sicuramente hanno avuto un ruolo importante in questa maturità.

Alla fine di ogni gruppo di domande è stato consegnato un attestato di partecipazione per ogni classe, personalizzato con la copertina del libro letto.

Al termine del doppio incontro l’autore è stato ‘preso d’assalto’ per il firma copie sui libri acquistati in precedenza dagli studenti. Al ritorno nel proprio Istituto, alcune delle classi partecipanti all’incontro con l’autore sono state al Villino Liberty per visitare la mostra.

Come ho scritto all’inizio: Il fumetto, ancora una volta, è un veicolo ideale per approfondire i temi della Legalità, della lotta alla mafia, dell’Accoglienza, delle migrazioni e delle storie di Migranti! .

Foto 12 – foto di gruppo degli insegnanti dell'Ist. Compr. “B. Genovese” al termine del secondo incontro (dalle 11:30 alle 12:40) insieme al disegnatore Lelio Bonaccorso

foto di gruppo degli insegnanti dell’Ist. Compr. “B. Genovese” al termine del secondo incontro (dalle 11:30 alle 12:40) insieme al disegnatore Lelio Bonaccorso

Le mostre degli Studenti

Il lunedi successivo (13 maggio) nelle 2 scuole che hanno partecipato al progetto sono state allestite fino alla 31 maggio, ma probabilmente rsteranno visitabili anche dopo, le due piccole mostre con i lavori cartacei realizzati dagli studenti.
La scelta di realizzare le mostre degli studenti nel propri Istituti scolastici è stata voluta affinchétutti gli studenti dell’Istituto potessero apprezzare i lavori realizzati dalle classi che hanno partecipato al progetto.

Il 13 maggio, Il prof. S. Raimondo dell’ist. comprensivo “B. Genovese ci ha consegnato anche un breve video che abbiamo inserito sotto.

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO
“L. CAPUANA”

Foto - uno dei panneli della mostra la vilino Liberty, dedicato ai nostri progetti (Peppino Impastato in alto e l'autore Bryan Talbot, sotto)
FOTO di uno dei cartelloni durante la fase di realizzazione (ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO "L. CAPUANA")
FOTO di uno dei cartelloni finito (ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO "L. CAPUANA")
FOTO - viste dei cartelloni realizzati dagli studenti dell'ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO "L. CAPUANA"
FOTO ravvicinata  di alcuni cartelloni realizzati dagli studenti dell'ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO "L. CAPUANA"

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO
“B. GENOVESE”

FOTO - viste della mostra con i cartelloni realizzati dagli studenti dell'ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO "B. GENOVESE", esposta nella Hall di ingresso della Scuola
FOTO ravvicinatadi alcuni cartelloni  realizzati dagli studenti dell'ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO "B. GENOVESE"

Ed eeco il filmato che ci è stato consegnato il 13 maggio, che è dedicato al graphic novel “Salvezza” ed alle storie dei migranti, è stato realizzato da quattro studenti della classe IID, dell’istituto Scolastico comprensivo “B. Genovese”, al termine di “Prima le Donne e i BambinI” (sesta edizione del progetto “Leggendo un Fumetto” a cura dI Fumettomania factory).

Infine giorno 15, in tarda mattina, le 5 classi studenti dell’Ist. Comprensivo “L. Capuana” (3 classi del plesso “G. Verga”, con l’aggiunta della terza classe di Castroreale e della terza classe di Rodì), nell’Aula Magna del plesso “G. Verga”, hanno dialogato via Skype con l’Autore Lelio Bonaccorso (mentre quest’ultimo stava lavorando a casa sua sul nuovo fumetto), di educazione alla legalità e lotta alla mafia, dopo la lettura del romanzo a fumetti su Peppino Impastato. Un ringraziamento alla prof..sse Claudia Salvo e Mariella Rossitto che si sono adoperate affinchè l’incontro si svolgesse senza nessun intoppo.

Un momento dell'incontro via Skype per le 5 classi studenti dell'Ist. Comprensivo “L. Capuana” con Lelio Bonaccorso

Anche in questo caso le 15 domande circa degli studenti, sono state molto interessanti, ed hanno permesso all’autore messinese di:
riaffermare la forza della Cultura e delle Conoscenza per combattere l’ignoranza e l’appiattimento dell’odierna società.

Appuntamento con gli studenti e con i professori all’anno prossimo, con un nuovo progetto, nuovi argomenti e nuovi libri, da far conoscere e leggere a studenti ed insegnati.

Mario Benenati
Ideatore dei progeti dell’Associazione culturale Fumettomania Factory

RASSEGNA STAMPA

DI CUI SIAMO A CONOSCENZA

LINK:

https://24live.it/2019/05/07/barcellona-oggi-al-via-la-mostra-al-villino-liberty-delle-tavole-realizzate-nel-progetto-didattico-fumettomania/

https://www.latuanotizia.it/latuanotizia/un-fumetto-per-la-salvezza-a-barcellona-la-mostra-di-lelio-bonaccorso-e-marco-rizzo/

www.orawebtv.it/barcellona-pg-inaugurata-la-mostra-le-donne-bambini-organizzata-fumettomania-factory-al-villino-liberty/

www.orawebtv.it/barcellona-pg-lelio-bonaccorso-disegnatore-fumetti-incontrato-gli-studenti-allauditorium-del-parco-urbano/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.