DOPPIA ANTEPRIMA ETNACOMICS 2019: SVELATO IL MANIFESTO DEL FESTIVAL E, PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA, IL MITO DI KEIICHIRO TOYAMA!

Banner orizzontale di Etna Comics 2019

Lo staff di EtnaComics ci sta deliziano con tanti annunci relativi agli eventi fumettistici, ed agli autori che saranno presenti alle Ciminiere di Catania dal 6 al 9 giugno.
Dopo il cartoonist americano Neal Adams, ecco un altro grande artista che viene dal Giappone: Keiichiro Toyama!
Diamo spazio oggi anche al bel manifesto dell’evento che è stato realizzato da Simone Bianchi.
#ec9
Mario Benenati

Manifesto della nona edizione di Etna Comics realizzato da Simone Bianchi
Manifesto della nona edizione di Etna Comics, realizzato da Simone Bianchi. © degli aventi diritti

COMUNICATO STAMPA

È Gammazita la protagonista del Manifesto di Etna Comics 2019 firmato da Simone Bianchi.

È il Tredicesimo secolo. Lei è catanese, bellissima e virtuosa. Futura sposa, fiduciosa e innamorata. Il caldo sole della sua terra sembra splendere privo di nubi sul suo orizzonte. Eppure un destino orribile sta per abbattersi a tradimento sulla sua vita.

Un soldato francese si invaghisce della sua bellezza, la segue ovunque, la importuna, la vuole ad ogni costo. Anche a quello di non darle scampo nel giorno per lei più bello.
È tutto pronto per quel matrimonio tanto desiderato ma che, nessuno poteva immaginare, non sarebbe mai stato celebrato.

Radiosa e trepidante, si reca come ogni giorno a prendere l’acqua. Il suo aguzzino è lì. Arrogante, impietoso, la afferra con violenza. Vuole farla sua, costi quel che costi. Nessuno scampo, nessuna via d’uscita se non quella di lanciarsi giù dal pozzo e scegliere la morte piuttosto che cedere al disonore.
È Gammazita il nome di quella giovane ragazza che non avrebbe mai provato la felicità di veder coronato il suo sogno d’amore.

La sua tragica fine destò una commozione così profonda tra i catanesi da diventare leggenda e, per le sue concittadine, nei secoli, modello di straordinaria virtù, integrità morale e patriottismo.
Gli stessi valori che oggi trovano spazio nel Manifesto 2019 di Etna Comics, catturati e riproposti dalla sapiente mano del grande Simone Bianchi, anche quest’anno tra i big della kermesse.

Dopo il paladino Uzeta e il mago Eliodoro, nel solco della valorizzazione dei miti e delle leggende legati alla città di Catania, il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop dedica la sua immagina grafica a Gammazita e a quel pozzo, che porta il suo nome, attorno al quale, di generazione in generazione, sarebbero state tramandate altre storie e diversi particolari.

Versioni che hanno arricchito il racconto, modificandolo, romanzandolo e mettendo in mezzo nuovi dettagli e personaggi di contorno.

E così le tracce rosse di ferro, visibili ancora oggi sulle pareti dell’omonimo pozzo, nel quartiere ebraico della Judeca Suttana, sono sempre state per tutti il sangue versato dalla povera fanciulla nel suo terribile volo verso la fine.

Gambe lunghe, vita stretta, seno prorompente. L’artista toscano, matita di punta della Marvel Comics, immagina Gammazita secondo gli stessi canoni di bellezza utilizzati per le sue supereroine: formose, sensuali e dalla chioma fluente.

Un po’ come Medusa, che ha nei capelli il suo punto di forza, o Tempesta, dalle sembianze quasi ultraterrene.
Bellissime, intelligenti e dotate di un’incredibile forza caratteriale, come la protagonista del Manifesto, disposta a tutto pur di non cedere al male.

A lei e a tutte le donne vittime di violenza Etna Comics dedica la sua immagine 2019. Perché i fiumi di sangue versati per la becera follia dei loro assassini siano da monito per una società che possa finalmente smettere di restare impotente a guardare.

Catania, 29 marzo 2019

9° Etna Comics – 6/9 giugno 2019 – http://www.etnacomics.com

Responsabile Comunicazione e Stampa | Antonio Costa +39 333 3056351
Responsabile Ufficio Stampa | Valentina Mammino +39 347 9821708

Foto del direttore di Etna Comics,   Antonio Mannino, insieme con il giornalista Vittorio Eboli, e nel mezzo il Manifesto della nona edizione del Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop.
Foto del direttore di Etna Comics, Antonio Mannino, insieme con il giornalista Vittorio Eboli e nel mezzo il Manifesto della nona edizione del Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop. èpresentato ieri in diretta streaming su Sky Tg24. © degli aventi diritti

A corredo del precedente comunicato, abbiamo ricevuto anche il link della presentazione ufficiale del Manifesto di Etna Comics 2019, trasmessa ieri in diretta streaming sulla pagina Facebook di Sky TG24, attraverso la quale il direttore Antonio Mannino ha svelato l’immagine di quest’anno realizzata da Simone Bianchi e dedicata a Gammazita e a tutte le donne vittime di violenza:

La presentazione del manifesto di EtnaComics 2019 con il direttore Antonio Mannino.

Geplaatst door Sky TG24 op Vrijdag 29 maart 2019

Catania, 20 marzo 2019

Da Silent Hill, 20 anni dopo… Keiichiro Toyama!

Cos’hanno in comune la leggendaria saga horror Silent Hill, il terrificante SIREN, lo psichedelico Gravity Rush e casa madre Sony Computer Entertainment Japan?
Senza dubbio il nome del grande Keiichiro Toyama!

Sono passati vent’anni dallo storico lancio sul mercato del videogioco che avrebbe ridefinito un intero genere, eppure Silent Hill, proprio come allora, fa ancora tremare di paura

Sensazioni forti, disturbanti, come nel peggiore degli incubi, che gli amanti della saga potranno rivivere dal 6 al 9 giugno alla nona edizione di Etna Comics. 

Il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop porterà, infatti, per la prima volta in Italia, il suo creatore, il game designer, l’artista, il genio, il mito di Keiichiro Toyama

Ripercorrerne la carriera è come vivere un emozionante viaggio tra titoli che hanno fatto la storia del mondo videoludico, a partire da quel 1999 che, col senno di poi, sarebbe stato l’anno della svolta. Col suo Team Silent e al debutto come “regista”, crea e dirige quel capolavoro che, ancora oggi, a distanza di due decenni, è a detta del pubblico e della critica specializzata “il più terrificante survival horror mai concepito”, capace di rivoluzionare il genere e scontrarsi ad armi pari col colosso di Capcom,Resident Evil (Biohazard), col nuovo appellativo di “survival horror psicologico”

Nonostante l’inatteso successo mondiale, alla fine di quel fortunatissimo anno, il talento giapponese lascerà Konami per abbracciare “mamma” Sony, per la quale nel 2003 dirigerà il nuovo visionario horrorForbidden Siren (SIREN), seguito nel 2006 da un rinnovato sequel e persino da un grandioso e più terrificante remake su Playstation 3, SIREN: Blood Curse (SIREN: New Translation) nel 2008

È il 2012 quando cambia genere e si reinventa col meraviglioso action-adventure Gravity Rush (Gravity Daze – 2012), seguito nel 2017 dall’acclamatissimo Gravity Rush 2, super esclusiva Playstation 4

Nel 2018 si avvicina all’Italia appassionandosi all’acclamato fenomeno indie italiano Remothered: Tormented Fathers del catanese Chris Darril, dichiarandosi suo fan e stringendo con lui un sodalizio artistico ed amichevole

Nel ventesimo anniversario del lancio sul mercato di Silent Hill, il nostro staff non poteva non portare ai piedi dell’Etna il suo celebre creatore.

Sarà tra i big della manifestazione e fiore all’occhiello di un’Area Videogames sempre più ricca e travolgente!

Valentina Mammino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi