CON MARY&BRYAN TALBOT BARCELLONA P.G. SCOPRE LA GRAPHIC NOVEL

DSC_1381
foto di gruppo: (da sinistra verso detra), Luigi Bambaci, Elisa Calabrò, l’ass. Raffella Campo, Mary Talbot, Bryan Talbot, Mario Benenati, Angelina La Rocca, Fabrizio Scibilia, Graziella Benenati, Antonio Nunzio Isgrò. Per gentile concessione. © degli aventi diritti

I 5 giorni di Mary e Bryan Talbot in Sicilia sono stati magnifici, con risultati che hanno superato qualsiasi aspettativa!

Tralasciando la giornata del 5 giugno a Palermo (della quale magari scriverà Marco di Salvo della Scuola del Fumetto/Grafimated di Palermo), che è stata densa di appuntamenti, ed i tre giorni (7 – 8 e 9 giugno) a Catania, ad Etna Comics  (alla terza edizione del Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura pop), di cui ho scritto già scritto QUI, in questo post mi soffermo sull’incontro a Barcellona Pozzo di Gotto del 6 giugno.
L’evento barcellonese era quello più temuto, tra i tre previsti, per una serie di motivi ed in particolare perché : <<Barcellona P.G. non ha una tradizione storica nel campo dei fumetti, così come ce l’ha nel campo della letteratura, della musica, della pittura e della scultura, e la presenza del pluripremiato autore inglese è un evento internazionale, unico nel suo genere.>>, cit. dalle newsletter precedenti.
Nella nostra città c’era il timore che l’incontro risultasse noioso e/o fosse non compreso, tra l’altro il giovedì era un giorno lavorativo, e di pomeriggio non sapevamo neppure quale affluenza sarebbe arrivata dalle Scuole.
Invece si è svolto tutto nel miglior modo possibile, anche se sono mancati un gruppetto di studenti di due scuole, ed anche se abbiamo iniziato l’incontro con 45 minuti di ritardo.
Quello che segue è il reportage della serata del 6 giugno con Mary e Bryan Talbot : “Leggendo un Romanzo a Fumetti”.

Nota bene: questo articolo è anche il comunicato stampa finale dell’evento a cura dell’ass. culturale Fumettomania Factory, dal momento che deve sopperire gli articoli non pubblicati da una parte della stampa locale.

Mario Benenati

x-default
Titoli di testa


Si tratta di due dei più importanti autori del fumetto mondiale, tradotti in molte lingue e diffusi nelle librerie di tutto il mondo. Bryan Talbot è uno degli autori inglesi più famosi della nona arte ( il fumetto), con oltre quarant’anni di carriera alle spalle, che ha segnato in maniera profonda e significativa la storia del fumetto con delle storie  che sono dei veri e propri romanzi a fumetti, capolavori quali  “La storia del topo cattivo”, “Alice in Sunderland”, “Le avventure di Luther Arkwright”, ed il recentissimo ” Dotter of Her Father’s Eyes” (2012), quest’ultimo su testi e sceneggiatura della moglie Mary Talbot, alla sua prima esperienza.


Reportage

Lo scorso 6 giugno, presso la Sala Conferenze dell’Oasi di Barcellona P.G., si è svolto il 2° incontro, dei tre previsti, nell’ambito del mini tour della coppia inglese (entrambi autori di fumetti), Mary&Bryan Talbot, di transito da Palermo verso Catania, dove sono stati gli ospiti internazionali di Etna Comics 2013. La coppia di autori, grazie ad un programma definito in primavera con il Vice direttore di Etna Comics, si è fermata a Barcellona P.G. ospite dell’associazione “Fumettomania Factory”, che ormai da più di un ventennio promuove l’arte fumettistica partendo dal Longano ma aprendosi all’intero territorio nazionale ed oltre.

L’evento-incontro, facente parte del progetto “Città Bene Comune” promosso dall’Assessorato alla Cultura (per il periodo novembre 2012 – giugno 2013), è stato l’occasione per Mary Talbot di presentare la graphic novel “Dotter of Her Father’s Eyes”, da lei scritta ed illustrata dal marito Bryan, un’opera che lo scorso 29 gennaio è stata premiata a Londra con il prestigioso Costa Book Biography Award 2012 e che è ancora inedita in Italia.

L’autrice ha spiegato, con una voce magnetica ed affascinante, la genesi dell’opera, alcune particolarità, la scansione narrativa e  l’incipit del romanzo. Dotter of her father’s eyes è in parte una storia personale, ed in parte biografia, che mette a confronto due racconti sul raggiungimento della maggiore età (di due ragazze ), quello di Lucia, la figlia di James Joyce, e quella dell’autrice Mary T., figlia dell’insigne studioso joyciano James S. Atherton. Aspettative (speranze) sociali, ambizioni frustrate e tragedia personale sono sviluppate in parallelo ed in due momenti temporali diversi, e con due rappresentazione grafiche e coloristiche diverse, vivacemente evocati attraverso il racconto visivo d’atmosfera del pioniere del romanzo grafico, Bryan Talbot. Realizzato attraverso un’intensa collaborazione, vista raramente fra scrittori e disegnatori, “DoHFE” è intelligente, divertente e triste – un sottile e penetrante omaggio al genere in evoluzione delle romanzi grafici autobiografici.

DSCN1658
Il Sindaco di Barcellona P.G., Maria Teresa Collica, saluta i due autori. Foto © Fumettomania Factory, per gentile concessione di Mario e Angela

L’incontro, è stato preceduto dalle introduzioni del Presidente dell’Associazione Luigi Bambaci, del Vice Segretario-giornalista Fabrizio Scibilia, del disegnatore di origine messinese Lelio Bonaccorso (tra le sue opere: Peppino Impastato, un giullare contro la mafia”; “Gli ultimi giorni di Marco Pantani”; “Que Viva El Che Guevara”; e “L’Invasione degli scarafaggi, la Mafia spiegata ai bambini”), ed infine dell’Assessore alla Cultura Raffaella Campo; nel frattempo gli autori venivano intervistati da Massimo Natoli dell’emittente televisiva Antenna del Mediterraneo (AM), coadiuvato dall’operatore Salvatore Siragusa.
Dopo che AM ha effettuato un’intervista anche al sottoscritto si è proceduto all’incontro vero e proprio, di cui sono stato il moderatore. Durante la presentazione di “Dotter of Her Father’s Eyes”, anche il Sindaco, della nostra città, Maria Teresa Collica ha effettuato un breve intervento, visibilmente lieta della presenza di autori così importanti a Barcellona.
Le spiegazioni di Mary hanno letteralmente ipnotizzato i presenti, merito anche della sapiente traduzione di Claudia Siracusa (la giovane interprete che ha prestato il suo aiuto per questa serata, affiancando l’autrice),  mentre scorrevano le immagini dell’opera.

Dopo Mary ha preso la parola Bryan che ha fatto un breve excursus sulle sue opere, sempre con l’aiuto di una serie di slide, alle quali sono seguite delle domande da parte del pubblico.
La serata ha avuto un momento molto emozionante, quando lo studente tredicenne Domenico Alesci, dell’Istituto Scolastico Comprensivo “L. Capuana” di Barcellona P.G., accompagnato dalla prof.ssa Claudia Salvo, ha omaggiato l’autore inglese di un disegno fumettistico da lui realizzato. I quarantenni appassionati di fumetti, presenti nella sala, hanno avuto “un nodo in gola” guardando quel gesto così semplice e così denso di significati.

DSCN1662
La consegna del disegno da parte dello studente Domenico Alesci, dell’Istituto Scolastico Comprensivo “L. Capuana”, di Barcellona P.G., a Bryan Talbot. © Fumettomania Factory, per gentile concessione di Mario e Angela

Nell’androne antistante la sala, infine,  è stato anche allestito un pannello espositivo con alcune copertine e tavole a fumetti di Bryan e Mary M. Talbot (da un lato) e con stampe sulla storia ultra ventennale dell’associazione culturale Fumettomania Factory (dall’altro lato).

Al termine dell’incontro la coppia, dopo alcune dediche  e le classiche foto di gruppo, si è prima intrattenuta con i presenti per il piccolo rinfresco che ha concluso la serata e, dopo, in compagnia di Lelio Bonaccorso e di Fabrizio Scibilia, hanno ammirato alcuni palazzi barcellonesi, nelle vicine vie del centro storico.

Nella mezza giornata “barcellonese”, inoltre, la coppia di autori inglesi ha potuto effettuare, nella tarda mattinata, una passeggiata storico-culturale nella cittadina di Castroreale, con visita ad alcune chiese e al Museo Civico, e, nel primo pomeriggio, è stata a Milazzo per una suggestiva visita turistica guidata al Castello con il contributo dell’associazione “Compagnia del Castello”, entrambe su desiderio dell’autore inglese sempre alla scoperta di nuove location per le sue graphic novel.

L’associazione ad inizio incontro ha ringraziato oltre gli autori Mary & Bryan Talbot, l’organizzazione di Etna Comics 2013, Lucia e Renata (che hanno aiutato l’associazione nelle visite a Castroreale ed al Castello), Claudia e Joe ( che hanno tradotto ed adattato sapientemente i discorsi della coppia inglese durate la serata); ed ancora sono stati ringraziati i soci di Fumettomania, la Scuola del Fumetto/Grafimated di Palermo, l’Ass.cult. Prisma, l’Ass. cult. Ossidi Di Ferro, l’Ass. cult. “La Compagnia del Castello”, Gianni Lombardo, l’Amministrazione di Castroreale, gli Sponsor, l’Amministrazione Comunale di Barcellona P. G., le Scuole Media Comprensive “L. Capuana” ed “Ugo Foscolo“, quest’ultima presente con la prof.ssa Triolo e gli studenti della I C, ed infine l’Istituto Commerciale e Turistico, “E. Fermi” di Barcellona P.G. per l’apporto fornito dalla presenza di hostess e stewart, durante lo svolgimento dell’evento.

foto_by_arch_crino'
Un momento dell’incontro: Mario Benenati, Bryan Talbot, Joe Sottile, Mary Talbot e Claudia Siracusa. Per gentile concessione © degli aventi diritti

Titoli di coda

Con questo evento si chiude il primo nuovo ciclo dell’associazione culturale, iniziato il 12 settembre 2012.
L’anno scorso, a settembre, infatti, in occasione dei ventuno anni di esistenza, l’associazione culturale si è trasformata, si è ampliata con nuovi soci, ha modificato il proprio statuto, si è aperta a nuove attività culturali affini al mondo del fumetto, ed infine ha assunto il nome di FUMETTOMANIA FACTORY.
In seguito a questi cambiamenti, sono stati nominati 24 SOCI ONORARI. Questa carica onoraria è stata loro attribuita per aver collaborato e contributo, in molte occasioni negli anni precedenti, ai progetti dell’associazione ed alla rivista [email protected]
A Lucca ComicsandGames (1-4 novembre 2012), abbiamo consegnato i primi i 8 attestati di  socio onorario. Il 28 novembre 2012, durante l’evento “Fumettomania in festa”, abbiamo consegnato a Barcellona P.G. altri 7 attestati ed infine abbiamo inviato via posta gli ultimi 9 attestati ai rimanenti soci onorari.
Lo scorso 27 gennaio 2013, abbiamo partecipato alla manifestazione “Visioni contemporanee della Memoria”, realizzata dall’Ass. culturale Prisma (in occasione del giorno della memoria), con tre interventi: “Fumetti e Shoa” di Mario B. ,”l’Olocausto raccontato dal cinema” di Antonio Nunzio Isgrò, e “Umorismo Yiddish e cinema sulla Shoah” di Fabrizio Scibilia.
Nei due fine settimana 1-3 e 7-9 Marzo 2013 è stata allestita, qui a barcellona P.G. la mostra “I Vincitori del Contest Eric Woolfson Forever”, con circa 50 tra tavole e  illustrazioni di 3 giovani autori siciliani: Silvia di Mauro, Francesco Conte e Ignazio Piacenti.
Il 9 marzo, inoltre è stato realizzato un incontro al quale hanno partecipato Francesco Conte e Ignazio Piacenti, che hanno spiegato i loro lavori.

Nel frattempo, da ottobre 2012 ad aprile 2013, Fabrizio Scibilia ( e il gruppo milazzese dell’associazione) ha pubblicato ben 25 numeri della testata “lo Skarabeo” che tratta argomenti di attualità e cultura con umorismo e spirito satirico, e lo hanno distribuito in edicola ed in abbonamento.

Da oggi l’Associazione si prende una pausa, ritornerà in autunno per nuovi progetti con alcuni autori italiani. Buona estate a tutti.

Mario Benenati, su una traccia di Fabrizio Scibilia

GALLERIA FOTOGRAFICA

DSCN1640
DSCN1617
DSCN1612
DSC_1170
DSC_1186
DSC_1204
DSC_1215
DSC_1218
DSC_1233
DSC_1248
DSCN1653
DSC_1298
DSC_1321
DSC_1331
DSC_1334
DSC_1367
DSC_1371
DSC_1394

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi