LA FINE DEGLI EROI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE. Dal diario di Rip Hunter

In piena vigilia di Natale eccoci puntuali con l’appuntamento con Alessandro Marangon, amministratore del gruppo chiuso “Passione per la DC Comics”, che prosegue il suo racconto sulle origini dell’universo di Batman, Superman &Co..
Oggi Alex scrive della fine della Seconda Guerra Mondiale e del crepuscolo di quella generazione di eroi.
Buona lettura e se vi piace l’articolo condividetelo. grazie
Mario Benenati

Web Hosting

DAL DIARIO DI RIP HUNTER
– parte 12^

Testi tradotti e rivisti da Alex Marangon

Caro diario

La guerra finì su quasi tutte le terre. Lo zio Sam però guidò ancora i suoi combattenti della libertà su Terra x in una guerra che non aveva fine. Su Terra 2, invece, con la fine della guerra iniziò anche il declino degli eroi. I sette soldati della vittoria o anche chiamati i legionari della legge si sciolsero quando uno dei loro compagni, Wing , sacrificò la propria vita per sconfiggere l’entità conosciuta come nebula man.

i sette soldati della vittoria
i sette soldati della vittoria

Gli altri eroi furono dispersi nel tempo, per essere salvati anni dopo dalla Justice Society e da una delle formazioni della Justice League di Terra 1. Altri eroi come Black canary e Merry la donna dai mille espedienti avrebbero avuto dei figli a cui avrebbero tramandato il costume. L’era degli eroi arrivò alla fine con i primi mesi del 1950, quando la Società della Giustizia venne accusata dalla commissione interna delle attività anti americane di aver dato aiuto a spie nemiche. Pur di non rivelare le loro identità segrete il gruppo scelse di sciogliersi e di trascorrere il tempo come normali cittadini. Tutti i supereroi seguirono il loro esempio. Ma se su Terra 2 si stava spegnendo la fiamma degli eroi, su Terra 1 stava per arrivare un era d’argento per il genere umano. Dal pianeta Krypton un razzo contenente il piccolo kal El raggiunse la cittadina di Smallville. Il guardiano del faro Tom Curry soccorse una donna terrorizzata naufragata in un uragano. I due si sposarono ed ebbero un figlio. A Gotham city, un vile criminale uccise Thomas Wayne e Martha Wayne, lasciando in vita il loro bambino il piccolo Bruce. Tre Eventi separati che però avrebbero modificata per sempre la nostra visione degli eroi. Tre bimbi che mentre crescevano erano osservati, senza mai farsi vedere, dallo Straniero Fantasma.

Capitan comet
Capitan comet

I tempi erano maturi su Terra 1 per gli eroi. Alcuni fecero da apripista per i più grandi come Capitan Comet un mutante nato centomila anni prima del suo tempo o come Jonn Jonnz rapito dal pianeta Marte dal famoso professor Erdel. Questo Manhunter proveniente da Marte rimase nascosto per osservare l’umanità nelle vesti di un poliziotto. I figli di Krypton e Gotham city erano ormai adolescenti quando su Isola Paradiso, nata dall’argilla, vide la luce Diana. Questi tre diversi eroi nati in luoghi diversi erano un triumvirato di potere e giustizia. Non solo Terra 1 poneva le basi per il futuro ma anche Terra 4 dove il professor Dan Garrett trovo uno scarabeo blu sepolto da anni ed esclamando khaji da sarebbe diventato presto il primo Blue Beetle.

Blue beetle Dan Garrett
Blue beetle Dan Garrett

Su un altra terra una bambina spaventata aveva assistito alla morte dei genitori in un naufragio e venne salvata dal mondo. La bambina fu allevata per diventare Harbinger. E infine il tempo giunse. Un altro Superman vide la luce su Terra 1, verso la metà degli anni ’60. Due terre, due Superman. È opinione di molti che la presenza di un Superman su queste e altre terre sia come una roccia che tiene saldo l’universo. Ci deve essere sempre un Superman ad ogni rinascita. Con l’arrivo di Superman, di Batman e di Wonder Woman altri seguirono il loro esempio come Barry Allen colpito da un fulmine e deciso ad usare la identità di Flash jay garrick il suo eroe dei fumetti, o come Hal Jordan che ricevette l’anello dei Guardiani da un morente Abin Sur o altri come Atom, Freccia Verde, Capitan Atom, Aquaman, Hawkman e Hawkgirl.

Hal Jordan che riceve l'anello
Hal Jordan che riceve l’anello

Alcuni di Questi erano i più grandi eroi di questa terra e decisero di unirsi assieme dandosi il nome di Justice League. Mentre gli eroi ormai adulti formavano il più grande supergruppo di terra 1 i loro giovani amici si unirono assieme per formare la prima versione dei giovani titani.

I teen titans originali
I teen titans originali

Fu in questo periodo che Barry Allen vibrando ad una diversa velocità si trasporto da Terra 1 a Terra 2. A keystone city incontro Jay garrick il suo eroe dei fumetti. Quello fu il primo incontro tra due terre da cui ne sarebbero seguiti molti altri.

L'incontro tra flash Barry e flash Jay garryck
L’incontro tra flash Barry e flash Jay garryck

Fonti dei testi e delle immagini

  • History of DC universe
  • History of multiverse (countdown a crisi finale)
  • History of DC universe II
  • Flash dei due mondi
  • Secret origins blue beetle
  • Sette soldati della vittoria (all’ star squadron)
  • Justice society of America
  • Teen titans

nota bene: tutte le immagini sono © degli aventi diritti, e sono publicati solo a scopo divulgativo

BIOGRAFIA/BIOGRAPHY

Mi chiamo Alessandro Marangon. Sono nato nel 1977. Sono del piemonte in provincia di Novara. La mia passione per i fumetti è di famiglia. Ho iniziato a leggere supereroi con la Marvel Comics e la DC Comics nel 1986, però sono un fan della DC più che Marvel; amo i giochi di ruolo come dungeons and dragons e le serie tv. Mi piace scrivere storie e leggere un po’ di tutto ed amo passeggiare cosa che mi rilassa molto.
Sono il coordinatore del gruppo chiuso Passione per la DC Comics su Facebook.

Dal diario di Rip Hunter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi